Archivi categoria: Turismo

Come sono organizzati i corsi per conseguire la Patente Nautica entro le 12 miglia nautiche

Il corso per il conseguimento della patente nautica, intesa come quella che permette di navigare entro le dodici miglia, è strutturato in tre blocchi differenti, ognuno dei quali caratterizzato da argomenti diversi tra di loro.
Ecco come sono composti questi corsi:

Il primo blocco

La prima parte del corso si focalizza sulla lettura della carta nautica, ovvero sullo strumento classico utile per la navigazione.
Questa parte è essenziale: anche se le barche sfruttano una tecnologia sempre più autonoma, la lettura ed il riconoscimento classico delle coordinate nautiche è una conoscenza che deve essere posseduta da parte dei corsisti.
Durante questa prima fase delle lezioni, i corsisti imparano ad identificare perfettamente un punto sulla carta ed allo stesso punto apprendono come comunicarla alle autorità portuale nel caso in cui vi sia la necessità di un loro intervento.
Oltre a questo argomento, il primo blocco del corso si focalizza anche su altri aspetti che riguardano l’utilizzo di metodi di calcolo e riconoscimento dei suddetti punti nella carta nautica sfruttando appunto altri metodi.
Al termine della prima parte del corso, gli studenti devono sostenere un esame: esso si basa sullo svolgimento di un esercizio scritto che avrà, come oggetto, proprio la carta nautica ed le coordinate.
L’esame su questi argomenti avrà una durata massima di quindici minuti, che permettono di svolgere l’esercizio senza alcun tipo di problematica.

Il secondo blocco di lezioni

Una volta che, la prima parte delle lezioni viene affrontata e superata con successo, i corsisti prendono parte ad un secondo blocco teorico, il quale avrà altri argomenti.
Tale parte riguarda diversi argomenti che si focalizzano principalmente sulla navigazione vera e propria.
Ad esempio, durante la seconda parte del corso, si affronta l’argomento delle norme di sicurezza che devono essere adottate durante la navigazione, così come si affronterà l’argomento del come bisogna navigare.
La patente nautica entro le 12 miglia necessita anche di una buona cultura relativa alle parti che compongono una barca, al loro riconoscimento ed alla risoluzione di determinati problemi.
Inoltre, viene anche spiegato il metodo di calcolo che bisogna affrontare per poter conoscere, in maniera precisa, la quantità di benzina minima che sarà utile per affrontare un tratto marittimo e giungere ad una determinata destinazione.
In questo blocco si affrontano argomenti come il riconoscimento delle distanze, le diverse velocità di una barca ed altri argomenti che appartengono a questa sfera.
Una volta che il percorso di studi viene concluso, i corsisti devono sostenere un altro esame, il quale risulta essere fondamentale peraccedere alla parte pratica.
Il secondo tipo di esame teorico è formato da venti domande a risposta multipla, che potrà essere superato solo se, il corsista, risponde correttamente ad almeno diciassette delle domande.
In caso contrario, esso non verrà ammesso alla fase finale dei corsi per la patente nautica.
Questa prova teorica ha una durata che risulta essere pari a trenta minuti, lasso di tempo che deve essere rispettato da tutti i corsisti.

L’ultimo blocco: la parte pratica

Come in una scuola guida, anche nei corsi per la patente nautica si svolgono delle lezioni di natura pratica.
Il candidato, infatti, deve affrontare la parte pratica del corso, che lo vedrà protagonista nel pilotare una barca di stazza medio-piccola.
Affrontando queste lezioni, il corsista sarà in grado di affrontare il test d’esame finale: ovviamente, per poter accedere a questo, lo studente deve effettuare almeno tre navigazioni con l’istruttore, il quale stabilirà quando fissare l’esame pratico della patente nautica.
Il corsista, durante questo, sarà affiancato da un esaminatore, che avrà il semplice compito di stabilire se, chi sta sostenendo l’esame, è idoneo al conseguimento della patente e se risulta essere in grado di poter guidare una barca in completa autonomia.
Questo esame finale non ha una durata di tempo massima standard ma sarà l’esaminatore a stabilire che manovre far compiere al corsista e quanto tempo far durare il suo esame.

Scuole di inglese all’estero, un’esperienza unica per i ragazzi di tutte le età

Le scuole di inglese all’estero sono un’esperienza che i ragazzi dovrebbero fare almeno una volta nella vita, un’esperienza che permette loro infatti di scoprire tutti i segreti della lingua inglese e di vivere così in modo molto più tranquillo e rilassato sia gli anni di studio che l’ingresso nel mondo del lavoro.

Oggi come oggi la lingua inglese è infatti di fondamentale importanza, una lingua che permette agli studenti che la conoscono alla perfezione di studiare anche sui libri che non sono ancora stati tradotti in italiano, libri che spesso sono davvero molto utili per gli approfondimenti, di andare alla ricerca sul web e sulle riviste online specializzate di tutte le informazioni di cui hanno bisogno per le loro ricerche nonché ovviamente di seguire al meglio i congressi internazionali che sono fonte di grande ispirazione per tutti coloro che provano nella studio una vera e propria passione. E questo ovviamente vale sia per i ragazzi molto giovani che ancora vanno alle scuole medie sia per i ragazzi un po’ più grandi delle scuole superiori e dell’università. Non dobbiamo dimenticare poi che l’ottima conoscenza della lingua inglese è un punto a favore per il curriculum di un giovane alla ricerca del suo primo impiego, per molte tipologie di lavori è anzi oggi un elemento assolutamente indispensabile.

Le scuole di inglese all’estero sono per i ragazzi più giovani anche un modo per fare la loro prima vera esperienza di viaggio senza i genitori, un’esperienza che li rende indipendenti e che li mette a confronto con una cultura diversa dalla loro, un’esperienza in cui però hanno sempre l’appoggio di persone adulte pronte a consigliarli e ad aiutarli. Vedrete che con un’esperienza di questo genere i ragazzi cresceranno nel giro di poco tempo e diventeranno molto più maturi, pronti quindi ad affrontare il mondo che li circonda.

Sino a qualche anno fa riuscire a fare un viaggio studio in una scuola di inglese all’estero era davvero molto complicato, viaggi questi che avevano infatti dei prezzi davvero molto elevati. Oggi per fortuna i viaggi all’estero di questa tipologia sono disponibili anche in versioni a basso costo che permettono a tutti i giovani di accedere a questa eccezionale formula di viaggio e apprendimento. Non solo, grazie alle offerte di Skyskanner che potete scovare su CupoNation anche i voli aerei diventano low cost, un modo insomma per risparmiare anche sul trasporto senza per questo rinunciare alla comodità e al comfort.

CupoNation nasce proprio per aiutare i giovani e le loro famiglie ad affrontare in modo più leggero e senza pensieri ogni spesa, non solo le spese dei voli e delle vacanze studio ma anche ogni altra tipologia di spesa quotidiana. Sono disponibili codici sconto e promozioni sempre aggiornate, in modo da non perdere più neanche una promozione e vivere finalmente una vita semplicemente eccezionale ma economica.

Lavorare nel turismo online

In Italia il turismo tiene. I dati pubblicati dalla Banca d’Italia e dall’Osservatorio Nazionale del Turismo a inizio marzo 2013 parlano chiaro: la spesa degli stranieri nel Belpaese è in costante aumento. L’afflusso di capitali porta un po’ di ossigeno alla bilancia dei pagamenti e offre diversi spunti di riflessione agli operatori così come agli amministratori e ai politici nostrani. Ma soprattutto offre speranza alla sempre crescente massa di disoccupati e precari che ogni giorno si interrogano sul da farsi.

La ricchezza della nostra penisola in materia di risorse naturali e opere d’arte, l’altissima qualità della nostra cucina fanno sì che l’Italia sia il quinto paese più visitato al mondo. Perché l’attuale trend positivo non si esaurisca, anzi regali nuove soddisfazioni, amministratori e operatori hanno chiesto a chi governa riforme immediate e misure serie e incisive, quali la diminuzione del carico fiscale, l’armonizzazione dell’IVA e un più facile accesso al creddito.

Per essere veramente competitivi, oltre alle leggi, serve preparazione e professionalità. La scuola per prima, essendo responsabile della formazione, può fornire gli strumenti adeguati agli studenti. Una approfondita conoscenza delle nostre risorse e potenzialità costituisce il primo passo per acquisire delle competenze che potrebbero rivelarsi decisive. Gli studenti potrebbero anche esercitarsi a scrivere articoli, tradurre testi di carattere divulgativo e magari ricevere delle agevolazioni per seguire in gruppo dei corsi professionalizzanti. Master e corsi non mancano, ma la mancanza di una buona preparazione di base può renderne la frequenza e il relativo esborso di denaro completamente inutile.

Il web è pieno di occasioni e possibilità, basta essere in grado di trovarle e darsi da fare.  Tra le realtà in espansione ci sentiamo di segnalare momondo.it, sito di voli low cost nato da poco, che avra’ bisogno di impiegati che promuovano i loro servizi nel territorio italiano.

E’ il cliente a muoversi, ma a lavorare non è solo chi lo accoglie o gli pulisce la stanza, anche chi lo invoglia a spostarsi, lo assiste in ogni passo, raccoglie i suoi suggerimenti e indirizza le sue lamentele. La tecnologia del XXI secolo permette in molti casi di svolgere questi compiti da casa.

Tra le figure professionali maggiormente richieste ne abbiamo selezionate sei. Ce n’è per tutti i gusti, per chi possiede una formazione tecnico-scientifica e per chi ha fatto studi umanistici.

E-commerce manager.

Esperto di mercati, marketing e controllo di gestione, è il principale responsabile della vendita online. Oltre a decidere cosa vendere, quando e come farlo, si occupa delle campagne pubblicitarie e dell’organizzazione delle pagine web.

Traduttore.

Un lavoro che risale almeno ai tempi della distruzione di Babele. Il traduttore è un professionista serio e preparato, rispettoso delle scadenze.

Social media manager.

Il social media manager è il responsabile della comunicazione dell’azienda attraverso le pagine web. Buone doti comunicative, unite all’esperienza nel gestire la propria pagina personale su un social media costituiscono i requisiti fondamentali.

Freelance blogger.

Un’attività che può essere condotta da casa e anche per diversi clienti contemporaneamente. Fondamentale avere idee chiare, competenza, padronanza del linguaggio, originalità e rispettare le deadlines.

Esperto di marketing online.

L’esperto di marketing online è un analista, il cui compito è studiare le motivazioni che stanno alla base di determinati acquisti online.

Addetto alla prenotazione online.

Per interfacciarsi con il cliente servono buone doti relazionali, gentilezza, pazienza e capacità di problem solving.

CastelliExperience: i Castelli Romani come non gli avete mai visti!

Docenti, Personale ATA, Studenti, Genitori ? Restate aggiornati sul mondo della scuola sulla nostra pagina Facebook o su Twitter. Invitate colleghi e amici a partecipare alle discussioni.

Il neonato CastelliExperience ha un obiettivo ambizioso: promuovere i Castelli Romani e favorirne il turismo, mettendo in mostra gli elementi salienti del territorio.

CastelliExperience nasce con un obiettivo preciso: far conoscere e valorizzare i Castelli Romani e renderli una meta turistica ambita e ricercata. Territorio pieno di ricchezze artistiche, di tradizione e prodotti tipici, di verde, i Castelli Romani da sempre racchiudono molteplici risorse, apprezzate dal turismo spontaneo fatto di gite fuori porta, di appassionati di sport a contatto con la natura e di qualche straniero che, visitando Roma, si concede qualche momento ai Castelli.
CastelliExperience vuole invece far emergere in modo chiaro tutto quello che di bello c’è da fare e da vedere nei comuni di questo territorio, organizzarlo in esperienze di vacanza e farlo conoscere a quante più persone possibile.

Come funziona:
CastelliExperience ha realizzato alcuni Pacchetti su diversi temi (Sport e Avventura, Gusto, Famiglia, Arte e Cultura, Romantico) che racchiudono in sé esperienze differenti, realizzate grazie alla collaborazione di aziende e realtà che operano da anni sul territorio. La vendita dei pacchetti avverrà tramite il sito www.castelliexperience.it e su ambienti di distribuzione come centri commerciali, negozi, agenzie e fiere di settore. La Promozione dei pacchetti e delle esperienze sfrutterà tutto
il potenziale del web, dai motori di ricerca ai social network come Facebook e Twitter, ma anche i canali classici della promozione pubblicitaria. Attraverso il sito sarà possibile scegliere l’esperienza che si preferisce e acquistare la card che la contiene; consultare le strutture presenti nella card e prenotare; infine, prepararsi a vivere l’esperienza.

CastelliExperience diventa quindi una fonte di idee per il tempo libero per i Romani e per i turisti che vengono a Roma. Idee originali che vanno ben oltre la classica mangiata ai castelli (Esperienza comunque proposta nei pacchetti) che soddisfano esigenze diverse sia di età, di interessi ma anche di Budget: degustazioni eno-gastronomiche (dalla polenta al Frascati DOC), passeggiate nella natura e nei boschi del Parco dei Castelli Romani, attività sportive, kayak, equitazione, parapendio,
Nordic Walking, visite guidate artistiche e culturali nei musei e centri storici dei paesi che costellano il territorio, eccellenze ricettive del territorio da apprezzare, come ristoranti e agriturismi.

Uno dei punti di forza di CastelliExperience è la collaborazione con gli operatori che vivono e lavorano sul territorio. Se il traguardo comune è promuovere l’offerta turistica dei Castelli Romani, la strada da percorrere passa attraverso la creazione di un sistema integrato di sviluppo e il coinvolgimento di aziende, associazioni, strutture ricettive ed enti locali che operano ai Castelli. Sono molte le realtà e gli assessorati che hanno già aderito o che collaborano con il progetto, citiamo
soltanto tre nomi che rappresentano attualmente una nicchia del turismo ai Castelli ma su cui prevediamo una forte crescita: ASD Sport, che propone il Nordic Walking, Associazione Ellade, formata da un gruppo di professionisti che propone trekking e visite artistico-naturalistiche, e Manacuba, che propone visite al Museo del Vino e a tutte le tradizioni vitivinicole.

È sicuramente un progetto difficile e ambizioso ma con un potenziale importante. Il piano di sviluppo prevede una crescita graduale in 5 anni. Con lo sviluppo del progetto potrà crescere tutto l’indotto turistico portando risorse per la salvaguardia e il miglioramento del territorio.


PaesiOnLine ti fa scoprire il bello dell’Italia

La società leader nel travel online sceglierà tra tutte le località turistiche le 10 città “di eccellenza”, esempi di ospitalità e servizio.

Oltre 850.000 “viaggiatori navigati” sceglieranno le 10 vincitrici tra migliaia di città del Bel Paese

PaesiOnLine, società leader nel settore del travel online, identificherà entro il prossimo mese di marzo le “Dieci eccellenze d’Italia” , conferendo un “Bollino d’Oro” per le 10 città italiane che si distinguono come eccellenza per determinati aspetti o caratteristiche.

