Archivio mensile:ottobre 2015

Arriva Job&Orienta 2015, 26-28 novembre Fiera di Verona

Dal 26 al 28 ottobre 2015, la Fiera di Verona ospiterà la 25esima edizione di Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, della scuola, della formazione e del lavoro. Un appuntamento molto atteso, che anche quest’anno si ripete e fa registrare un numero eccezionale di presenze previste. Il titolo dell’edizione di quest’anno è “Il lavoro, una realtà che educa. Conoscere, sperimentare, apprendere”, un focus molto importante su tutto ciò che è il settore lavoro, correlato a quello della formazione e dell’orientamento, due altri punti cardine del tutto.

Lo scopo dell’iniziativa, come è facile intuire, è quello di mettere in contatto giovani e mondo del lavoro, in modo tale da creare una sorta di ponte per facilitare la comunicazione e rendere più facili le eventuali assunzioni. Si tratta di uno dei saloni più importanti del settore e questo viene confermato anche dal fatto che sono 25 anni che viene riproposto e che fa registrare sempre grandissimi numeri. Solo lo scorso anno, infatti, si sono contati oltre 65.000 visitatori che hanno affollato l’Arena di Verona per partecipare ai tanti incontri con le aziende, alle tavole rotonde e ai convegni che hanno come focus l’intricato mondo del lavoro e il rapporto aziende e giovani.

La manifestazione di quest’anno, rigorosamente a ingresso libero, si presenta ancora più ricca, con due aree tematiche divise in sei percorsi segnati da diversi colori. La prima  area è riservata al mondo dell’istruzione e comprende i percorsi Educazione e Scuole (arancione), Tecnologie e Media (oro) e Lingue straniere e Turismo (verde). La seconda area, invece, è quella che è dedicata all’Università, la formazione e il lavoro, con i percorsi Formazione accademica (blu), Formazione professionale (argento) e Lavoro e Alta formazione (rosso). Qui si trova anche la Saletta TopJOB, utilizzata per workshop, incontri con aziende e seminari che per imparare a scrivere un curriculum e affrontare un colloquio di lavoro. Sul versante delle novità dell’edizione del 2015 c’è CreativityJOB, pensato per valorizzare chi si occupa di formazione nei settori d’eccellenza come il Made in Italy. Ci sono, poi, JOBInternational e JOBinGreen, anch’essi trasversali alla manifestazione, che pongono l’attenzione sulle opportunità di stage, studio e lavoro offerte sia dall’estero che  da coloro i quali si occupano di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Sono 150 gli appuntamenti della scorsa edizione e 300 i relatori intervenuti, ma si devono contare anche laboratori interattivi e simulazioni, spettacoli e tutto ciò che serve per avvicinare giovani e mondo del lavoro. L’edizione del 2015 si prospetta ancora più ricca e interessante e, pertanto, partecipare sarà molto interessante: un appuntamento da non perdere.

Maggiori informazioni su: www.joborienta.info

Battaglie e diritti civili

Spesso si è detto che la scuola deve essere aperta alla diversità , in pratica nel contesto della scuola si deve fare in modo tale che i bambini percepiscano la diversità come ricchezza, non ci deve essere una preclusione di quelle che persone che sentiamo diverse da noi.
Parliamo in primo luogo di bambini che sono magari di religioni diverse, in questo senso è molto importante avere a disposizione una scuola aperta, deve capire i problemi di oggi, le diversità di fondo e le tematiche che sono in contrasto aperto con il nostro modo di vedere.
Il mondo sta cambiando e per questo motivo bisogna preoccuparsi del modo in cui i bambini vivono la diversità. Un tema molto aperto e caldo è quello della sessualità, infatti oggi esistono realtà che sono diverse da quelle che conosciamo, esiste l’omosessualità, una realtà spesso osteggiata, in parte vissuta con un grande disagio.
Il Comune di Verona si è reso partecipe di una iniziativa molto discutibile, un provvedimento che blocca qualsiasi progetto che va nella direzione di educare i bambini al valore della diversità sessuale, il progetto blocca e vieta espressamente agli insegnanti delle scuole comunali di proporre progetti che avvicinino i bambini al mondo dell’omosessualità.
Una scelta che indubbiamente farà discutere da molti punti di vista, in parte il fatto che ci sia un controllo e un filtro nella scuola è una scelta condivisibile, tuttavia occorre anche vedere come le cose vengono sviluppate, in che modo vengono decise alcune cose rispetto ad altre.
Una scelta forte quella della giunta del Comune di Verona, forse discutibile da molti punti di vista, riporta sicuramente l’orologio indietro di alcuni anni, favorendo una sorta di chiusura a temi molto importanti che i bambini in ogni caso dovranno affrontare negli anni a venire, una scelta discutibile.

Fonte: http://webeconomico.it/

Corso CCNA a Milano con Scuola Vega

Avere delle competenze tecnologico è un requisito molto importante per tutti coloro che desiderano entrare nel mondo del lavoro, anche perché ormai è chiaro che la tecnologia ha permeato ogni aspetto della vita quotidiana. Questo significa che bisogna stare al passo con i tempi e non rimanere indietro ed è fondamentale, quindi, avere una preparazione idonea per affrontare le sfide del mercato. Ecco perché la Scuola Vega offre la possibilità di frequentare dei percorsi formativi professionalizzanti, in grado di dare tutte le conoscenze che servono nel settore delle nuove tecnologie. Uno dei corsi più interessanti e utili è il Corso CCNA Milano, che la scuola organizza per far conseguire a tutti coloro che lo frequenteranno la certificazione Cisco CCNA Esame 200-120 che, attualmente, è una delle più richieste in assoluto. Prima di entrare nello specifico, è bene sottolineare che il corso in questione ha una durata di 200 ore, che serviranno per la formazione in presenza diretta di docenti altamente qualificati. Una delle peculiarità dei corsi della Scuola Vega è che, sebbene siano disponibili anche online, ci sono dei professori reali, che fanno delle lezioni in tempo reale anche per coloro che non si trovano in aula. Non ci sono lezioni registrate, ma è tutto in tempo reale e, pertanto, anche chi non è in aula può interagire con docenti e colleghi, in modo da essere parte integrante della classe. A tutto ciò si aggiunge una piattaforma didattica che permette di avere video in alta definizione e un laboratorio Cisco con i migliori docenti in circolazione.

Ma quali sono gli obiettivi del corso Cisco CCNA? Dopo il percorso formativo, i partecipanti avranno acquisito le competenze necessarie per progettare, realizzare, monitorare, implementare reti di tipo LAN e WAN, nonché per installare e gestire router e switch Cisco. Verranno messe a disposizione degli alunni le migliori tecnologie e i supporti previsti dalla Cisco Stystems. C’è, inoltre, da sottolineare che per alcune categorie ci sono delle rateizzazioni molto favorevoli, per permettere a tutti di frequentare il corso: stiamo parlando di inoccupati e disoccupati, ma anche di lavoratori a termine e tutti coloro che hanno un reddito inferiore a 30.000 euro. A tutto questo si deve aggiungere anche la garanzia data dal prestigio indiscusso di Scuola Vega, una vera e propria istituzione nel settore della didattica in loco e a distanza. I professionisti della scuola, i docenti dei corsi organizzati, sono uno dei tanti motivi che spingono moltissime persone a scegliere un corso professionalizzante di Scuola Vega, dato che si tratta di una scelta sicura che porta dei risultati concreti nel medio e lungo termine.