Archivi categoria: dirigenti scolastici

Modalità per la destinazione all’ estero dei Dirigenti Scolastici

I dirigenti scolastici interessati a fare domanda per l’estero potranno proporre la propria candidatura con il termine perentorio per la fissato al 4 aprile 2011. Fra l’altro nei giorni passati ci sono state delle comunicazioni errate. Quindi occhio alle date.

Gli interessati possono consultare questo articolo pubblicato sul sito di Cisl Scuola:

http://www.cislscuola.it/content/20110310-estero-news-112011-rettifica-contingente-e-posti-dirigenti .

Cisl Scuola Sassari: un corso di preparazione per il Concorso Dirigenti Scolastici

La CISL Scuola di Sassari in collaborazione con l’Irsef – Irfed organizza un corso di preparazione per il concorso Dirigenti Scolastici la cui selezione sarà accessibile a tutti i docenti laureati con 5 anni di ruolo compreso l’anno in corso.
Il corso avrà la durata di 40 ore, si svolgerà nei mesi di marzo, aprile e maggio con un incontro settimanale. Il contenuto delle lezioni sarà finalizzato a fornire una preparazione generale, funzionale al superamento dei test selettivi che rappresenteranno la prima prova di sbarramento per procedere nel percorso concorsuale.
Il corso sarà tenuto da Prof. Luigi Gallucci, eminente figura della dirigenza scolastica nella provincia di Sassari e in Sardegna, nonché formatore MIUR.
Per maggiori informazioni scrivere a cislscuolasassari@tiscali.it  e chiedere di essere contattati per partecipare all’incontro preliminare di presentazione del corso che avverrà nelle prossime settimane.
Altre informazioni sul sito www.cislscuolasassari.it

Presidi siciliani: sit-in a oltranza davanti al Miur

Sede del Miur, in viale Trastevere: continua il sit-in dei 426 dirigenti scolastici vincitori del corso-concorso ordinario del 2004, anche e soprattutto visti gli ultimi risvolti che sembrano auspicare una veloce risoluzione della vicenda. «La mobilitazione proseguirà – spiegano i membri del Coordinamento regionale – a fianco degli organi ministeriali e della deputazione parlamentare, con un presidio operante una volta la settimana e comunque ogni qualvolta si renderà necessario per evitare che l’iter avviato possa arenarsi».
In particolare, nei prossimi giorni, una delegazione del Coordinamento sarà presente in Parlamento per seguirne i lavori, mentre un gruppo proseguirà il presidio «a conferma dell’impegno serio e responsabile di Dirigenti dello Stato – continuano – che pur garantendo la piena funzionalità delle strutture loro assegnate, perseguono nei modi e nelle sedi opportune il soddisfacimento dei loro diritti. Ciò è necessario per restituire serenità alle scuole siciliane e ai presidi che le guidano, che hanno finora gestito con grande professionalità gli istituti loro assegnati, prodigandosi con azioni reali e concrete che, di fatto, stanno facendo “rinascere” le realtà scolastiche regionali, come dimostrano tutti i risultati ampiamente conseguiti».

I FATTI – Le commissioni esaminatrici del corso-concorso ordinario del 2004, hanno operato allo stesso modo, sulla base degli stessi criteri e seguendo la stessa procedura su tutto il territorio nazionale (in conformità con il DPCM n. 341/2001, con il bando di concorso e con successive direttive ministeriali ), ma solo il concorso che si è svolto in Sicilia è stato travolto dalle decisioni del CGA, per un vizio (violazione del principio del collegio perfetto) che non è stato ritenuto tale nel resto del paese con sentenze ormai definitive, ultime delle quali rese in data 16 ottobre – 15 dicembre 2009 (n. 7964 e n. 7965) dalla Sesta Sezione del massimo consesso amministrativo, il Consiglio di Stato. «Il paradosso, quindi, è che in Sicilia non viene ritenuto valido dal CGA ciò che viene ritenuto tale dal Consiglio di Stato per il resto d’Italia!», concludono i rappresentanti del Coordinamento.

Nuovi spiragli per i presidi siciliani congelati

Un punto a favore della battaglia intrapresa dal Coordinamento regionale dei 426 dirigenti scolastici siciliani (vincitori del concorso ordinario del 2004), dopo il lungo sit-in a Roma, davanti alla sede del ministero: ieri – 7 ottobre – infatti presso la sede del Miur si è svolto l’incontro tra una delegazione del Coordinamento e la rappresentanza del ministero, a cui hanno preso parte il Capo della segreteria tecnica del ministero Gianni Bocchieri, il segretario particolare di Giuseppe Pizza (sottosegretario di Stato) Marco Romano, il Capo dipartimento del Miur Giovanni Biondi, l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione della Regione Siciliana Mario Centorrino e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Flcgil e Cisl Scuola.

Durante l’incontro i delegati del Miur hanno confermato le notizie già anticipate da esponenti parlamentari di Camera e Senato, sostenitori del disegno di legge Siragusa – Lo Monte, con particolare riguardo all’accelerazione impressa dall’autorizzazione dell’Assemblea di Palazzo Montecitorio all’assegnazione del disegno di legge alla I Commissione in sede legislativa.

Il Coordinamento dei dirigenti scolastici siciliani esprime «forte apprezzamento per il proficuo lavoro svolto dal Miur e dai Parlamentari a sostegno della battaglia intrapresa in favore di una sollecita ed ottimale soluzione della vicenda concorsuale, prendendo atto dell’importante risultato ottenuto dalla mobilitazione permanente iniziata dal coordinamento dallo scorso 21 settembre, e ribadendo l’intenzione di non desistere dalla dura lotta intrapresa e che continuerà a fianco degli organi ministeriali e della deputazione parlamentare al solo scopo di sollecitare una rapida ed equa soluzione del problema che da troppo tempo assilla la scuola siciliana e che soddisfi gli interessi di tutte le parti coinvolte».

Ipotesi di CCNL per i Dirigenti Scolastici

Dirigenti Scolastici: ipotesi di CCNL. L’iter in fase conclusiva. A seguito della recente espressione di parere positivo emessa dal Governo sull’Ipotesi del rinnovo del CCNL della “V Area – Dirigenti Scolastici”, il contratto medesimo è stato trasmesso tempestivamente alla Corte dei Conti che l’ha assunta al proprio protocollo venerdì scorso, 25 giugno.

Ai sensi della tempistica disposta dall’art. 47 del Decreto Legislativo 165/01, così come modificato dal Decreto Legislativo 150/09, la Corte dispone di 15 giorni (a decorrere da lunedì 28 giugno) per procedere alla certificazione dei costi contrattuali, decorsi i quali detta certificazione si intende effettuata positivamente, con la conseguente autorizzazione al Presidente dell’ARAN alla definitiva sottoscrizione del CCNL.

Tenendo conto che dal computo si escludono il sabato e le giornate festive, il “silenzio-assenso” scatterà – in assenza di rilievi – venerdì 16 luglio 2010.

La CISL Scuola conferma il proprio impegno – assunto (e fin qui attivamente e puntualmente onorato) nella dichiarazione del suo Segretario Generale, Francesco Scrima, resa lo scorso 20 giugno – “a sollecitare tutti i soggetti politici e istituzionali al rapido espletamento delle procedure necessarie alla stipula definitiva del contratto … senza ulteriori ritardi che risulterebbero colpevoli oltre che ingiustificati”.

Siamo sulla strada giusta. E’ il meno che dobbiamo attenderci dopo una trattativa protrattasi per oltre 14 mesi e riferita ad un contratto scaduto da oltre 4 anni e mezzo.

Dirigenti scolastici: il concorso in Sicilia

Dirigenti Scolastici: rinnovazione delle prove del concorso indetto in Sicilia. Esiti incontro al MIUR. Comunicato unitario
Ieri pomeriggio, 14 giugno, presso il MIUR, le Organizzazioni Sindacali Flc CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, Snals Confsal e Anp Cida, a seguito di specifica richiesta, hanno incontrato – insieme ad un delegazione dei dirigenti scolastici siciliani coinvolti nella vicenda della rinnovazione della procedura concorsuale – il dott. Bocchieri, consigliere del Ministro e il dott. Di Stefano, Direttore dell’USR Sicilia.

Nel corso dell’incontro le Organizzazioni Sindacali hanno rappresentato la grave situazione che stanno vivendo i 426 dirigenti scolastici dell’ultimo concorso ordinario, in servizio in Sicilia e in altre regioni, a causa delle sentenze del Consiglio di Giustizia Amministrativa della Sicilia.

Le Organizzazioni Sindacali hanno unitariamente rinnovato la richiesta di incontro con il Ministro ed evidenziato, anche tenendo conto dei nuovi diversi orientamenti della magistratura, la necessità che venga assunta la responsabilità di trovare al più presto una soluzione politica.

L’Amministrazione ha comunicato alle Organizzazioni Sindacali ed alla delegazione dei dirigenti siciliani che è impegnata per dare la massima attenzione al problema, ricercando tutte le possibili soluzioni sia sul piano amministrativo, con riferimento all’ultimo intervento del CGA (il Consiglio di Giustizia Amministrativa che esercita in Sicilia le funzioni consultive e giurisdizionali spettanti alle sezioni regionali del Consiglio di Stato, n.d.r.), che sul piano politico-legislativo.

COMUNICATO STAMPA
Oggi pomeriggio, presso il MIUR, le Organizzazioni Sindacali FLC CGIL, CISL SCUOLA,
UIL SCUOLA, SNALS CONFSAL e ANP CIDA hanno incontrato – insieme ad un
delegazione dei dirigenti scolastici siciliani coinvolti nella vicenda della rinnovazione
della procedura concorsuale – il dott. Bocchieri, consigliere del Ministro e il dott. Di
Stefano, Direttore dell’USR Sicilia.
Nel corso dell’incontro le Organizzazioni Sindacali hanno rappresentato la grave
situazione che stanno vivendo i 426 dirigenti scolastici dell’ultimo concorso ordinario,
in servizio in Sicilia e in altre regioni, a causa delle sentenze del Consiglio di Giustizia
Amministrativa della Sicilia.
Le Organizzazioni Sindacali hanno unitariamente rinnovato la richiesta di incontro con
il Ministro ed evidenziato, anche tenendo conto dei nuovi diversi orientamenti della
magistratura, la necessità che venga assunta la responsabilità di trovare al più presto
una soluzione politica.
L’Amministrazione ha comunicato alle Organizzazioni Sindacali ed alla delegazione dei
dirigenti siciliani che è impegnata per dare la massima attenzione al problema,
ricercando tutte le possibili soluzioni sia sul piano amministrativo, con riferimento
all’ultimo intervento del CGA (il Consiglio di Giustizia Amministrativa che esercita in
Sicilia le funzioni consultive e giurisdizionali spettanti alle sezioni regionali del
Consiglio di Stato, n.d.r.), che sul piano politico-legislativo.
Roma, 14 giugno 2010
I Segretari Generali:
FLC CGIL: D. Pantaleo
CISL SCUOLA: F. Scrima
UIL SCUOLA: M. Di Menna
SNALS CONFSAL: M. P. Nigi
ANP CIDA: G. Rembado