Social Card, ecco cosa cambia con la Legge di Stabilità

La legge di stabilità ha portato ad un aumento consistente del fondo destinato alla Social Card, fondo che arriva per il 2014 a toccare il valore di ben 250 milioni di euro.

Ma non è tutto, non esiste più infatti solo una Social Card bensì due. Alla vecchia Social Card del 2008 si aggiunge infatti la Social Card 2013, due strumenti nati per aiutare le persone in difficoltà economica molto diversi tra loro che però non si escludono a vicenda.

Andiamo a scoprirli insieme.
La Social Card 2008 nasce per aiutare gli over 65 e tutte le famiglie con un reddito annuo inferiore ai 6000 € e con bambino al di sotto dei 3 anni, una carta questa che offre un aiuto economico mensile pari a 40 €. Si tratta di un aiuto economico, dobbiamo ammetterlo, piuttosto blando, soldi questi che possono comunque aiutare le famiglie a sostenere a cuor leggero le piccole spese quotidiane e il pagamento delle bollette. A beneficiare della Social Card 2008 sono state in Italia oltre 535 mila persone, un numero davvero molto elevato che ci fa comprendere quanto la situazione economica italiana sia instabile.

La nuova Legge di Stabilità vuole eliminare queste problematiche economiche e vuole dare un aiuto alle famiglie italiane che sia quanto più concreto possibile, proprio per questo motivo ha deciso di rinnovare la Social Card rendendola più adatta ai tempi che corrono.

Anche la Social Card 2013 offre ovviamente un piccolo contributo economico mensile alle famiglie che hanno problemi economici, ma non solo. Oltre a questo contributo le famiglie italiane avranno la possibilità di inserirsi all’interno di un apposito progetto dei Servizi Sociali. Il progetto vuole offrire alle famiglie un punto di riferimento per la ricerca di un lavoro, per la formazione continua e per l’educazione dei figli, un progetto quindi che mira ad inserire nuovamente queste famiglie nella società e nel mondo lavorativo. Ovviamente il progetto prevede che le famiglie dimostrino la loro determinazione nel cambiare la loro situazione, questo significa che devono essere attive nella ricerca di un posto di lavoro e devono mandare regolarmente i loro figli a scuola.

Ma quali sono le condizioni per accedere alla Social Card 2013? Possono accedere a questa carta tutte le famiglie che hanno un reddito annuo inferire ai 3000 €, che hanno un’abitazione che ha un valore inferiore ai 300.000 €, che hanno un patrimonio inferiore agli 8000 € e che non hanno automobili immatricolati nei 12 mesi che precedono la richiesta della carta. Ovviamente la precedenza per accedere alla Social Card 2013 viene data a tutte quelle famiglie che vivono condizioni di particolare disagio come le famiglie con nuclei familiari particolarmente numerosi, come le famiglie in cui c’è un solo genitore oppure le famiglie in cui c’è una persona disabile.
Tutte le famiglie interessate ad accedere alla Social Card e al suo progetto di Servizi Sociali devono rivolgersi al proprio comune di residenza. Qui potranno accedere a tutte le informazioni necessarie e potranno trovare tutti i moduli da compilare per fare domanda.

Sostieni Report e Milena Gabanelli. Fai MI PIACE e segnala ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *