Archivi categoria: Lavagne interattive

Scuola digitalizzazione futura?

La scuola negli ultimi anni è stata oggetto di continui tagli che hanno di fatto seriamente ipotecato il proprio futuro, se non ci sono fondi per finanziare eventuali investimenti strutturali nella scuola diventa un problema notevole.

La mancanza effettiva di una politica specifica che metta nuovamente al centro il problema dell’istruzione tutto diventa fumoso, infatti dal mondo della scuola poi si va verso il mondo del lavoro, un problema collegato.

Tuttavia per quanto si sia parlato in questi ultimi anni di digitalizzazione di evoluzione nell’ambito della scuola, tutto è rimasto fermo, tagli strutturali che sono la conseguenza di politiche di contenimento dei costi.

La scuola deve essere nuovamente rimessa al centro, per poterlo fare però è necessario che siano previsti dei fondi che rimettano in moto il meccanismo dell’istruzione, la scuola nuovamente come tema centrale della vita di ogni persona.

Con 150 si e 15 no è stato approvato un decreto che riguarda il mondo dell’istruzione, della ricerca e dell’università, questo prevede di rimettere al centro la scuola da tutti i punti di vista, ovviamente la centralità del tema deve essere coniugato da fondi.

Nel decreto che prevede anche l’assunzione della tecnologia wi-fi, pare siano già pronti fondi per 15 milioni di euro subito utilizzabili, per questo motivo bisogna dire che forse per la prima volta la scuola viene rimessa al centro.

Si sottolinea in modo particolare il fatto che per la prima volta la scuola viene rimessa al centro non solo in termini virtuali, finalmente dopo una serie di anni bui nei quali la scuola ha subito tagli sostanziali, il tema recupera centralità.

Per questo motivo finalmente dopo tanti anni la scuola pare abbia i fondi per poter nuovamente competere, nuova tecnologia, reti wi-fi e una visione maggiormente moderna assicurano sicuramente un nuovo periodo.

Ci auspichiamo che tutto questo non rimangano solo parole ma diventino anche dei fatti.

In Turchia saranno installate oltre 5000 LIM SMART Board

Segnaliamo un comunicato stampa in inglese di SMART Technologies (http://www.smarttech.com/it) relativo a un importante bando di gara vinto dall’azienda in Turchia per l’installazione di oltre 5000 lavagne interattive SMART Board®.

SMART Wins Large Education Tender in Turkey

Upwards of 5000 SMART Board® interactive whiteboards to be installed

CALGARY, Alberta — July 31, 2012 — SMART Technologies Inc. (NASDAQ: SMT) (TSX: SMA), a leading provider of collaboration solutions, announces that FEM, a private education group, has chosen SMART for a large scale installation of upwards of 5000 SMART Board 885 interactive whiteboards in Turkey. The installation of the first 3000 SMART Board interactive whiteboards will be completed in early Fall 2012 and the group aims to install an additional 2000 interactive whiteboards in the coming months. All SMART Board interactive whiteboards include the award-winning SMART Notebook collaborative learning software and access to the SMART Exchange website, where educators can connect, share and download nearly 60,000 digital resources.

FEM owns hundreds of university preparation and English language centers in Turkey. They have been using SMART Board interactive whiteboards in educational institutions throughout the Turkish region of Marmara, with successful results, for the past year. During the tender process for this large installation, SMART demonstrated to administrators the value of a comprehensive education solution, including product implementation, intuitive software, training, services and support. Administrators were also impressed with the collaboration capabilities of the SMART Board interactive whiteboard when used by educators with other programs, particularly Adobe®InDesign®. This significant installation in Turkey demonstrates SMART’s continued growth in the Europe, Middle East and Africa (EMEA) region. FEM is a member of a large international diversified organization that owns numerous schools in more than 100 countries worldwide, including charter schools in the United States serving over 20,000 students.

“Administrators at FEM recognize the importance of using a comprehensive education solution in classrooms to engage and support today’s learners,” says Frederic Arneodo, Vice President, EMEA, SMART Technologies. “With the large implementation of SMART Board interactive whiteboard and SMART Notebook software, educators and students across all grades and subjects will benefit from having the tools and resources needed to support their ongoing success in both teaching and learning.”

L’IMmaginazione in classe; tutti i video del seminario di formazione

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Segnaliamo che sul sito dell’ Ufficio Scolastico Territoriale di Mantova, sono disponibili i video del seminario di formazione “L’IMmaginazione in classe”, svoltosi a Mantova Martedì 22 Maggio.

A supporto del seminario, riservato ai docenti degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, era presente una lavagna interattiva SMART Board di SMART Technologies che ha collaborato con la Casa Editrice La Scuola per la realizzazione della collana di libri didattici dal titolo “L’IMmaginazione in classe – Lezioni con la Lavagna Interattiva Multimediale”, che contengono lezioni interattive sviluppate esclusivamente con il software per l’apprendimento collaborativo SMART Notebook™.

