Archivi autore: admin

Lavori online per il post-studio, quali sono i più gettonati?

Il mondo del lavoro si è evoluto negli ultimi anni. Molti giovani hanno smesso di cercare nel periodo post-scolastico occupazioni tradizionali e si lanciano sempre di più nel digital, scegliendo tra i vari lavori che possono essere svolti online, quelli che maggiormente si adattano alle loro passioni, agli studi seguiti e le competenze che hanno acquisito.

Aprire partita IVA e mettersi in proprio era considerato fino a pochi anni fa un’esperienza terrificante, un salto nel buio da fare solo se costretti oppure, avendo le spalle coperte per un po’. Per tanti giovani oggi è diventata un’opzione appetibile perché non solo consente di sviluppare le proprie idee in modo autonomo, ma è anche l’alternativa alla sempre più fumosa idea di lavoro a tempo indeterminato.

Tra giovani che iniziano a lavorare come freelance mentre ancora studiano all’università, quelli che in Italia o all’estero avviano un’impresa dopo gli studi, tra nomadi digitali e chi invece sta ancora valutando il percorso più adatto, il digital travolge tante persone desiderose di poter fare qualcosa che amano, a modo loro, con i vantaggi e i rischi che ne conseguono.

Quali sono i lavori online più gettonati quindi?

  • Web Designer: il web designer è colui che progetta le interfacce del sito web. Spesso si occupa anche di brand identity, di comunicazione e della grafica del sito in ogni suo particolare.
  • Copywriter: chi si occupa di SEO Copywriting lavora online, realizzando per le aziende le pagine dei servizi e quella about così come gli articoli del blog. Cura la strategia di comunicazione e ricopre un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione interna di un sito web!
  • SEO Manager: Il suo compito è di ottimizzare un sito web per migliorare il suo posizionamento sui motori di ricerca. Interviene sulla SEO on site e off site.
  • Assistente virtuale: fino a poco tempo fa era una professione davvero poco nota. E’ un po’ la classica assistente, solo che lo fa online e molto spesso si occupa anche di qualcosa in più. Dalla gestione dell’agenda lavorativa e degli appuntamenti, dal rispondere alle email fino a realizzare le presentazioni in powerpoint, scrivere gli articoli per il blog, curare i social network.
  • Video Marketer: si occupa di produrre i video per le aziende, parte integrante del content marketing. Produce, gestisce e ottimizza la comunicazione attraverso i video.
  • Web Project Manager: è colui che deve dirigere un progetto nei suoi molteplici aspetti. Sulle sue spalle ha molte responsabilità. Si occupa dell’andamento del front end ma anche dell’user experience. Coordina la parte grafica, alcune volte anche quella del customer service. Il suo compito è quello di individuare le migliori strade per un business, per farlo crescere e sviluppare.
  • Digital Strategist: decide le migliori strategie del web marketing che servono a promuovere sia il brand che i prodotti.
  • Social Media Manager: abbreviato anche in SMM. Il suo lavoro è sui Social Network e cura la comunicazione delle aziende su questi specifici canali. Lo fa per aziende, liberi professionisti, personaggi pubblici o realtà no profit. Ogni azione che compie è gestita da una strategia. Crea i contenuti ma anche il piano e il calendario editoriale. Alcune volte gestisce le discussioni.

Sono altri gli sbocchi online. Spesso non ci sono studi specifici ma occorre fare tanta pratica, studiare sui libri e seguire dei corsi professionali per imparare e aggiornarsi sempre!

Prevenzione e cura dei disturbi uditivi

La prevenzione è sicuramente l’arma più potente in nostro possesso per riuscire ad evitare di incorrere in disturbi uditivi di varia entità. Per prevenire questi disturbi è di fondamentale importanza cercare di evitare di stare a contatto in modo frequente e costante con rumori davvero molto intensi. Può capitare che rumori di questa tipologia non possano essere evitati per motivi di lavoro: in questo caso è necessario optare per gli strumenti di prevenzione oggi disponibili in commercio e in realtà obbligatori per legge, che il vostro stesso datore di lavoro quindi vi dovrebbe fornire. Anche l’utilizzo che oggi tutti quanti facciamo in modo a dir poco spropositato delle cuffie per ascoltare la musica o per rispondere alle telefonate, deve essere quanto più possibile limitato, e soprattutto è importante cercare di tenere il volume basso. Una corretta igiene del canale uditivo è altrettanto importante, per evitare che l’eccesso di cerume possa rendere difficoltoso l’ascolto dei suoni che provengono a noi dall’esterno.

Tutte queste misure di prevenzione sono importanti, ma è necessario ricordare che purtroppo da sole non possono garantire che l’udito resterà sempre impeccabile. È possibile infatti incorrere senza neanche rendersene conto infatti in un’infezione, in una malattia, in una lesione, così come è possibile andare incontro ad una normale, naturale, fisiologica degenerazione dei tessuti, tipica soprattutto dell’avanzare dell’età. Anche se inizialmente è forse difficile comprendere che cosa sta accadendo, tutte queste condizioni offrono dei veri e propri campanelli di allarme: chiunque si trovi a viverle sente di non riuscire ad ascoltare nel modo adeguato i suoni e i rumori, fa fatica a dialogare infatti con gli altri, ad ascoltare la televisione, a captare suoni come quello della sveglia o il trillo del telefono.

Sottovalutando questi campanelli di allarme, come purtroppo spesso accade, è possibile compromettere una situazione che sarebbe potuta tornare invece alla normalità in modo molto semplice.

Non ignorate, dunque, i campanelli d’allarme che il vostro udito vi manda e che i vostri cari vi fanno notare: è importante essere tempestivi nel prenotare un check up acustico presso un otorinolaringoiatra o un audioprotesista, per testare le vostre capacità uditive e per trovare la soluzione migliore per le vostre specifiche esigenze.

Non possiamo che consigliare a tutti coloro che vivono un qualsiasi problema di udito di connettersi al sito internet ufficiale di InfoUdito. Il sito consente di avere un primo approccio al problema e di ottenere delle informazioni chiare e semplici sui vari disturbi in cui è possibile incorrere. Direttamente dal sito inoltre è possibile richiedere un appuntamento gratuito presso un centro specialistico, il primo passo verso la risoluzione di ogni problema uditivo. Quando andrete finalmente presso il centro a voi più comodo e prenoterete un primo appuntamento gratuito troverete uno staff di specialisti altamente qualificati, pronti ad aiutarvi e che a illustrarvi le innumerevoli soluzioni disponibili adatte per ogni tipo di problema e anche ovviamente per ogni tasca. Vi ricordiamo che InfoUdito fa parte del famoso gruppo danese William Demant, leader a livello internazionale nello sviluppo, progettazione e produzione di prodotti dedicati all’udito, un gruppo che ha fatto della tecnologia e della ricerca di soluzioni all’avanguardia la sua priorità, affidabile e perfetto per i vostri problemi.

La Ricetta della Maestra Patrizia: “La Mia Classe? Libri Scandinavi e Lezioni da 45 Minuti”

Precisamente un anno fa sono andato a Lucca per conoscere Patrizia. Patrizia è un’insegnante di matematica dell’istituto comprensivo L. Radice. Cos’ha di speciale questa maestra? Un’infinità di sorprese da scoprire…

Prima di osservare queste sorprese è doveroso iniziare con una mia breve presentazione: mi chiamo Francesco Gengaroli, ho 24 anni, sono laureato in scienze politiche e da più di un anno mi interesso di educazione innovativa.

Ma chi è Patrizia?

Per scoprire i suoi incredibili segreti sono andato a trovarla.

Patrizia è una persona cordiale, allegra ma soprattutto una maestra che adotta un metodo d’insegnamento molto originale. Vi spiego meglio. Patrizia insegna matematica utilizzando un libro di testo in lingua finlandese. E non solo lei, anche i suoi studenti della scuola primaria adoperano lo stesso libro. Durante quest’ultimi anni, attraverso questo metodo, i suoi alunni sono riusciti a ottenere dei risultati straordinari, al di sopra della media dei loro coetanei.

