Archivi categoria: Famiglia

La visura catastale fra i documenti per la Dichiarazione sostitutiva unica e l’ISEE

Per fruire di servizi sociali agevolati, i cittadini devono presentare il Modello ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) 2017 e, dal 16/1/2017, i documenti per la Dichiarazione sostitutiva unica e le relative facilitazioni.

 

Dichiarazione sostitutiva unica

La Dichiarazione sostitutiva unica può essere compilata online, sul sito dell’Inps, o fisicamente presso i Centri di assistenza fiscale e i patronati, le sedi comunali e quelle degli enti che offrono la prestazione sociale agevolata.

 

Dsu e ISEE: visura catastale e altri documenti

Per compilare la Dichiarazione sostitutiva unica bisogna presentare alcuni documenti:

  • Lo stato di famiglia;
  • Il codice fiscale;
  • Un documento d’identità valido;
  • L’ultima dichiarazione dei redditi;
  • L’ultima certificazione dei redditi (l’Unica, che sostituisce il CUD);
  • Il contratto di locazione (se si è in affitto) e la prova del pagamento dell’ultimo mese versato;
  • Il saldo contabile dei depositi postali e bancari;
  • L’estratto conto con indicazione della giacenza media annua dei depositi postali e bancari al 31/12/2016;
  • Le azioni o le quote possedute in società d’investimento collettivo del risparmio;
  • La visura catastale da cui risultano le proprietà immobiliari;
  • Il contratto di assicurazione sulla vita, se presente;
  • I documenti che provino l’esistenza di borse o assegni di studio, assegni per il mantenimento della moglie/marito e dei figli, compensi (anche quelli per attività sportive dilettantistiche), indennità, trattamenti di assistenza o previdenza, redditi esenti-Irpef e redditi percepiti all’estero.

 

Handicap

Se ci sono persone disabili all’interno del nucleo familiare, è necessario fornire la certificazione dell’handicap, con esplicitati il nome di chi l’ha rilasciata e quando e il numero del documento. In più, servono anche le spese sostenute per il ricovero (quando fatto) in strutture residenziali nell’anno prima a quello della presentazione della Dichiarazione sostitutiva unica, o quelle pagate per avere un’assistenza personale, detratte nella dichiarazione dei redditi di due anni prima rispetto a quello della presentazione della Dichiarazione sostitutiva unica.

 

Le agevolazioni ISEE

Sono costituite da:

  • L’assegno statale di maternità. Per questo bisogna presentare domanda sei mesi prima della nascita o dell’ingresso di un eventuale figlio adottivo in famiglia;
  • L’assegno comunale di maternità. Per questo bisogna presentare domanda sei mesi prima della nascita o dell’ingresso di un eventuale figlio adottivo in famiglia;
  • Assegni familiari;
  • Sconti per il pagamento dell’asilo o altri servizi educativi equivalenti e per la mensa;
  • Borse di studio o riduzioni delle tasse universitarie;
  • Bonus per comprare libri;
  • Servizi socio-sanitari a domicilio;
  • Riduzioni sulle bollette domestiche grazie al bonus luce e gas;
  • Bonus bebè;
  • Bonus per gli acquisti delle famiglie;
  • Diminuzione del Canone Rai;
  • Nuovo reddito d’inclusione sociale Carta Sostegno Inclusione Attiva (per contrastare la povertà);
  • Carta acquisti per cittadini over 65 e under 3 anni;
  • Agevolazioni e detrazioni sulle spese scaricabili dell’affitto di un immobile usato come abitazione principale.

Genitori e partecipazione a scuola: Tavola rotonda

Partecipazione dei genitori e organi collegiali: un evento imperdibile si terrà sabato 4 maggio a Livorno con la tavola rotonda “Scuola e Famiglia: elementi di base per la partecipazione”, organizzata dall’Ufficio scolastico regionale in collaborazione con il Forum delle associazioni dei genitori FoRAGS (AGe, Agesc, Cgd e Moige) e la Provincia di Livorno. L’appuntamento è per sabato 4 maggio alle ore 10.00, presso il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno, in via Roma 234.

Nell’occasione sarà presentato il vademecum “Scuola e Famiglia – Gli Organi collegiali”, realizzato dal FoRAGS Toscana e stampato a cura della Provincia di Livorno.
Si discuterà, poi, della partecipazione attiva dei genitori alla vita scolasticaanche in relazione alle recenti “Linee d’indirizzo” per la partecipazione dei genitori e della corresponsabilità educativa(documento del Ministero dell’Istruzione del 22 novembre 2012).

Alla tavola rotonda, moderata da un giornalista, parteciperanno rappresentanti delle Associazioni dei genitori del Forum, degli studenti e la dott.ssa Laura Paolucci, dell’Avvocatura di Stato di Bologna.

”Intendiamo ringraziare l’Ufficio Scolastico Regionale per l’aver coadiuvato l’operato delle organizzazioni di genitori con spirito costruttivo e intelligenza organizzativa –dichiara Claudio Borghesi, coordinatore del FoRAGS Toscana nonché tesoriere AGe Toscana- Le Associazioni appartenenti al FoRAGS toscano sono composte da persone che, seppur diverse per nascita, presupposti culturali e storia, sono state spinte da un comune ideale e da una comune finalità di intenti. Tre anni or sono, il FoRAGS ha coordinato e svolto una serie capillare di assemblee e di corsi di formazione, nell’ambito di ogni Provincia della Toscana”.

”La pubblicazione del libretto –prosegue Borghesi- è stata realizzata con l’intento di permettere una sintetica ma fondamentale preparazione su organi collegiali della scuola e partecipazione. Un interessante “vademecum” rivolto soprattutto ai genitori, che costituiscono la parte per certi aspetti più debole (entrano ed escono negli organi collegiali della scuola nel solo periodo di studio dei figli) e hanno, in tempi relativamente ristretti, poche opportunità di informazione o di formazione adeguate. Questo è uno dei motivi dell’esistenza delle Associazioni dei genitori: dare un’adeguata possibilità formativa e una continuità nel tempo su aspetti normativi che troppo spesso subiscono variazioni anche fondamentali”.

Chi desidera partecipare all’evento, per motivi organizzativi, è necessario che si pre-iscriva collegandosi all’indirizzo:

https://docs.google.com/spreadsheet/viewform?formkey=dDdsS3BBM2VleVlFSExOYml0TkdkVnc6MQ

e compilare interamente il modulo, dove sarà possibile indicare anche suggerimenti di discussione relativi al tema, entro e non oltre il 30 aprile 2013.

Il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno è raggiungibile dalla Stazione FS Livorno Centrale con l’autobus 8 nero, che ha una frequenza di circa 20 minuti e impiega 15’ a raggiungere piazza Matteotti; da qui bastano 5’ a piedi per raggiungere il Museo, situato in via Roma 234.

Per chi fosse impossibilitato a partecipare, il manuale “Scuola e Famiglia – Gli Organi collegiali” è scaricabile gratuitamente dalla rubrica Documenti del sito associativo www.agetoscana.it , come pure il libro di Sara Ruffo “Il Consiglio d’istituto: cosa è, come (non) funziona”.

Per eventuali ulteriori informazioni specifiche è possibile contattare, presso l’USR Toscana:
–  prof.ssa Cristina Benvenuti, tel. 0552725236, e-mail: cristina.benvenuti@istruzione.it

e per l’A.Ge. Toscana:
–  Rita Manzani Di Goro, tel. 328 8424375, e-mail: agetoscana@age.it

Circolare Ufficio scolastico regionale inviata alle scuole

Linee Guida per la partecipazione e la corresponsabilità educativa

Cosa sono i FORUM dei genitori


Unisciti alla Community della Scuola Pubblica

Convegno sui figli nei procedimenti di separazione e divorzio

Prosegue il ciclo di incontri di approfondimento organizzato dalla Camera Civile, il Tribunale, il Consultorio Familiare e l’Ordine degli Avvocati di Rimini su “I figli nei procedimenti di separazione e di divorzio fra diritto e psicologia”.

Il percorso formativo prevede cinque giornate di studio iniziate nel novembre del 2012 per terminare nel mese di marzo di quest’anno, che intendono rappresentare dei momenti di riflessione e di ricognizione per condurre a protocolli operativi condivisi.

Il prossimo appuntamento si terrà domani giovedì 14 febbraio al Centro Congressi SGR dalle ore 14.30 e avrà come tema “Gli interventi psicosociali di chiarificazione e di aiuto ai legami familiari”, moderatore la dott.ssa Chiara Brillanti.

Vari gli interventi previsti affrontati da esperti del settore durante la giornata di studio. Si parlerà nello specifico di affido e custodia dei figli, di sostegno al bambino e alla famiglia nei casi di separazione e dei criteri per la valutazione della capacità genitoriale.

Prossimo appuntamento giovedì 28 febbraio sempre al Centro Congressi SGR.

Quando i genitori si separano

Capita sempre più spesso che coppie con figli decidano di separarsi e non sempre questo accade “senza esclusione di colpi”. I primi ad accusare tali colpi sono proprio i ragazzi che si ritrovano feriti e spaesati proprio nell’età in cui, per la loro crescita, hanno bisogno di serenità e sicurezza in famiglia. Per quanto i genitori si sforzino di non fare del male ai propri figli, è difficile che i ragazzi non soffrano almeno un po’ per il cambiamento che vedono nelle loro vite. Nessuno vorrebbe mai affrontare il dolore del divorzio e della fine di una storia, ma quando l’affinità di coppia viene a mancare, separarsi appare inevitabile.

La scuola ha un ruolo estremamente importante in situazioni come questa e ha il dovere di offrire supporto ai bambini e ai ragazzi che stanno vivendo una separazione in famiglia. Occorre prestare più attenzione ai cambiamenti che possono avvenire negli studenti e far capire loro che l’insegnante non è soltanto un “giudice” ma anche un educatore e un sostegno concreto per i propri allievi. È necessario che maestri e professori abbiano cura dei loro studenti e che valutino la loro condotta a 360 gradi, tenendo quindi conto della realtà che vivono. Un bambino che vive con un genitore da poco single, ad esempio, ha bisogno che la sua condizione non venga messa in evidenza. In molti casi l’affidamento dei figli avviene in maniera serena e consensuale, ma quando non è così è bene che l’insegnante si informi su quello che sta accadendo nella vita del proprio alunno. La scuola è il principale educatore insieme alla famiglia e per scongiurare disagi e isolamento deve assicurare ai ragazzi una presenza forte e sicura.