SMART Technologies Inc. è tra i leader nelle soluzioni per la collaborazione capaci di trasformare il modo di lavorare e l’apprendimento in tutto il mondo. Per maggiori informazioni https://www.smarttech.com/it

Scuola: 200 LIM SMART Board nella Provincia di Lucca

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca negli ultimi due anni ha investito oltre 700 mila euro in tecnologie a supporto della didattica per le scuole della Provincia. In questo interessante progetto è stata coinvolta anche SMART Technologies che ha fornito alle scuole circa 200 lavagne interattive SMART Board.

Alla dotazione delle attrezzature – distribuite un po’ in tutte le scuole della provincia – ha fatto seguito l’organizzazione di corsi di formazione sulle nuove tecnologie didattiche, che si sono tenuti in San Micheletto e ai quali hanno partecipato numerosi docenti.

La scelta della Fondazione è stata dunque quella di aiutare il sistema scolastico locale a crescere e svilupparsi, utilizzando le tecnologie informatiche, in modo da portarsi al livello dei Paesi europei più evoluti. Ciò al fine di consentire un cambiamento innovativo nell’approccio didattico e di apprendimento, che ancora ricalca schemi tradizionali, poco adatti all’evoluzione del sapere e delle esigenze della società moderna.


SMART Technologies è una delle aziende leader nella didattica collaborativa e per la creazione di ambienti multimediali interattivi indirizzati alle scuole. SMART ha creato la prima lavagna interattiva al mondo, introducendo nel 1991 la SMART Board ed è da sempre leader nel mercato delle lavagne interattive, avendo venduto oltre 2,3 milioni di lavagne in totale. Le lavagne SMART sono utilizzate ogni giorno da più di 1,9 milioni di classi (tra scuole primarie e secondarie) e da oltre 40 milioni di studenti e insegnanti in tutto il mondo.

Lavagna interattiva in palio per le scuole della provincia di Venezia

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Anche quest’anno a tutte le scuole della Provincia di Venezia viene offerta la possibilità di vincere una Lavagna Interattiva Multimediale da 77” SMART completa di proiettore o unaDocument Camera: è partita la nuova edizione del concorso “Fare Scuola con la Lim”!

Partecipare è semplice: crea una lezione e dimostra come utilizzi una LIM con la tua classe.

Alla pagina www.scuolalim.it trovi tutto ciò che serve per inviare il tuo progetto.

I materiali devono essere inviati entro il 22 Giugno 2012

Il concorso è organizzato da D&C – Design and Consulting e l’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia. Patrocinato dalla Provincia di Venezia e dell’ANSAS Veneto.


Promethean porta in Italia la scuola tecnologica del futuro

 

Le lavagne interattive multimediali (LIM) verranno istallate in 30.000 classi italiane.

Anche in Italia sta arrivando la scuola del futuro. Addio alle vecchie lavagne, ai gessetti, ai cancellini. E addio ai fogli protocollo per i compiti in classe o alle tanto temute correzioni con la penna rossa. Nel giro di qualche anno un numero sempre maggiore di classi italiane adotterà le lavagne interattive multimediali che permetteranno a docenti ed alunni di vivere la scuola in una maniera del tutto nuova.

Le lezioni saranno supportate dall’utilizzo di internet, di filmati e di tanti strumenti tecnologici che permetteranno di arricchire i contenuti superando così i limiti del passato. Il tutto in un contesto completamente interattivo con gli studenti che, grazie ad un dispositivo personale, potranno comunicare con la lavagna e con l’insegnante. Un semplice compito in classe potrà essere svolto con un software che raccoglie le risposte degli alunni e automaticamente fornisce correzioni e valutazioni permettendo così al docente di tenere tutto sotto controllo e archiviare i dati con dei semplici file su un computer. Senza pensare alla possibilità dell’utilizzo del touch screen, delle penne interattive e a tutte le potenzialità che può fornire uno schermo digitale e una connessione continua alla rete web.

Tutto questo potrebbe sembrare una realtà molto lontana e invece per 26.000 classi italiane è già realtà e per altre 30.000 lo sarà molto presto. Lo scorso 26 ottobre, nella scuola secondaria “Gaio Cecilio Secondo”, a Roma, Promethean – la società leader mondiale nel mercato delle tecnologie di apprendimento che quest’anno si è aggiudicata l’appalto del Ministero per la Pubblica Istruzione per la fornitura di LIM nella maggior parte delle scuole secondarie italiana – ha presentato alla stampa l’ActivClassroom, questo nuovo sistema educativo dato non soltanto dalle LIM, Lavagne Interattive Multimediali, ma anche da software, response system e altri strumenti per la formazione dei docenti e degli studenti.