Ma cos’ha di speciale questo libro?

Patrizia tiene a sottolineare che Matikka è un libro che comprende esercizi matematici dove il testo scritto è ridotto al minimo indispensabile, mentre le immagini giocano un ruolo dominante. “Per i bambini è molto più semplice risolvere problemi di questo tipo”. Spiega.

Un buon libro di matematica deve contenere immagini significative e poche parole, e deve soprattutto sviluppare la logica del bambino. A differenza dei libri italiani quelli finlandesi propongono agli alunni un approccio più naturale: non vogliono riempire dei contenitori vuoti ma stimolare lo studente.

Tutto qui? No davvero.

Un ulteriore metodo educativo che Patrizia adotta è proprio quello che viene utilizzato nelle scuole finlandesi: le sue classi svolgono per ogni ora di lezione 45 minuti di studio e 15 minuti d’intervallo. “Gli studenti restano più concentrati e nel lungo periodo è molto più efficiente”.

Durante la seconda ora di lezione i bambini hanno raccontato i compiti che hanno svolto durante le vacanze estive. “Ho giocato a palla con i miei genitori” dice un bambino. “Ho fatto una torta con mia mamma” ripete un’altra bambina. “Io e mia sorella abbiamo fatto gli origami” e così via, fino a che tutti non hanno raccontato una loro esperienza estiva significativa. “Le vacanze servono per divertirsi, per rilassarsi e per stare insieme alla propria famiglia” conclude Patrizia.

Quale bambino non sogna di trascorrere delle vacanze così?

Per concludere, è doveroso sottolineare come i genitori siano in pieno accordo con la maestra su questo tipo di proposta educativa. Addirittura supportandola. Niente è lasciato al caso.

Credo che alla fine di questa storia ognuno possa trarre le conclusioni che crede. Io posso soltanto dire di essere rimasto particolarmente colpito dall’entusiasmo coinvolgente di Patrizia e dalla gioia che questi bambini mi hanno trasmesso durante l’intera giornata.

m

Rilegature: un dettaglio da non sottovalutare

Capita spesso che le aziende abbiano la necessità di stampare documenti composti da molte pagine, pagine che ovviamente devono essere rilegate tra loro per fare in modo che sia possibile consultare quel documento in modo semplice e veloce. Capita altrettanto spesso che gli addetti alla stampa di questi documenti ne curino in modo davvero intenso la professionalità e l’aspetto, correggendo la bozza, cercando di integrare i testi con immagini, grafici e tabelle, cercando di dare vita magari anche ad una bella copertina e scegliendo il formato migliore, la carta più interessante, la tipologia di stampa più adatta, senza pensare invece alla rilegatura.

La rilegatura è un dettaglio che viene infatti sottovalutato nella maggior parte dei casi, considerato di poco conto, di secondaria importanza. Possiamo invece assicurarvi che non è affatto così. La rilegatura scelta infatti consente di contribuire alla resa estetica del documento in formato cartaceo che presenterete e alla sua capacità espressiva, un dettaglio insomma assolutamente da non sottovalutare e da scegliere con estrema cautela.

I tipi rilegatura oggi disponibili sono davvero innumerevoli. Passiamo al vaglio quelli più utilizzati, così che per voi sia più semplice scegliere quelli più adatti per la realizzazione dei vostri documenti aziendali:

  • La rilegatura con punto metallico e quella con spirale sono le più semplici oggi disponibili in commercio, le più veloci da realizzare e anche le più economiche. Si tratta della scelta ideale per cataloghi, listini, libri contabili, fascicoli promozionali, ma anche calendari, agende o taccuini da utilizzare all’interno dell’azienda o come gadget aziendale. Ricordate sempre che la rilegatura a spirale consente di girare le pagine a 360° garantendo una semplicità di consultazione semplicemente eccellente. La rilegatura con punto metallico e quella a spirale non possono essere considerate molto eleganti. Prestate quindi molta attenzione all’occasione in cui dovete presentare una comunicazione aziendale in formato cartaceo: nel caso in cui si tratti di un evento ben preciso, importante, in cui avrete a che fare con persone che stanno al vertice, forse non si tratta della scelta ideale.
  • La rilegatura brossura fresata-grecata prevede l’utilizzo di un’apposita colla per mettere insieme le pagine con la copertina. Si tratta di una soluzione ancora piuttosto economica, ma allo stesso tempo la resa estetica che garantisce è sicuramente molto più elegante e ricercata.
  • La brossura cucita filo refe è infine la soluzione in assoluto più elegante, ricercata, raffinata, di più elevata qualità, la scelta ideale insomma in tutte quelle situazioni in cui dovete davvero dare il meglio di voi stessi, in cui dovete davvero dimostrare la professionalità dell’azienda e il suo essere al di sopra di tutte le altre aziende del settore.

Non possiamo ovviamente che consigliarvi di fare affidamento solo sulle migliori aziende che si occupano di stampa e di rilegatura, così da avere la certezza di poter disporre di un catalogo di opzioni davvero molto vasto e da trovare ogni soluzione per i vostri documenti e per la comunicazione aziendale. Non solo, se farete affidamento sulle realtà che operano direttamente online, avrete anche la possibilità di progettare i vostri documenti da computer, smartphone e tablet senza neanche muovervi quindi dall’ufficio e riuscendo a risparmiare davvero molti soldi, altro dettaglio questo assolutamente da non sottovalutare, non è forse vero?

Come proteggere la casa con un antifurto

Gli allarmi casa sono da considerare la scelta decisiva e inevitabile per la protezione della casa e dei propri cari.

Per scegliere al meglio un impianto d’allarme è sempre opportuno richiedere l’aiuto di professionisti del settore che sono in grado, dopo aver ispezionato lo spazio da mettere in sicurezza, di progettare la soluzione migliore per proteggere il vostro immobile, interno ed esterno.

Tutti quelli che desiderano avere una visione d’insieme riguardo gli allarmi per la casa, possono visitare il sito Antifurtocasawireless.eu, dove si troveranno tantissime informazioni  per approfondire l’argomento.

Proprio all’interno di questo sito professionale, scritto da utenti del settore, si può iniziare a capire quante varianti di sistema d’allarme esistono. Ogni modello e composizione serve a soddisfare determinate esigenze.

La tecnologia, in questo settore, ha fatto grandi progressi che hanno permesso di offrire una scelta di elevata qualità riguardo questi articoli di grande utilità. Tutto tiene conto delle svariate esigenze del cliente e dei budget a disposizione.

Tutti sappiamo della crescita esponenziale dei crimini legati ai furti nelle abitazioni. Anche loro, purtroppo, si sono evoluti. Non si limitano più ad entrare con un piede di porco in un casolare isolato, sono diventati sempre più arroganti e  non si pongono nessun problema ad entrare in appartamenti posti in palazzi abitati, oppure di entrare in casa anche quando c’è gente.

Proprio per questo motivo, un impianto di sicurezza è diventato indispensabile per tutelare i propri bene e la propria incolumità.

Informarsi sugli allarmi per casa

Visitando Antifurtocasawireless.eu è possibile, anche per un profano, trovare quelle nozioni indispensabili per capire quale potrebbe essere al soluzione migliore per la propria abitazione.

Essere consapevoli di come è composto un impianto d’allarme è il primo passo da fare per agire contro chi vuole destabilizzare la nostra serenità.

Valutare le differenze, conoscere i componenti di un impianto allarme casa, valutare le varie soluzioni, chiedere informazioni e consigli, fornire i dati dell’area da tutelare, la composizione degli ambienti, l’ampiezza, la posizione, gli accessi: sono tutti passi necessari per raggiungere il fine.

