Quando i genitori si separano

Capita sempre più spesso che coppie con figli decidano di separarsi e non sempre questo accade “senza esclusione di colpi”. I primi ad accusare tali colpi sono proprio i ragazzi che si ritrovano feriti e spaesati proprio nell’età in cui, per la loro crescita, hanno bisogno di serenità e sicurezza in famiglia. Per quanto i genitori si sforzino di non fare del male ai propri figli, è difficile che i ragazzi non soffrano almeno un po’ per il cambiamento che vedono nelle loro vite. Nessuno vorrebbe mai affrontare il dolore del divorzio e della fine di una storia, ma quando l’affinità di coppia viene a mancare, separarsi appare inevitabile.

La scuola ha un ruolo estremamente importante in situazioni come questa e ha il dovere di offrire supporto ai bambini e ai ragazzi che stanno vivendo una separazione in famiglia. Occorre prestare più attenzione ai cambiamenti che possono avvenire negli studenti e far capire loro che l’insegnante non è soltanto un “giudice” ma anche un educatore e un sostegno concreto per i propri allievi. È necessario che maestri e professori abbiano cura dei loro studenti e che valutino la loro condotta a 360 gradi, tenendo quindi conto della realtà che vivono. Un bambino che vive con un genitore da poco single, ad esempio, ha bisogno che la sua condizione non venga messa in evidenza. In molti casi l’affidamento dei figli avviene in maniera serena e consensuale, ma quando non è così è bene che l’insegnante si informi su quello che sta accadendo nella vita del proprio alunno. La scuola è il principale educatore insieme alla famiglia e per scongiurare disagi e isolamento deve assicurare ai ragazzi una presenza forte e sicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *