Archivio mensile:febbraio 2018

Lavori online per il post-studio, quali sono i più gettonati?

Il mondo del lavoro si è evoluto negli ultimi anni. Molti giovani hanno smesso di cercare nel periodo post-scolastico occupazioni tradizionali e si lanciano sempre di più nel digital, scegliendo tra i vari lavori che possono essere svolti online, quelli che maggiormente si adattano alle loro passioni, agli studi seguiti e le competenze che hanno acquisito.

Aprire partita IVA e mettersi in proprio era considerato fino a pochi anni fa un’esperienza terrificante, un salto nel buio da fare solo se costretti oppure, avendo le spalle coperte per un po’. Per tanti giovani oggi è diventata un’opzione appetibile perché non solo consente di sviluppare le proprie idee in modo autonomo, ma è anche l’alternativa alla sempre più fumosa idea di lavoro a tempo indeterminato.

Tra giovani che iniziano a lavorare come freelance mentre ancora studiano all’università, quelli che in Italia o all’estero avviano un’impresa dopo gli studi, tra nomadi digitali e chi invece sta ancora valutando il percorso più adatto, il digital travolge tante persone desiderose di poter fare qualcosa che amano, a modo loro, con i vantaggi e i rischi che ne conseguono.

Quali sono i lavori online più gettonati quindi?

  • Web Designer: il web designer è colui che progetta le interfacce del sito web. Spesso si occupa anche di brand identity, di comunicazione e della grafica del sito in ogni suo particolare.
  • Copywriter: chi si occupa di SEO Copywriting lavora online, realizzando per le aziende le pagine dei servizi e quella about così come gli articoli del blog. Cura la strategia di comunicazione e ricopre un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione interna di un sito web!
  • SEO Manager: Il suo compito è di ottimizzare un sito web per migliorare il suo posizionamento sui motori di ricerca. Interviene sulla SEO on site e off site.
  • Assistente virtuale: fino a poco tempo fa era una professione davvero poco nota. E’ un po’ la classica assistente, solo che lo fa online e molto spesso si occupa anche di qualcosa in più. Dalla gestione dell’agenda lavorativa e degli appuntamenti, dal rispondere alle email fino a realizzare le presentazioni in powerpoint, scrivere gli articoli per il blog, curare i social network.
  • Video Marketer: si occupa di produrre i video per le aziende, parte integrante del content marketing. Produce, gestisce e ottimizza la comunicazione attraverso i video.
  • Web Project Manager: è colui che deve dirigere un progetto nei suoi molteplici aspetti. Sulle sue spalle ha molte responsabilità. Si occupa dell’andamento del front end ma anche dell’user experience. Coordina la parte grafica, alcune volte anche quella del customer service. Il suo compito è quello di individuare le migliori strade per un business, per farlo crescere e sviluppare.
  • Digital Strategist: decide le migliori strategie del web marketing che servono a promuovere sia il brand che i prodotti.
  • Social Media Manager: abbreviato anche in SMM. Il suo lavoro è sui Social Network e cura la comunicazione delle aziende su questi specifici canali. Lo fa per aziende, liberi professionisti, personaggi pubblici o realtà no profit. Ogni azione che compie è gestita da una strategia. Crea i contenuti ma anche il piano e il calendario editoriale. Alcune volte gestisce le discussioni.

Sono altri gli sbocchi online. Spesso non ci sono studi specifici ma occorre fare tanta pratica, studiare sui libri e seguire dei corsi professionali per imparare e aggiornarsi sempre!

Prevenzione e cura dei disturbi uditivi

La prevenzione è sicuramente l’arma più potente in nostro possesso per riuscire ad evitare di incorrere in disturbi uditivi di varia entità. Per prevenire questi disturbi è di fondamentale importanza cercare di evitare di stare a contatto in modo frequente e costante con rumori davvero molto intensi. Può capitare che rumori di questa tipologia non possano essere evitati per motivi di lavoro: in questo caso è necessario optare per gli strumenti di prevenzione oggi disponibili in commercio e in realtà obbligatori per legge, che il vostro stesso datore di lavoro quindi vi dovrebbe fornire. Anche l’utilizzo che oggi tutti quanti facciamo in modo a dir poco spropositato delle cuffie per ascoltare la musica o per rispondere alle telefonate, deve essere quanto più possibile limitato, e soprattutto è importante cercare di tenere il volume basso. Una corretta igiene del canale uditivo è altrettanto importante, per evitare che l’eccesso di cerume possa rendere difficoltoso l’ascolto dei suoni che provengono a noi dall’esterno.

Tutte queste misure di prevenzione sono importanti, ma è necessario ricordare che purtroppo da sole non possono garantire che l’udito resterà sempre impeccabile. È possibile infatti incorrere senza neanche rendersene conto infatti in un’infezione, in una malattia, in una lesione, così come è possibile andare incontro ad una normale, naturale, fisiologica degenerazione dei tessuti, tipica soprattutto dell’avanzare dell’età. Anche se inizialmente è forse difficile comprendere che cosa sta accadendo, tutte queste condizioni offrono dei veri e propri campanelli di allarme: chiunque si trovi a viverle sente di non riuscire ad ascoltare nel modo adeguato i suoni e i rumori, fa fatica a dialogare infatti con gli altri, ad ascoltare la televisione, a captare suoni come quello della sveglia o il trillo del telefono.

Sottovalutando questi campanelli di allarme, come purtroppo spesso accade, è possibile compromettere una situazione che sarebbe potuta tornare invece alla normalità in modo molto semplice.

Non ignorate, dunque, i campanelli d’allarme che il vostro udito vi manda e che i vostri cari vi fanno notare: è importante essere tempestivi nel prenotare un check up acustico presso un otorinolaringoiatra o un audioprotesista, per testare le vostre capacità uditive e per trovare la soluzione migliore per le vostre specifiche esigenze.

Non possiamo che consigliare a tutti coloro che vivono un qualsiasi problema di udito di connettersi al sito internet ufficiale di InfoUdito. Il sito consente di avere un primo approccio al problema e di ottenere delle informazioni chiare e semplici sui vari disturbi in cui è possibile incorrere. Direttamente dal sito inoltre è possibile richiedere un appuntamento gratuito presso un centro specialistico, il primo passo verso la risoluzione di ogni problema uditivo. Quando andrete finalmente presso il centro a voi più comodo e prenoterete un primo appuntamento gratuito troverete uno staff di specialisti altamente qualificati, pronti ad aiutarvi e che a illustrarvi le innumerevoli soluzioni disponibili adatte per ogni tipo di problema e anche ovviamente per ogni tasca. Vi ricordiamo che InfoUdito fa parte del famoso gruppo danese William Demant, leader a livello internazionale nello sviluppo, progettazione e produzione di prodotti dedicati all’udito, un gruppo che ha fatto della tecnologia e della ricerca di soluzioni all’avanguardia la sua priorità, affidabile e perfetto per i vostri problemi.