Che si sia optato per far installare l’impianto dal tecnico o si sia scelto un kit fai-da-te, è importante conoscere nel dettaglio la soluzione scelta. La consapevolezza di come è costruito l’impianto d’allarme aiuta a sfruttare appieno tutte le sue potenzialità. Solo questo garantirà la sicurezza più elevata. In effetti, avere un impianto antifurto professionale e non usarlo, non serve a molto. Gli impianti moderni offrono molte funzioni, meglio conoscerle tutte e saperle usare in caso di necessità, non limitarsi a inserisco/disinserisco.

Come dicevamo, il panorama delle offerte presenti sul mercato è molto vasto e variegato: modelli, caratteristiche, costi, performance sono tutte qualità da valutare al momento dell’acquisto e, se siete completamente a digiuno dell’argomento, meglio farsi sostenere e consigliare da un tecnico specializzato che vi aiuterà a costruire l’impianto su misura.

Neppure i condomini sono più al sicuro! Effrazioni e intrusioni indesiderate sono diventate all’ordine del giorno e continuano a creare tensioni e timori in chi vive costantemente con questa minaccia. Per questo motivo anche gli appartamenti all’interno di un palazzo, oltre ad essere muniti di antifurto passivi (portoncini blindati, vetri antisfondamento, infissi antieffrazione), devono essere muniti di sistema d’allarme.

Allarmi casa oggi

Oggi la tecnologia permette di tarare gli antifurto in maniera personalizzata e questo garantisce massima libertà di movimento, rispetto agli antifurto vecchi e obsoleti. Molti sono gestibili attraverso App da remoto. Siete in giro e sapete che arriva la donna delle pulizie? Perfetto, dal vostro smartphone disattivate l’allarme e lo riattivate quando se ne va, senza dover rilasciare codici o telecomandi a nessuno. Questo aumenta la sicurezza dell’apparato poiché dover lasciare in giro dati del proprio sistema antifurto è sempre pericoloso. Siete usciti di casa di corsa, oberati da mille pensieri e all’improvviso vi ricordate di non aver inserito l’allarme? In un attimo lo inserite dal tablet e continuate serenamente la vostra giornata. Il vantaggio e la comodità di un antifurto gestito da App è indiscutibile e incontrovertibile, oltre che più sicuro.

Le cifre che si spendono per mettere in sicurezza la propria casa , sono rapportate al sistema che si sceglie ma guadagnare in tranquillità e sicurezza non ha valore. Inoltre con la legge di stabilità, per il 2017, sono state inserite le detrazioni del 50% per chi attiva sistemi di protezione per la casa e la propria persona.

L’aiuto di un’azienda che progetta, produce, vende e installa impianti d’allarme casa ad alta tecnologia, come AntifurtoCasa365.it, è indispensabile per evitare errori di valutazione, anche quelli più pacchiani. Una proprietà, ad esempio, va difesa anche nella parte esterna per evitare che qualcuno riesca ad accedere, ad esempio, attraverso il giardino. Un sistema d’allarme esterno permette di stare tranquillamente in casa mentre l’impianto protegge da qualsiasi intrusione impedendo l’avvicinamento all’abitazione, quindi massima sicurezza mentre si vive nel proprio ambiente domestico. Alcuni allarmi permettono anche di mantenere il controllo attivo in alcuni ambienti e disattivarlo in altri, quindi massima comodità e tutela per chi abita l’immobile. Inoltre i sistemi d’allarme si  possono dotare  anche di sensori gas, fumo e allagamento. Questi funzionano come e con il sistema d’allarme, ma vi avvisano in caso si presentino delle anomalie, quindi tutela completa anche per le abitazioni che restano disabitate per lungo tempo, come le case al mare o in montagna. Un messaggio push vi allerterà in modo che possiate far scattare i controlli del caso.

Il tecnico, tramite un sopralluogo in cui valuterà tutte le varianti da applicare alla progettazione dell’impianto dall’allarme, sarà in grado di fornirvi la migliore soluzione con relativo preventivo dettagliato in ogni sua voce e completa.

