Archivi tag: ammissione esami maturità

Ammissione esami maturità

All’esame di maturità sono ammessi:

1.Gli studenti delle scuole superiori paritarie o private che abbiano frequentato l’ultimo anno di corso che siano stati ammessi in sede di scrutinio finale secondo le modalità previste;
2.I candidati esterni che abbiano regolarmente presentato domanda;
3.Gli studenti che, oltre ad aver riportato, nello scrutinio finale della penultima classe, non meno di otto decimi in ciascuna disciplina, hanno seguito un corso regolare di studi di istruzione secondaria superiore, riportando una votazione non inferiore a sette decimi in ciascuna disciplina negli scrutini finali dei due anni antecedenti il penultimo, senza essere incorsi in ripetenze nei due anni predetti ed abbiano regolarmente presentato domanda (i cosiddetti “ottisti”);
4.I candidati non appartenenti a Paesi dell’Unione europea, che abbiano frequentato con esito positivo in Italia o presso istituzioni scolastiche italiane all’estero classi di istruzione secondaria superiore, che si presentino in qualità di candidati esterni, previo superamento dell’esame preliminare qualora non abbiano conseguito la promozione o l’idoneità all’ultima classe.
5.I candidati esterni che non siano in possesso di promozione all’ultima classe e che debbono superare un esame preliminare inteso ad accertare la loro preparazione sulle materie previste dal piano di studi dell’anno o degli anni per i quali non siano in possesso della promozione o dell’idoneità alla classe successiva, nonché su quelle previste dal piano di studi dell’ultimo anno. Si tiene conto anche di crediti formativi eventualmente acquisiti. Il superamento dell’esame preliminare, anche in caso di mancato superamento dell’esame di Stato, vale come idoneità all’ultima classe.
La nuova legge introduce l’ammissione all’esame: ciò vuol dire che, a partire dall’a.s. 2008/09, potranno sostenere l’esame gli studenti dell’ultimo anno che nello scrutinio finale abbiano riportato una valutazione sufficiente (almeno 6/10) della media generale e che abbiano comunque saldato, entro il 15 marzo dello stesso anno di riferimento, tutti i debiti formativi contratti negli anni scolastici precedenti. Tuttavia nel 2009 è stato introdotta una nuova modalità di ammissione da parte del ministro Mariastella Gelmini: a partire dall’ a.s. 2009/2010, per conseguire l’ammissione all’esame di maturità sarà necessario presentare una valutazione sufficiente in ogni disciplina (comprese la condotta e le materie di religione e di educazione fisica).

L’esame si compone di quattro prove, delle quali tre sono scritte ed una è orale. Ad ogni prova l’esaminando deve munirsi di un documento d’identità valido (carta d’identità, patente, passaporto) e dell’occorrente necessario (penna, matita, ecc.).

Alla fine dell’anno scolastico i consigli di classe espongono i quadri in cui vengono riportati i crediti ottenuti nel triennio e la somma totale: gli studenti vengono così ammessi allo svolgimento dell’esame di Stato.