Le 10 “medaglie” virtuali verranno conferite a: la città più romantica, la città con maggior fermento culturale, la città con la movida notturna più frizzante, la città a misura di famiglia con bambini, la città più trendy, la città con la miglior offerta enogastronomica, la città per viaggi all’insegna del benessere, la città più green, la miglior meta per viaggi studio e la più economica.

La giuria sarà costituita dagli oltre 850.000 utenti del portale che, con i loro commenti, i loro post e le relative tag, contribuiranno a far avere punti alle località italiane.

“PaesiOnLine si propone come guida online gratuita per le vacanze in Italia e nel resto del mondo. – Hanno dichiarato Luca Cotichini ed Emiliano D’Andrea, fondatori del portale. – Ogni utente può scrivere liberamente un proprio commento sulla città visitata, condividere foto e dare consigli su cosa non si può non vedere e, infine, assegnare un voto alla città in relazione a tematiche quali divertimento, sicurezza, costo… Questo sistema aiuta i futuri viaggiatori non solo nella scelta della meta, nel caso in cui fossero indecisi, ma anche a strutturare un itinerario di viaggio che consenta di godere a fondo la località che si sta visitando. Questi riconoscimenti che andremo ad assegnare a 10 casi di eccellenza italiani costituiranno una sorta di ulteriore garanzia per i viaggiatori. Per la prima volta quindi una “guida” ragionata per le città italiane che eccellono, fatta da e per i viaggiatori. Chiederemo anche ai nostri utenti qualche consiglio per migliorare la già eccellente proposta turistica, una opportunità anche per capire meglio cosa vogliono i viaggiatori e come poter rispondere alle loro esigenze.”.

PaesiOnLine è una società leader nel settore del Travel online: in dieci anni si è affermata come punto di riferimento per oltre 20 milioni di visite all’anno che ricercano informazioni su viaggi e turismo e per aziende e operatori che investono nella promozione dei loro prodotti in Italia e all’Estero. Con oltre 450mila iscritti in Italia e altri 150mila residenti all’estero, PaesiOnLine si attesta tra i primi portali italiani dedicati al mondo del turismo, con collaborazioni editoriali di livello nazionale (Tiscali, Nat Geo Adventure, RDS) e portali multilingua in inglese, francese, tedesco e spagnolo dedicati ai mercati internazionali.

Vacanze finite? Non al Parco di Pinocchio

Condividi le tue risorse sulla scuola sulla pagina Facebook di Scuola Magazine.

Per alcuni, le vacanze di agosto stanno per giungere al termine; per molti altri, sono già finite da tempo. Al Parco di Pinocchio a Collodi, invece, gli ospiti potranno continuare a visitare le meraviglie di questo luogo da favola: con Pinocchio, le vacanze non finiscono mai!
Settembre è il mese ideale per trascorrere un week end di fine estate, con le gradevoli temperature della Toscana e il fantastico ambiente che il Parco e il Giardino Garzoni regalano in questa stagione.
Un viaggio alla riscoperta di una delle favole più famose al mondo, per ripercorrere la storia di un burattino di legno che diventa un bambino, in carne e ossa, attraverso tutti gli episodi di questa indimenticabile storia. A Collodi, in provincia di Pistoia, sorge un parco tematico costruito all’interno del parco della casa dove visse la madre di Carlo Lorenzini, lo scrittore fiorentino nato nel 1826, che scelse proprio Collodi come nome d’arte, segno distintivo del suo legame con questo piccolo paese.
Il Parco di Pinocchio, inaugurato nel 1956, non è un consueto parco di divertimenti: è la preziosa creazione collettiva di artisti e architetti dalla grande personalità. Il suo percorso nasce dalle suggestioni e dagli episodi delle Avventure. È scandito da mosaici, edifici e sculture immerse nel verde, unione fra arte e ambiente.
Per informazioni e prenotazioni: Fondazione Nazionale Carlo Collodi – Via B. Pasquinelli, 6 – 51014 Collodi (PT) – Tel. 0572.429613 – www.pinocchio.it