Teresa Mannino una “prof” d’eccezione

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di ScuolaMagazineTwitter.

Si sentiva nell’aria già dalla prima ora, tutti gli studenti dell’Istituto “Galilei Costa” percepivano nelle aule e nei corridoi che qualcosa stava per accadere, i docenti facevano gli gnorri e la domanda che circolava ovunque era “cosa sta per succedere?”. Ed è successo. Alle 11.45 tutti gli studenti della scuola sono stati invitati, senza alcuna spiegazione, a recarsi nella prestigiosa Sala Dante, l’aula magna della scuola, e dopo appena quindici minuti è entrata lei, l’inaspettata, l’amata, la mitica …Teresa Mannino.

Gli studenti non riuscivano a credere ai propri occhi ma hanno dovuto credere alle proprie orecchie quando, con quella tipica cadenza siciliana, hanno sentito uscire dagli altoparlanti l’inconfondibile voce dell’artista comica di “Zelig”, “Zelig Off”, “Se stasera sono qui”, “Isole incomprese” e tante altre trasmissioni e film. Lei era lì, con loro.

Ha trascorso quasi un’ora e mezza insieme agli alunni, ai docenti e alla dirigente, Addolorata Mazzotta, della scuola salentina, tra battute esilaranti, commenti spiritosi e aneddoti sulla propria esperienza scolastica, e rispondendo alle infinite domande dei ragazzi con tanta sana comicità improvvisata come solo la Mannino sa fare. Le hanno chiesto di tutto, dalla vita professionale e artistica a quella privata: “da laureata in filosofia, quando hai capito di essere una comica?”, “è reale l’amicizia tra colleghi che dimostrate sul palco di Zelig?”, “con tutti questi spettacoli in giro per l’Italia come riesci a gestire il rapporto con tua figlia?”, “che rapporto avevi a scuola con i prof?” e l’immancabile …”come è Raoul Bova da vicino?”.


Ad un certo punto è venuto poi fuori che proprio oggi Teresa Mannino compie gli anni, anche se qualcuno tra i docenti organizzatori dell’evento ne era già a conoscenza e infatti, magicamente, in quell’istante è spuntato un bellissimo mazzo di fiori che due alunne hanno regalato all’artista e il cui gesto ha dato il “la” per intonare un accorato e corale “Tanti Auguri”. Al termine dell’incontro l’artista è stata generosissima e tanto paziente nel firmare una quantità impressionante di autografi, quasi a tutti gli studenti presenti in aula, e nel fare centinaia di foto che, c’è da scommetterci, sono già on line a tonnellate sui vari profili di Facebook. Forse per una buona ora Teresa è tornata indietro nel tempo e si è sentita di nuovo una studentessa tra compagne e compagni.

«E’ la prima volta che vengo in una scuola superiore per incontrare degli studenti – ha riferito l’artista – e sono felicissima che sia accaduto in un Istituto importante, storico e prestigioso. Devo dire che è simile al Liceo Classico che ho frequentato io. Per un attimo mi è venuto il nodo in gola e temevo che mi sarebbe sfuggita qualche lacrima per l’emozione, ma ho retto bene. E’ stata un’esperienza bellissima, all’inizio i ragazzi erano un po’ timidi, poi si sono scaldati e mi hanno tartassata di domande. Decisamente emozionante è stato il momento in cui hanno scoperto che oggi compio gli anni e mi hanno cantato in diretta e in coro “Tanti Auguri cara Teresa”, ricorderò questo compleanno per tutta la vita. …e sono persino sopravvissuta all’invasione finale con la richiesta di centinaia di autografi e foto.»

L’invito odierno di Teresa Mannino al “Galilei Costa” rientra fra le attività che la scuola salentina programma per far sempre più sentire ai propri studenti quanto è importante che la formazione “scolastica” interagisca con ciò che accade nel mondo esterno e non resti chiusa in se stessa. Questo atteggiamento dell’Istituto riteniamo che sia ormai da tempo conosciuto e ampiamente provato, progetti come “Dieta Med-Italiana”, “GPace” e “Repubblica Salentina” la dicono lunga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *