Prevenzione e cura dell’ovaio policistico

Al giorno d’oggi molte donne sono colpite dalla sindrome dell’ovaio policistico, che non prende di mira chiunque chiunque, ma solo soggetti maggiormente predisposti.

Il peso rappresenta da sempre un problema grandissimo, perché il più delle volte porta a squilibri ormonali, così come anche ad una notevole resistenza all’insulina; in altri frangenti, persino una perdita di peso non rappresenta una soluzione definitiva verso un lungo ma impegnativo processo di guarigione.

Il più delle volte la predisposizione familiare gioca un ruolo molto importante, diviene dunque necessario tenere d’occhio quelli che sono i segni, i campanelli d’allarme che l’organismo riesce a lanciare, ma non solo!

Leggi tutto

La visura catastale fra i documenti per la Dichiarazione sostitutiva unica e l’ISEE

Per fruire di servizi sociali agevolati, i cittadini devono presentare il Modello ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) 2017 e, dal 16/1/2017, i documenti per la Dichiarazione sostitutiva unica e le relative facilitazioni.

 

Dichiarazione sostitutiva unica

La Dichiarazione sostitutiva unica può essere compilata online, sul sito dell’Inps, o fisicamente presso i Centri di assistenza fiscale e i patronati, le sedi comunali e quelle degli enti che offrono la prestazione sociale agevolata.

 

Dsu e ISEE: visura catastale e altri documenti

Per compilare la Dichiarazione sostitutiva unica bisogna presentare alcuni documenti:

  • Lo stato di famiglia;
  • Leggi tutto

La pulizia di una casa con bambini

Quando una donna rimane incinta una delle sue preoccupazioni più grandi è connessa con l’igiene della casa destinata ad ospitare il suo bimbo. All’inizio questa esigenza fondamentale può anche assomigliare vagamente ad un’ossessione, ma la ricerca dell’equilibrio, in questa come in altre questioni importanti, può aiutarci a vivere meglio. Il punto da tenere in considerazione è che pulizia e igiene non possono e non devono essere confuse con la sterilizzazione assoluta: i bambini devono abituarsi ai germi presenti in una casa, alcuni dei quali sappiamo essere anche benefici. Malgrado ciò, corrette abitudini igieniche sono assolutamente fondamentali soprattutto quando la nostra casa è il regno di un piccolo essere umano.

Quella che può sembrare una mission impossible per una mamma già piuttos Leggi tutto

Eventi scolastici, feste, materiali personalizzati: la stampa online ti da tutto il necessario per la scuola

 

Gli anni della scuola non sono solamente gli anni in cui si studia e si imparano nozioni che ci serviranno nel lavoro che andremo a fare in futuro. Sono anche anni in cui si crea un nostro modo di pensare, in cui ci si appassiona alle cose, in cui si inizia a vedere il mondo con occhi diversi rispetto a quelli di quando eravamo bambini.

Per questo, a scuola non si va solamente per imparare, studiare ed affrontare le interrogazioni. Si collabora con altri ragazzi e con i professori, e spesso proprio le scuole propongono iniziative che coinvolgono i ragazzi in prima persona. Dalle “settimane” per la scienza, per la musica o per la letteratura, alle competizioni, alle iniziative culturali che si iniziano in ambito scolastico (e che in certi casi continuano anche dopo la fine degli studi, diventando per qualcuno addirittura Leggi tutto

Quando il marchio registrato fa storia, anche d’italiano

La lingua italiana ha una storia plurisecolare, eppure, al di là di regole definite, continua a cambiare, anche in base all’uso, e a includere come comuni parole che non le appartengono: che sia un termine straniero o un marchio registrato.

Nel secondo caso, si chiama volgarizzazione del marchio e uno studioso dell’Accademia della Crusca ha trovato circa duecento esempi, di cui di seguito se ne elencano alcuni.

 

Rimmel

Il mascara è stato inventato dall’azienda di un uomo, il profumiere francese Eugène Rimmel, nel 1964. Oggi Rimmel “significa” mascara in molte lingue, dall’italiano al turco e Leggi tutto

Il percorso formativo per diventare traduttore professionale

20

Il percorso formativo che è necessario seguire per diventare traduttore professionale può variare a seconda del corso di studi che si è intenzionati a frequentare. Si può optare, per esempio, per una laurea in lingue e letterature straniere o moderne, scegliendo gli idiomi a cui ci si vuole dedicare oltre all’inglese; in alternativa, si può fare riferimento alle scuole e ai corsi per traduttori e interpreti, con lezioni che nella maggior parte dei casi vengono messe a disposizione da parte di strutture private e che, in linea di massima, si concentrano in modo particolare sulle tecniche di traduzione e su quelle di interpretariato. Imparare a distinguere la qualità è l’utilità di tali corsi è molto importante, tenendo anche conto del fatto che ve ne sono alcuni equipollenti rispetto alle la Leggi tutto