Archivio mensile:settembre 2017

JOB&ORIENTA 2017: ORIENTARSI ALL’INNOVAZIONE PER COSTRUIRE FUTURO

Fiera di Verona, dal 30 novembre al 2 dicembre (27a edizione)

Salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro.

 

Orientarsi all’innovazione per costruire futuro”: sta in questo titolo il fuoco della riflessione proposta dalla 27a edizione di JOB&Orienta, salone nazionale dedicato all’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, in programma alla Fiera di Verona da giovedì 30 novembre a sabato 2 dicembre 2017.

Al centro, inevitabilmente, la necessità di saldare forti alleanze tra scuola e lavoro, allineando la formazione con i profondi cambiamenti del mondo economico-produttivo e della società, ma pure sollecitando nei giovani la predisposizione all’apprendimento continuo. Convinti che l’industria 4.0 si costruisce a partire dall’innovazione di didattica e formazione, di cui l’alternanza scuola lavoro e l’apprendistato costituiscono significative sperimentazioni. E nella consapevolezza che ad evolvere – accanto alle professioni e alle competenze richieste – è il lavoro stesso, e che l’innovazione non è esclusivamente questione di tecnologie, ma anche di processo e di visione.

 

Promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali – forte del rinnovato successo dello scorso anno, con ben 72mila visitatori, 500 realtà presenti e 200 appuntamenti in calendario –, JOB&Orienta si avvicina ai suoi trent’anni di storia confermandosi evento di riferimento per gli operatori dei diversi ambiti e per studenti, famiglie e giovani. Perché oltre ad essere un luogo di aggiornamento e dibattito per gli addetti ai lavori, il Salone è da sempre occasione importante per le famiglie e per tutti quei ragazzi che hanno necessità di individuare e scegliere con consapevolezza il proprio percorso scolastico; infine per i giovani in cerca di occupazione, ai quali intende fornire strumenti utili a una ricerca attiva e più efficace.

 

E per chi della formazione ha fatto il proprio mestiere, quest’anno al Salone un’importante novità. Nasce un’intera sezione (all’interno del percorso arancione, spazi espositivi e una saletta per workshop e seminari) dedicata a docenti e dirigenti scolastici: un’opportunità per aggiornare e integrare le proprie competenze su temi come l’alternanza scuola lavoro, le nuove tecnologie per la didattica, l’innovazione dell’apprendimento…

Due le aree tematiche in cui è strutturata la rassegna espositiva “Istruzione ed educazione” eUniversità, formazione e lavoro” –, che vedono presenti scuole, accademie e università, enti di formazione, istituzioni, imprese, centri per l’impiego e agenzie di servizi per il lavoro, associazioni di categoria… Aree che, per facilitare l’orientamento dei visitatori all’interno dei padiglioni, sono a loro volta sviluppate in sei percorsi contrassegnati da diversi colori: all’interno della prima i percorsi Educazione e Scuole (arancione), Tecnologie e Media (oro) e Lingue straniere e Turismo (verde); nell’altra i percorsi Formazione accademica (blu), Formazione professionale (argento) e Lavoro e Alta formazione (rosso), in cui si colloca anche la Saletta TopJOB, spazio per workshop, incontri con aziende e seminari rivolti in particolare ai giovani alla ricerca di lavoro.

E per evidenziare le realtà presenti che si occupano di formazione nei settori creativi d’eccellenza del made in Italy (in particolare nei settori moda, design e gastronomia) c’è CreativityJOB, profilo trasversale a tutti i percorsi espositivi.

Ci sono ancora JOBInternational, con proposte di stage e tirocini all’estero, opportunità di lavoro, scambi culturali e viaggi studio in tutto il mondo, e JOBinGreen, il profilo che valorizza le buone pratiche di sostenibilità.

 

Anche il programma culturale di JOB&Orienta si arricchisce di anno in anno di appuntamenti (convegni, dibattiti e workshop), dedicati alle tematiche più attuali, con ospiti di spicco del mondo dell’economia, della politica e dell’imprenditoria, esperti dei vari ambiti e, soprattutto, tante storie ed esperienze sviluppate sul campo e raccontate dai diretti protagonisti. Non mancano, infine, laboratori interattivi, simulazioni, spettacoli e momenti di animazione.

 

JOB&Orienta è sui social: Facebook (www.facebook.com/joborienta); Twitter (@Job_Orienta #joborienta #TopJOB); Instagram (@job_orienta) e Telegram (telegram.me/job_orienta).

La manifestazione è a ingresso libero. Per informazioni: www.joborienta.info.

 

JOB&Orienta 2017 è promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Realizzato in partnership con ASFOR-Associazione italiana per la formazione manageriale, Camera di Commercio di Verona, Comune di Verona, COSP-Comitato provinciale Orientamento scolastico e professionale, CNOS-FAP-Centro nazionale Opere salesiane – Formazione e aggiornamento professionale, ENAIP-Ente nazionale Acli istruzione professionale, Provincia di Verona, Ufficio scolastico regionale per il Veneto, Unioncamere, Università degli studi di Verona. Gode del patrocinio di ANCI-Associazione nazionale Comuni italiani, ANP-Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola, CNA Verona-Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, Confartigianato Verona, Confindustria Verona, CRUI-Conferenza dei rettori delle Università italiane, INDIRE-Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa, Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, UPI-Unione delle province d’Italia.

I migliori modelli di busta da lettera per la scuola: dagli amici di penna agli eventi scolastici

L’epoca in cui viviamo può essere considerata a pieno titolo digitale, un’epoca che corre sul filo del web e delle nuove tecnologie, anche, o forse sarebbe bene dire soprattutto, in ambito scolastico. Ogni scuola oggi ha infatti il suo blog e un sito internet con anche una sezione privata dedicata agli studenti e ai loro genitori. Ogni scuola aiuta i ragazzi a scoprire come utilizzare al meglio i computer, le nuove tecnologie e il web con corsi di formazione appositamente pensati per i più giovani. Gli studenti di ogni età comunicano con i loro insegnati tramite email e Whatsapp. I compiti a casa infine vengono sempre fatti con ricerche online, incoraggiate dagli insegnanti stessi che sperano in questo modo di aprire quanto più possibile gli orizzonti mentali dei loro studenti e aiutarli a conoscere davvero al meglio il mondo che li circonda.

 

In un’epoca di questa tipologia c’è però ovviamente il rischio che gli studenti, specialmente quelli più giovani, possano in qualche modo perdere il contatto con la realtà, affondando le loro radici esclusivamente nel digitale, nel virtuale. Proprio per questo motivo è importante che gli istituti scolastici e gli insegnanti cerchino anche di inserire in parallelo alle nuove tecnologie dei vecchi strumenti di comunicazione, gli strumenti cartacei.

 

Ecco a nostro avviso alcuni progetti a cui le scuole dovrebbero cercare di dare vita, proprio sulla base delle considerazioni che abbiamo appena fatto:

  • Una lettera ben scritta, inserita in una bella busta da lettera affrancata da portare in mano alla cassetta della posta, è un gesto che vale molto più di una email e che permette ai bambini e ai ragazzi di dare davvero spazio alle loro emozioni. Non trovandosi davanti a qualcosa di freddo come lo schermo di un computer infatti, i più giovani hanno finalmente la possibilità di concentrarsi su ciò che provano veramente e sulla loro personale prospettiva del mondo. Le scuole allora dovrebbero cercare di creare delle amicizie di penna tra gli studenti dello stesso istituto, tra gli studenti delle scuole della città oppure tra studenti internazionali.

  • Un biglietto di auguri realizzato con le proprie mani, semplicemente utilizzando cartoncini colorati, glitter, fotografie e pennarelli, è un oggetto carico di emozioni che è in grado di veicolare messaggi importanti e sentimenti. Si tratta di un oggetto davvero molto piacevole sia da offrire in dono che da ricevere, un gesto questo che i giovani di oggi purtroppo non conoscono più proprio a causa delle nuove tecnologie e che merita invece di essere riscoperto. Le scuole dovrebbero allora dare vita a dei progetti di realizzazione di biglietti fai da te durante le feste più importanti dell’anno come il Natale ad esempio oppure San Valentino, biglietti anche in questo caso ovviamente da inserire in una busta elegante, curata in ogni minimo dettaglio, bella, che sia capace di creare la giusta suspence prima dell’apertura del biglietto.