Se decidete di optare per un kit fai-da-te, su AntifurtoCasa365.it, troverete tutti i manuali e i video per l’installazione, inoltre i tecnici resteranno comunque sempre a vostra disposizione per fornirvi qualsiasi chiarimento o dissipare eventuali dubbi.

La consulenza è sempre consigliabile, onde evitare di perdere tempo con qualcosa di inadatto per la propria abitazione, ma sul sito di AntifurtoCasa365.it è possibile configurare il proprio kit fai-da-te in modo veramente pratico e soddisfacente.

La garanzia e l’assistenza, accompagneranno il vostro impianto prima e dopo l’installazione.

 

Il visto per una vacanza studio in Australia

Il visto per studiare in Australia

La vacanza studio in Australia è un'occasione per un'esperienza formativa unica, in un Paese con strutture e istituzioni all'avanguardia in questo campo.
Per molti studenti è un'opportunità per perfezionare il proprio inglese, anche in campo tecnico e nelle migliori università.
Gli studenti delle scuole superiori possono avere il primo approccio con questa lingua che è tra le più diffuse al mondo, utile in ogni ambito della vita.
Per accedere alla vacanza studio in Australia è necessario eseguire tutte le pratiche per la richiesta di un visto chiamato Student Visa. Sul sito www.australia-eta.com/fr si possono approfondire gli aspetti di questo indispensabile documento.
Si richiede direttamente collegandosi al Dipartimento dell'Immigrazione e avviene tutto online, comodamente da casa. È bene farne richiesta con ampio anticipo, anche un mese, per ottenere la risposta in tempi utili tramite email. Per la richiesta del visto Student Visa è necessario essere in possesso del Codice di Conferma d'Iscrizione al corso (detto COE).
Questo visto è quello più indicato per gli studenti con un'età superiore a 31 anni, e che hanno anche intenzione di lavorare durante la permanenza. In tal caso sarà possibile farlo per un monte settimanale di 40 ore. Lo stesso visto permette d'inserire anche dei familiari, come marito, moglie e figli.
Per avere un'esperienza di studio-lavoro in Australia con questo visto non ci sono limiti di età ed è adatto anche agli studenti tra i 16 e i 30 anni che faranno una permanenza breve. Dura un anno e permette quindi di ripetere l'esperienza più volte, come riportato anche sul sito www.australia-eta.com/fr.

Perché scegliere una vacanza studio in Australia

Una vacanza studio in Australia, oltre ad essere un'esperienza di grande rilevanza per il curriculum e la carriera universitaria, può essere utile anche per gli studenti della scuole superiori. Di solito la vacanza studio ha una durata di 4 settimane, durante le quali gli studenti dai 14 ai 17 anni riescono a integrarsi perfettamente nel sistema scolastico australiano, entrando a diretto contatto con una gestione molto differente da quella italiana. L'interesse suscitato nei ragazzi da questo Paese è quello della novità, dei luoghi estremamente particolari, di città, mare e campagna che convivono armoniosamente ed esercitano un grande fascino.
Le 4 settimane rimangono un periodo sorprendente di nuove conoscenze, esperienze e novità, che rimangono per tutta la vita come una porta aperta verso il mondo.
Per gli studenti universitari è un'occasione altrettanto importante per arricchire le proprie conoscenze, ampliare gli orizzonti in vista dell'entrata nel mondo del lavoro e raggiungere traguardi ragguardevoli. Oltre a migliorare la lingua straniera, è noto che le università australiane siano rinomate in particolare per le facoltà tecnico-scientifiche.
Tutto il periodo di studio è caratterizzato da un apprendimento approfondito di nozioni e informazioni, immagazzinate grazie alla pratica e alle tecniche di memoria. Nelle università australiane conta l'esperienza degli insegnanti, che riescono a formare studenti preparati ai più alti livelli per il mercato del lavoro in ogni parte del mondo.
In questo paese l'interculturalità è una vera ricchezza da condividere e che arricchisce sia a livello intellettuale che umano. Per ottenere il visto si dovrà dimostrare la reale intenzione di recarsi in questo Paese per lo studio, oltre ad avere un'assicurazione sanitaria privata.