Archivi categoria: internet

Pubblicità di un sito sul web

Hai realizzato un sito e vuoi farlo conoscere ad un maggior numero di persone?
La soluzione migliore è fare pubblicità del sito sul web, che puoi anche fare gratuitamente se non intendi investire del denaro.
Per cominciare, puoi sfruttare i social network e i siti di social news per pubblicizzare il tuo sito: Facebook rappresenta uno degli strumenti più potenti per pubblicizzare un sito, ma come fare per promuovere un sito sul famoso social network?
La procedura è semplice: basta infatti creare una pagina dedicata al sito e farla girare fra gli amici. La creazione della pagina è gratuita e basta seguire la procedura guidata proposta sul network per ottenere in poco tempo la pagina desiderata e poterla promuovere presso gli amici invitandoli a cliccare Mi piace su di essa.

Ovviamente se hai una cerchia ristretta di amici non puoi pretendere di ottenere chissà quante visualizzazioni ma è comunque un inizio su cui puoi lavorare per avere maggiori risultati.

Per mantenere la pagina attiva devi inserire sempre nuovi e interessanti contenuti che attireranno maggiori utenti che visiteranno il tuo blog, sia per recepire informazioni sia per curiosità.
Un’altra ottima soluzione per pubblicizzare il sito sul web è quella di registrarsi su siti di social news e condividere contenuti e articoli pubblicati sul tuo sito. Se i tuoi contenuti piaceranno agli utenti le visite aumenteranno in pochissimo tempo.

Ovviamente, questi sono solo dei mezzi con cui promuovere un sito/blog.
Ma la spinta maggiore per pubblicizzare il tuo sito la troverai dai motori di ricerca, considerati le risorse principali per portare traffico a un sito web.
Per questo è consigliabile che punti la tua attenzione soprattutto su Google, che è il motore di ricerca più utilizzato in assoluto.

Per ottenere risultati apprezzabili puoi utilizzare il servizio Google Adwords: questo servizio è a pagamento ma puoi ottenere grosse soddisfazioni.

Ci sono anche altri modi per pubblicizzare un sito sul web: uno di questi è Google news, un aggregatore di notizie che può fornire molto traffico ai blog, ma il servizio consente l’aggregazione solo a siti con contenuti di qualità.

Come hai ben capito, sono proprio i contenuti la potente arma nel campo del webmarketing, e sono loro a portare maggiore traffico attraverso i motori di ricerca e quindi al sito.

Cala l’uso della televisione fra i giovani

Fino a pochi anni fa questo dato avrebbe destato stupore; da recenti ricerche si deduce che sempre meno giovani stanno incollati allo schermo televisivo. Analizzando i dati si evince che i giovani sono sempre più fidelizzati non dallo scomodo televisore visto sempre più come mezzo passivo ma dai computer o dai più moderni tablet. Questa rivoluzione nel modo di vedere i programmi (che oramai sono trasmessi in contemporanea su internet dai canali televisivi) è un fatto recente, degli ultimi anni. I canali televisivi infatti all’inizio hanno visto di mal’occhio il fatto che i giovani seguissero i programmi su internet, temendo chiaramente un crollo dell’audience e quindi degli introiti pubblicitari; invece dopo l’esplosione della pubblicità online (l’unica che sale nei fatturati) hanno iniziato a guardare alla rete come un nuovo canale per veicolare e monetizzare i contenuti. In rete ci sono delle concessionarie online che oramai fanno fatturati di tutto rispetto.
Se un danno magari ci può essere in questa nuova fruizione dei contenuti pensiamo possa essere nel settore cinematografico. Infatti in rete ora spopola fra i giovani lo streaming dove si possono spesso trovare migliaia di film in tutte le lingue. Una volta il vedere un film in rete presupponeva scaricarlo o farselo masterizzare dagli amici. La tecnologia streaming ha permesso di abbattere il problema della pesantezza anche se questa cosa ha aumentato le polemiche sui diritti d’autore. Un altro settore molto seguito dai giovani in rete è il settore Sport Live. Infatti anche nel settore sportivo è possibile seguire tutti gli avvenimenti sportivi in tempo reale. Insomma la rete ha proprio rivoluzionato il mondo della fruizione della televisione da parte dei giovani e chissà quali altri diavolerie future seguendo quella che è una vera e propria rivoluzione tecnologica

Visitate cliccascienze.it

È online il nuovo sito cliccascienze.it
Il progetto nasce dal bisogno di aiutare gli studenti nelle loro ricerche sul
web.
Il nostro obiettivo è quello di fornire agli utenti appunti, dispense e altro
materiale utile allo studio e all’approfondimento.

Per rispondere a questa esigenza abbiamo creato il sito www.cliccascienze.it
Per ogni necessità o dubbio è presente un forum, per passare un po’ di tempo è
presente una sezione sulle curiosità scientifiche ed una chat.
Per le ricerche sono presenti le varie sezioni con i diversi argomenti.
Per comunicazioni vi è la sezione news, avvisi e comunicati stampa.

Hanno contribuito alla realizzazione del progetto due giovani Calabresi:

La Redattrice: Maria Gaetana (Tania) Basile
Il Web Master: Osvaldo Lanzillotti.

DAL 20 OTTOBRE 3800 SCUOLE SENZA INTERNET

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di

ScuolaMagazineTwitter.

Con la nota prot. 4173 del 12 settembre 2012 il MIUR comunica che dal 20 ottobre 2012 saranno dismesse tutte le linee ministeriali Fastweb del progetto SPC per le 3800 scuole interessate. Il progetto interessava 3800 scuole presenti nelle zone di digital divide del paese e questo garantiva la connessione ad internet agli istituti coinvolti. Per ripristinare i nuovi collegamenti non è previsto alcun finanziamento sostitutivo.

“Altro che digitalizzazione e scuola 2.0 – dichiara l’Unione degli Studenti – è uno scandalo che dall’inizio dell’anno scolastico il Ministero proclami l’arrivo della scuola dell’innovazione, mentre nel concreto proseguono i tagli alle scuole. Attraverso queste scelte, ben 3800 scuole del paese saranno tagliate fuori dall’utilizzo di internet, ovvero quello che anche l’ONU ha dichiarato un diritto inviolabile”


“Pretendiamo subito che il Ministero garantisca alle scuole l’utilizzo di internet, e queste spese non vadano scaricate sugli studenti con l’aumento dei contributi volontari. E’ necessario invertire immediatamente la rotta e passare dalle politiche di compressione della spesa, al rifinanziamento della spesa in istruzione.”

UNIONE DEGLI STUDENTI

SCUOLE SENZA INTERNET, RISPOSTA DEL MIUR INFONDATA

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di

ScuolaMagazineTwitter.

In risposta al caso dei 3800 istituti cui dal 20 ottobre sarà staccato internet a causa dei tagli, nel pomeriggio sarebbero giunte dal MIUR risposte secondo le quali quest’anno in compenso aumenteranno i fondi alle scuole.

“Per quanto ci riguarda – ribatte l’Unione degli Studenti – il fondo per il funzionamento didattico ed amministrativo quest’anno è rimasto immutato. E’ da quei fondi che le scuole attingono per questo genere di spese e purtroppo, se dobbiamo dirla tutta, dal 2008 sono stati tagliati 8,5 miliardi di euro all’istruzione e le scuole si trovano in situazioni di tale difficoltà da non poter pagare neanche le supplenze in certi casi. Ci farebbe piacere essere smentiti, se è questo il caso il MIUR ce lo dimostri con gli atti, nero su bianco.”


“Se oggi, rispetto a quando è stato finanziato il progetto, esistono tariffe più convenienti, sarebbe bene che il Ministero stipuli una nuova convenzione a livello nazionale visto che le scuole coinvolte insistevano nelle zone del paese interessate dal digital divide, quindi in una situazione di esclusione dall’utilizzo delle tecnologie digitali.”

UNIONE DEGLI STUDENTI

L’offerta sulla rete diventa una startup: nasce AdEsaurimento.it

Che cosa significa vivere un momento di crisi per i più giovani? Significa non avere la possibilità di far circolare le loro idee, significa non avere un posto di lavoro fisso oppure venire sottopagati per anni e anni, significa insomma non poter fare nessun tipo di progetto per il futuro. Questa è una situazione davvero grigia e triste che Giuseppe Piro ha deciso di contrastare in modo intelligente e con grande creatività per garantire ai giovani la possibilità di vivere una vita che possa davvero dirsi degna. Giuseppe Piro possiede un grande network di blog e fa parte del laboratorio di idee Ariapertalab, conosce il web quindi e sa quante potenzialità possano esserci in rete per i giovani. Con la sua start up AdEsaurimento.it, basata su una offerta al giorno, Giuseppe Piro dimostra ai giovani che è possibile creare in poco tempo una realtà di grande interesse direttamente online per lavorare e vivere davvero della propria creatività e delle proprie idee. Questa startup, basata appunto sulle offerte migliori e le promozioni più appetibili sul web, nasce in 24 ore e con soli 1000 €, i giovani quindi possono davvero permettersi di gettarsi a capofitto nella realizzazione delle loro idee e scoprire cosa il web ha in serbo per loro. Il futuro non è poi così difficile insomma da raggiungere e molti successi di start up varate da giovani lo dimostrano.

Tutta la tecnologia e la struttura tecnica che c’è dietro all’idea è stata sviluppata da Rekuest, una delle migliori e più dinamiche web agency italiane.