Archivio mensile:dicembre 2016

Sviluppare abilità giocando online

Cosa accade al nostro cervello mentre giochiamo? Accade che stiamo migliorando la nostra capacità di attenzione. Mentre siamo alle prese con quella partita di blackjack online, puntando la nostra attenzione solo su di essa, con la pratica stiamo incrementando la nostra capacità di concentrazione.

La nozione comune a proposito di videogame e giochi online è che essi provochino dipendenza e causino violenza, sovrappeso e isolamento sociale. Invece è stato assodato che la concentrazione necessaria e generata da quei giochi sviluppa le nostre capacità cognitive, la nostra capacità di risolvere problemi e di portare a termine compiti.

Per quanto riguarda le preoccupazioni dei genitori nei confronti dei figli appassionati di videogame, diverse ricerche sono concordi nell’affermare che non solo le capacità cognitive dei bambini non vengono danneggiate dall’attività di gioco, ma che quest’ultima porta con sé l’effetto positivo di sviluppare abilità che diventano sempre più importanti nel mondo in cui viviamo. “I giochi computerizzati rappresentano una formidabile palestra per esercitare le core capacities coinvolte nelle attività di potenziamento cognitivo, perché raggiungere gli obiettivi previsti dal gioco sollecita l’applicazione simultanea e coordinata di un gran numero di processi mentali”, si afferma in un articolo di Roberto Trinchero dell’Università degli Studi di Torino.

Secondo una ricerca della Rochester University (New York), le persone che giocano online sono in grado di prendere decisioni con una rapidità del 25% maggiore di altri senza sacrificare la precisione; i giocatori più esperti riescono a operare scelte e ad agire di conseguenza fino a sei volte in un secondo, e riescono a concentrare l’attenzione su più di sei cose alla volta, contro le quattro che normalmente si riescono a trattenere nella mente.

Esistono poi innumerevoli tentativi di dimostrare che in materia di gioco – tradizionale o online che sia – il calcolo delle probabilità non trova alcuna applicazione razionale. Finché non è arrivato il matematico Adam Kucharski, che nel suo libro La scommessa perfetta analizza il rapporto tra gioco d’azzardo e scienza, citando tra l’altro il caso di un gruppo di laureati al Massachusetts Institute of Technology, autori di una serie di tecniche di calcolo che ha permesso loro di vincere milioni di dollari nelle case di gioco di Las Vegas: nel corso delle sue ricerche ha scoperto che anche Giovanni Keplero, Galileo Galilei e Alan Turing, tra molti altri, si sono occupati del gioco d’azzardo, producendo teorie tuttora valide quali la teoria dei giochi, la statistica e la teoria del caos.

Allora quando siamo comodamente a casa, collegati al nostro casino online, o con gli occhi al cellulare, intenti alla nostra partita di poker, mentre ci divertiamo invocando la fortuna, ciò che facciamo è affrontare imprevisti e rischi, ciò che dobbiamo fare è prendere decisioni in un tempo ridottissimo senza perdere di vista il contesto generale: insomma, anche giocando costruiamo abilità che ci servono nel gioco e nella vita.

 

Affitto showroom a Milano: quali gli eventi più seguiti?

Gli showroom rappresentano una soluzione ideale per l’organizzazione e la promozione di eventi sofisticati legati al mondo della moda, del design e dell’arte.  

Milano è la capitale del fashion e del design, ogni anno la città è sotto i riflettori per le passerelle della Settimana della Moda, per il Salone del Mobile e le esposizione dei designer del Fuori Salone. Ogni anno grandi brand del lusso e del fashion system fanno a gara per aggiudicarsi l’affitto dei migliori showroom di Milano per celebrare lo stile e gli ultimi trend lanciati dagli stilisti, artisti e designer più in voga di tutto il mondo, e accogliere in location sempre più originali gli addetti ai lavori, le celebrità dello spettacolo e tutto il pubblico dei semplici appassionati e curiosi. Tra gli eventi più attesi dell’anno ci sono sicuramente la settimana dedicata al design e quella dedicata alla moda, giorni in cui la città viene letteralmente travolta dal ritmo frenetico di party, sfilate, performance, esposizioni tutte all’insegna della c elebrazione del gusto, dello stile, della creatività e della bellezza.

Milano Design Week

La settimana dedicata al design anima il polo fieristico e gli showroom di tanti quartieri del capoluogo lombardo. Il 2016 è stato un anno da record per l’affluenza al Salone del Mobile con 372.000 visitatori tra pubblico e operatori del settore, ma anche il Fuorisalone, il controcanto non istituzionale e indipendente dell’evento fieristico, ha registrato numeri da record. Si stima che nel complesso più di 400.000 persone (Fonte Il Sole24Ore) siano arrivate a Milano, interessate non solo alla Fiera, ma anche ai designer e ai brand dell’arredamento che hanno occupato gli showroom di tanti quartieri della città, Tortona, Lambrate, Brera, centro storico e tanti altri.

Milano Fashion Week

L’altro grande appuntamento milanese è la settimana dedicata alla moda che nel mese di settembre porta in città tutto il fashion system per la presentazione delle collezioni della primavera successiva.

La settimana della moda non significa solo sfilate, passerelle, celebrità e top model, significa anche party, performance e inaugurazioni di boutique e punti vendita dei principali brand dell’alta moda, che contribuiscono a creare l’atmosfera più adatta alla presentazione delle nuove collezioni, e soprattutto a dare vita a tutte quelle occasioni di comunicazione e di networking fondamentali per promuoverle.

Perché affittare uno showroom a Milano

Soprattutto nel caso della settimana della moda e del Fuorisalone sono gli spazi come gli showroom a risultare più funzionali, gli showroom si prestano infatti, più di altri spazi, a creare presentazioni ed esposizioni originali e inaspettate. Si tratta di location ideali perché duttili e flessibili, facili da personalizzare. Nella città di Milano è piuttosto facile trovare quello che meglio si adatta alle proprie esigenze di prodotto e di pubblico, l’importante è assicurarsi che sia attrezzato e concepito per questo: appendimenti facilitati, cablature aeree, pochissime colonne o nessuna e backstage dove allestire una regia.

Uno showroom temporaneo può rivelarsi un’ottima soluzione anche per tutti quei brand che non vogliono investire risorse in modo definitivo, ma vogliono comunque avere occasioni di vendita e presentazione dei prodotti dal vivo. Oggi ci sono tanti brand che concentrano la propria vendita online, ma che hanno bisogno di luoghi fisici dove consentire alle persone, per esempio, di provare il capo e vederlo dal vivo. Che sia per una settimana, un weekend o un mese: uno showroom può diventare un perfetto un punto vendita temporaneo personalizzato.

Imparare una nuova professione: con la formazione a distanza è possibile

I corsi online rappresentano l’ultima frontiera della formazione: può tornarti utile per specializzarti in un determinato ambito, riqualificarti o addirittura imparare un nuovo mestiere.

L’importante è aver ben chiaro nella mente il tipo di percorso da intraprendere e i requisiti per scegliere la scuola di formazione più adatta alle tue esigenze. A questo proposito ti segnaliamo i corsi CEF, Centro Europeo di Formazione a Distanza, specializzato nell’erogazione di corsi di formazione a distanza in diversi settori disciplinari. Conosciamo meglio questa azienda e soprattutto la sua offerta formativa.

Come funziona la formazione a distanza e quali corsi è possibile frequentare

CEF, all’avanguardia nel settore e-learning, nasce in Italia nel 2007, all’interno del Gruppo De Agostini. Ben presto diventa leader nel settore editoriale della formazione a distanza e ad oggi vanta oltre 26 mila allievi soddisfatti e formati in vari ambiti disciplinari.

Come vengono erogati i corsi? Nel caso della formazione online, ogni studente ha la possibilità di acquistare il modulo formativo che più gli interessa e di seguire il video-corso e le lezioni direttamente tramite web. I corsi sono disponibili sempre e in tempo reale, 24h ore su 24 e in ogni giorno della settimana. Chiaramente questo rappresenta un notevole vantaggio per chi è ancora impegnato con la scuola o lavora e quindi ha orari prestabiliti da rispettare. Durante il percorso di studio in modalità e-learning, è possibile usufruire di tutte le risorse messe a disposizione per quel modulo specifico nonché scaricare file e materiale multimediale sul quale approfondire le tematiche affrontate.

Al termine delle lezioni previste, il centro di formazione a distanza CEF rilascia un attestato di partecipazione, che attesta l’effettiva frequenza delle ore di lezione da parte dell’allievo.

Inoltre è possibile usufruire anche di:

Video-lezioni pratiche dove i docenti mostrano dal vivo come procedere

Esercitazioni da svolgere

Quiz di autovalutazione

Assistenza via mail per chiarimenti e risoluzione di problemi

Ma i vantaggi di una formazione a distanza non terminano qui. Molte piattaforme di e-learning offrono anche l’interessante opportunità di poter inserire, una volta terminato il corso, il proprio CV nel database degli alunni che hanno ottenuto un nuovo titolo di studio. Trattandosi di scuole note alla maggior parte delle aziende, sarà più semplice farsi trovare da un potenziale datore di lavoro o da nuovi clienti in caso di freelancer.

Sul sito ufficiale di CEF ad esempio è possibile consultare centinaia di inserzioni di lavoro selezionate in base ai corsi e alle professioni che il CEF promuove.

Quali corsi è possibile seguire tramite la formazione a distanza?

L’offerta formativa è davvero ampia. Si spazia dalla formazione professionale nel campo della ristorazione, a quella nella sanità, dall’assistenza all’infanzia all’area del benessere animale. E per quanto riguarda i costi? Molto dipende ovviamente dal tipo di formazione richiesta e dalla sua durata.

L’importante è rassicurarsi sulla validità ed efficacia di questo tipo di lezioni “a distanza”: la serietà e la competenza sono identiche a quelle fornite in classe e i docenti sono preparati ed esperti professionisti del loro campo.