L’evento è stato introdotto dal Country Manager per l’Italia Andrea Sibilio, seguito dal discorso di Samuele Borri, Direttore IT per le nuove tecnologie dell’ANSAS, l’Agenzia nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia scolastica, ex-Indire.

L’ANSAS ha tra i suoi scopi proprio quello di favorire i processi di innovazione e di ricerca educativa nelle scuole. Nel 2011 ha indetto una gara, la più grande finora in un paese dell’Unione Europea che si inserisce nell’ambito del “Progetto LIM” del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per la fornitura di 30.000 LIM alle scuole italiane entro tre anni. La gara è stata vinta da Promethean e, grazie ad essa, circa 6.000 scuole su 8.000 si sono aggiudicate la stessa lavagna e sono state formate sull’utilizzo del software, con più di 24.000 docenti che hanno preso parte ai corsi di formazione tecnica.

La scuola secondaria “Gaio Cecilio Secondo”, scelta per la presentazione, è una delle scuole più all’avanguardia di Roma, attiva ormai da dieci anni sul fronte delle innovazioni tecnologiche e sull’utilizzo di molteplici forme di espressione nella didattica. Le prime LIM sono state installate nel 2008 e sono ormai in tutte le classi. Sia gli studenti che gli insegnanti le usano con grande dimestichezza e sono entusiasti dei risultati che si possono raggiungere.

Marianna Nacchia, una delle docenti della scuola si è espressa così a proposito della sua esperienza a scuola con le tecnologie Promethean: “Da quando sono venuta a conoscenza dell’esistenza di questo fantastico strumento tecnologico mi si è aperto un mondo….un mondo pieno di idee, di possibilità, di ponti. Credo vivamente che l’utilizzo della lavagna interattiva ci permetta di sfruttare canali alternativi di comunicazione con i ragazzi, di arricchire i contenuti, snellirli quando serve, schematizzarli, ricrearli, trasformarli, integrarli. Internet, film, giochi, esercizi guidati, possibilità di salvare le lezioni, ingrandimenti…. è tutto funzionale e motivante. I ragazzi imparano di più, imparano meglio, imparano volendo imparare”.

Andrea Sibilio, Country manager per l’Italia ha affermato: “Siamo molto soddisfatti della conclusione di questo progetto, che per noi è un traguardo ma anche un punto di partenza per tutti i gli investimenti futuri di Promethean che agevoleranno sempre di più nell’utilizzo di queste tecnologie. Siamo consapevoli che gli strumenti hardware, come le LIM, siano un tassello di un più ampio quadro in cui i software e la formazione giocano un ruolo altrettanto importante”.

Le soluzioni Promethean sono utilizzate attualmente in più di 100 paesi al mondo. Negli Stati Uniti, paese all’avanguardia in questo settore, una recente ricerca che ha coinvolto 5.000 studenti e 170 insegnanti ha confermato la tesi che pratiche di insegnamento efficaci, accompagnate da tecnologie interattive in classe, aumentano le performance scolastiche del 16%. In Cina, contrariamente a quanto si possa immaginare, i prodotti Promethean hanno incrementato notevolmente le vendite negli ultimi anni e gli insegnanti ritengono che l’ActivClassroom sia uno strumento molto efficace per l’apprendimento della lingua, poiché tiene alta la motivazione degli studenti che, spesso, si trovano di fronte ad una materia difficile come la lingua cinese. Nel Regno Unito, che guida la classifica sulla penetrazione delle lavagne interattive (73%), gli studenti del Kent, utilizzano la ActivClassroom per mettersi in contatto con i loro coetanei americani: questa innovativa esperienza didattica utilizza un software che consente ad una classe di connettersi in tempo reale con video e audio con un’altra classe dall’altro lato dell’emisfero. In Spagna la percentuale di scuole che utilizza le LIM è del 23% e in Italia del 9%, un dato basso ma che dimostra il fatto che i margini di crescita per il nostro paese sono potenzialmente alti e nei fatti si sta facendo molto per portare l’Italia ai livelli degli altri Paesi europei.

Grazie agli investimenti del Ministero dell’Istruzione per il “Progetto LIM”, in Italia negli ultimi tre anni, sono state installate nelle scuole più di 26.000 lavagne interattive. Più specificamente: nel 2009 sono state consegnate 7.220 lavagne, nel 2010 il numero è passato a 7.903 (tutte di marche diverse) e nel 2011 solo le lavagne Promethean sono state 8.000 in tutto il paese. Nel giro di tre anni arriveranno anche le altre 30.000.

Per maggiori info: http://www.prometheanworld.com/italian/