  • Essere invitati ad un qualsiasi evento scolastico con un bel volantino da tenere tra le mani è un evento carico di fascino. Niente email fredde e asettiche quindi né manifesti nei corridoi della scuola, ma volantini di piccole dimensioni che ogni studente riceverà direttamente sul suo banco di scuola, inseriti in buste con il loro nome sopra. Gli studenti si sentiranno così davvero protagonisti dell’evento e capiranno che solo ciò che è reale e tangibile può essere considerato davvero meraviglioso.

 

Avrete bisogno di molta carta ovviamente, care scuole, per poter dare vita a tutti questi progetti e avrete bisogno soprattutto di molte diverse tipologie di busta da lettera. Vi consigliamo allora di utilizzare il servizio del Paesedellebuste.it, un e-commerce specializzato proprio in buste dove gli studenti avranno la possibilità di vedere soddisfatto questo loro desiderio di tornare al cartaceo, ma sempre con un occhio attento al glamour e alle nuove tendenze.

 

Sì, perché qui gli studenti trovano buste colorate, in ogni possibile tonalità, buste perlate, ad effetto specchio, con chiusura a cuore per i più romantici oppure con chiusura a pochettes per i più eleganti. Non solo, ampio spazio infatti viene dato anche alla personalizzazione, con la possibilità quindi di far stampare le buste con loghi e scritte e rendere così il cartaceo uno strumento ancora più potente e bello da utilizzare. Sappiamo benissimo quanto si dia importanza oggi come oggi nelle scuole italiane all’educazione ambientale. Paesedellebuste.it è il sito perfetto per coloro che vogliono aggiungere l’insegnamento dell’ecologia al ritorno al cartaceo. Sì, perché sul sito troverete infatti anche buste realizzate con carta riciclata al 100%.

 

Che cosa state aspettando? Acquistate subito, sul sito web, le buste di cui avete bisogno per i progetti cartacei della vostra scuola, risparmiando tempo e denaro e garantendo ai vostri studenti la possibilità di riscoprire alcuni mezzi di comunicazione vecchi ma che non saranno mai obsoleti, vecchi ma che saranno sempre forieri di intense emozioni, quelle emozioni che sono il sale stesso della vita e che la scuola deve saper insegnare.

Imparare con facilità la lingua di Shakespeare con un Corso di inglese online

La crescente necessità di padroneggiare l’inglese, o quanto meno essere nelle condizioni di comprenderlo almeno un po’, ha spinto molte persone, anche di una certa età, alla ricerca di un corso di inglese online, un’alternativa anche alla non sempre efficiente offerta formativa statale, con la scuola costantemente avvilita ed impoverita da politiche sempre più inadeguate e continui tagli agli investimenti sulla cultura.

 

Per tanti, al giorno d’oggi, conoscere l’inglese rappresenta innanzitutto una necessità per professionisti, lavoratori e, ovviamente, studenti.

 

Per i primi conoscere l’inglese, a beneficio del proprio lavoro e della propria professione, è un bisogno dettato dalla sempre più crescente internazionalizzazione del mercato e anche del mondo del lavoro, quest’ultimo mai così mutevole come negli ultimi anni, rendendo sempre più frequenti rilocalizzazioni e spostamenti di professionisti e lavoratori costretti ad accrescere sempre più il bagaglio delle proprie competenze.

 

Per i secondi, ragazzi e giovani ai quali vanno dati insegnamenti e strumenti adatti per inserirsi compiutamente proprio nel mondo del lavoro, conoscere la lingua di Shakespeare è una cosa di fondamentale importanza per permettere alle future generazioni di non ritrovarsi ai margini di una società sempre più globalizzata ed interconnessa.

 

Fare ricorso a delle lezioni di inglese online, per molti, rappresenta l’unica via per riuscire ad aumentare le proprie conoscenze culturali e ottenere un vero e proprio importante lasciapassare per vari settori come quello tecnologico, scientifico, comunicativo e culturale, senza dimenticare aree come lo spettacolo, la moda, nonché semplicemente riuscire a interpretare un documento redatto in inglese, un libro da studiare non ancora tradotto e, perché no, dare indicazioni ad un turista straniero in vacanza nelle nostre città.

 

La tecnologia moderna permette infatti di seguire corsi di inglese online, offerti da varie piattaforme, che uniscono i vantaggi didattici di un continuo e costante supporto, fornito da esperti del settore, a quelli indubbiamente più accattivanti di poter seguire lezioni comodamente da casa, dal lavoro, da un’aula consentendo di organizzare al meglio il proprio tempo dedicarsi all’apprendimento di una nuova lingua a seconda delle proprie disponibilità e soprattutto capacità.

 

Questi corsi online infatti, sempre più spesso gestiti da piccole app, oltre a dare una concreta possibilità di imparare l’inglese a chi non avrebbe tempo a sufficienza per un corso completo in aula, si adeguano così tanto alle diverse esigenze tanto da prevedere percorsi di insegnamento differenziati in relazione agli obiettivi che si intendono raggiungere.

 

Dimenticatevi libriccini, cd da ascoltare e cuffie, le applicazioni che offrono corsi di lingue online si avvalgono di tecniche di formazione semplici ed immediate con supporti audio e video fruibili da computer, tablet e smartphone rendendo l’insegnamento delle lingue straniere quasi un divertimento.

 

Questa continua e coinvolgente interazione, corredata da esercizi e continui test che permettono di testare il livello raggiunto e consentire il passaggio alla fase successiva, ha il vantaggio di regalare un’esperienza davvero immersiva con la possibilità di ritornare su lezioni già visualizzate in precedenza per approfondire l’argomento o semplicemente esercitare nuovamente la propria pronuncia in caso non si fosse soddisfatti della precedente.

 

Se a tutto ciò va aggiunta l’economicità di questi corsi di inglese online, allora è facile intuire come l’odierna realtà sempre più globalizzata, che sovente richiede la conoscenza di lingue diverse dalla propria, offre anche diverse possibilità facilmente accessibili per colmare queste lacune.

 

Informazione utili per chi vuole aprire un compro oro oggi

 

Le attività dei compro oro nel tempo hanno avuto una notevole evoluzione e il sempre più frequente ricorso delle persone a queste attività per vendere il proprio oro, ha portato alla necessità di emanare regole sempre più stringenti per evitare che tali attività diventassero luogo di ricettazione di metalli preziosi provenienti da reato.

 

Le nuove regole sono in vigore dal 5 luglio 2017 e prevedono che per poter esercitare tale attività sia necessario essere iscritti nel registro degli operatori compro oro professionali con regolare licenza di pubblica sicurezza.
Chi apre oggi un’attività compro oro deve anche sapere che non potrà pagare in contanti somme superiori a 500 euro, inoltre il pagamento non può essere rateizzato.
Nel caso in cui l’importo dei preziosi sia, ad esempio, di 600 euro dovrà versare il denaro tramite bonifico o assegno non trasferibile. Inoltre non è possibile per un unico venditore portare gioielli presso i compro oro più di una volta a settimana. Gli oneri non finiscono qui, perché il titolare dell’attività compro oro deve compilare una scheda per i preziosi comprati in questa devono essere chiare le generalità di chi ha venduto i preziosi e deve allegare due foto scattate ai gioielli.
Tutte le schede devono essere datate e compilate con numeri progressivi. Questo permette di controllare molto più facilmente se i preziosi sono stati oggetti di furto e se il compro oro rispetta tutte le regole in precedenza viste. Infine, i compro oro devono avere un conto corrente dedicato esclusivamente a queste attività.

Chi apre oggi un compro oro, specialmente se ha abilità orafe può però sfruttare la possibilità di rigenerare i gioielli e venderli a prezzi convenienti. Questa senz’altro è un’ulteriore fonte di guadagno però è bene porre attenzione perché deve essere rilasciato un certificato che descriva la caratura dell’oro venduto e il tipo di lavorazione. In questo modo il cliente potrà essere protetto da truffe.

Sito news per studenti: best4web.it

Oggi vogliamo segnalare un sito dove studenti e insegnanti possono trovare informazioni sempre fresche e aggiornate sul mondo della scuola e sull’università: Best4web.it. Questo sito ha una particolarità: si avvale della collaborazione redazionale proprio di molti studenti e insegnanti, riportando tutti i giorni notizie dal mondo che loro frequentano e che possono così descrivere al meglio. Ogni giorno vengono portate alla luce problematiche che poi vengono discusse tramite commenti sul sito o sulla pagina dei social. Per collaborare a questa rivista tematica basta scrivere una mail descrivendo la tematica che si intende trattare. Gli articoli devono essere originali e trattare in maniera esauriente il tema. Potete inviare l’articolo via mail a: ariapertalab@gmail.com.

Indirizzo del sito recensito: http://best4web.it

I migliori interessi bancari per studenti, insegnanti e genitori

Ormai è risaputo che i conti deposito siano gli investimenti migliori da fare, investimenti talmente tanto semplici da essere perfetti per tutti, per i genitori, per i loro figli appena 18enni, per gli studenti universitari, per gli insegnanti. Sono investimenti eccellenti perché semplici da gestire: basta infatti versare i soldi sul conto e attendere che fruttino sino alla data di scadenza. Sono investimenti eccellenti perché sicuri: avrete la certezza di ottenere un guadagno con questo investimento e vedrete una cifra fino a 100.000 euro protetta da un apposito fondo. Sono investimenti eccellenti per garantiscono tassi di interesse molto più elevati rispetto ad ogni altro possibile investimento. Sì, i conti deposito sono gli investimenti migliori da fare. Ma qual è la caratteristica più importante da prendere in considerazione per la scelta del conto più adatto per le proprie esigenze? A nostro avviso la caratteristica più importante è proprio il tasso di interesse. Cerchiamo di scoprire insieme allora quali sono i migliori interessi bancari e le loro caratteristiche.

 

Migliori interessi bancari 2017

Nel corso degli ultimi anni gli interessi bancari offerti per i conti deposito sono cresciuti intensamente, ma è solo nel 2017 che hanno raggiunto livelli massimi, sino ad oggi mai toccati. Nel 2017 infatti molti conti deposito di alta qualità arrivano a garantire ai loro clienti anche percentuali che superano l’1%, fino più o meno all’1,15%. Si tratta di una percentuale davvero molto elevata per un investimento così semplice e sicuro, di una percentuale insomma da accogliere a braccia aperte. Ci sentiamo in dovere di ricordare che il tasso di interesse applicato (e questo vale per ogni tipologia di conto deposito) è tanto più alto quanto più lunga è la scadenza. Cercate quindi di vincolare somme per quanto più tempo possibile e magari anche somme piuttosto elevate, in modo da ottenere un guadagno davvero eccezionale.

 

Migliori interessi bancari: restano sempre quelli fissi

Al di là della percentuale, c’è un’altra caratteristica che è a nostro avviso molto importante prendere in considerazione al momento della scelta del conto deposito più adatto per voi. Avrete infatti la possibilità di scegliere tra un conto deposito con interessi bancari fissi e un conto con interessi che invece possono cambiare in corso. Per chi non vuole assumersi rischi, è consigliabile evitare la tipologia con interessi variabili: questi infatti potrebbero ridursi in modo sin troppo intenso, senza permettere quindi all’investitore di ottenere quel guadagno tanto eccezionale che sta cercando. Se il tasso resta fisso invece non c’è alcun tipo di sorpresa, saprete sempre a quanto ammonta il valore del vostro investimento e non potrete in alcun modo vedere questo investimento come qualcosa di negativo, ma sempre come un prodotto capace di farvi fruttare davvero molti soldi.

 

Migliori interessi bancari: quelli liquidati in modo costante

I migliori interessi bancari sono a nostro avviso anche quelli che non vengono liquidati in una volta soltanto alla scadenza del vostro investimento, ma che vengono liquidati ogni tre o sei mesi, in modo quindi costante, durante tutta la durata dell’investimento. In questo modo avrete sempre la possibilità di vedere con i vostri occhi quanto sta fruttando il vostro gruzzolo di denaro.