L’utilizzo dei fotolibri nell’insegnamento e nella formazione

L’apprendimento parte prima di tutto dalla percezione e quindi ovviamente dalle immagini. Proprio per questo motivo i libri scolastici per bambini e i primi libri di lettura sono sempre corredati da numerosi disegni ed illustrazioni, fotografie e realizzazioni grafiche ricche di colori, tutti elementi questi che rimangono anche nei libri per i bambini e i ragazzini un po’ più grandicelli. Le immagini permettono ai bambini infatti di formarsi delle percezioni quanto più reali possibile del mondo che li circonda, di organizzare le idee, di classificare, di rendere giustizia ad un concetto astratto.
Gli insegnanti devono tenere bene in mente tutte queste osservazioni, è importante infatti che portino avanti un lavoro sulle immagini che sia quanto più intenso possibile durante tutti gli anni della scuola dell’obbligo, un lavoro sulle immagini che dovrebbe però andare al di là dei testi scolastici e dei libri di lettura. Non sempre infatti le immagini presenti in questi testi sono sufficienti. Prendiamo ad esempio l’eruzione vulcanica che distrusse Pompei, un argomento questo che viene trattato in tutte le scuole in modo piuttosto approfondito e per il quale ci sono sempre disegni che rappresentano le vicende accadute. Può darsi che i bambini chiedano all’insegnante com’è adesso Pompei, ecco che qui alcune fotografie della Pompei di oggi possono essere allora di aiuto. Non solo, ci sono alcune immagini che non sono ovviamente presenti nei testi scolastici in quanto sono dell’ultimo minuto, le immagini cioè che arrivano ogni giorno sulle pagine delle maggiori testate giornalistiche. Gli insegnanti devono imparare a portare a scuola anche queste immagini perché è importante che i bambini scoprano anche il loro presente oltre che il loro passato.
Come possono gli insegnanti far entrare nelle aule queste immagini nel miglior modo possibile? L’ album foto nella moderna versione del fotolibro è una soluzione, in questo modo è possibile racchiudere tutte le immagini in un solo volume rilegato da portare in aula. L’insegnante può far passare quell’album di mano in mano agli alunni mentre descrive le immagini in modo dettagliato, album da lasciare poi in classe in modo che possa essere consultato in ogni momento. Il preside della scuola sarà sicuramente d’accordo ad inserire una piccola libreria in aula per contenere tutti questi preziosi volumi, in alternativa possono sempre essere messi in biblioteca in modo che possano essere fruiti liberamente anche da tutti gli altri insegnanti e da tutte le altre classi. Il fotolibro non è la scelta ideale solo nelle aule scolastiche ma anche nei corsi di formazione. è proprio questa infatti la forma che gli insegnanti possono dare alle eventuali dispense da consegnare agli alunni, un mix di testi e di immagini per fare in modo che l’apprendimento sia più semplice per tutti. è infatti importante sottolineare che le immagini non sono la scelta ideale solo per i bambini, ma anche per gli adulti.
Ma creare album foto non sarà un po’ troppo complicato? Assolutamente no, è anzi davvero molto semplice e veloce. Gli insegnanti che desiderano realizzarne uno hanno online infatti degli strumenti davvero molto semplici che permettono loro in pochi minuti di inserire immagini, didascalie, testi e anche ovviamente di scegliere gli sfondi più adatti e una copertina ad hoc. C’è ad esempio il software offerto da Cewe che risulta davvero di semplice utilizzo. Un’azienda questa che vi consigliamo caldamente visto che si tratta di un’azienda leader nel mondo della fotografia e della realizzazione dei fotolibri, fotolibri di alta qualità che arrivano a casa vostra in poco tempo e che sono resistenti e capaci di durare a lungo nel tempo. Proprio quello che ci vuole da dare in mano ai nostri bambini non vi pare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *