Archivio mensile:settembre 2012

DOMANI Dentiblù sconvolge Sarzana (SP) con Braccio di Culo

Cinismo e volgarità surreali a Sarzana: arriva Braccio di Culo!
Il 29 settembre Tenderini sconvolge la città con risate surreali e politicamente scorrette

Cosa succede se nella tranquilla e piacevole Sarzana, in provincia di La Spezia, arriva Braccio di Culo? Una valanga di cinismo e di buffe situazioni surreali si sta per abbattere sulla città, il tutto rigorosamente all’insegna del politicamente scorretto.

La data prevista è il 29 settembre, l’orario le 15.30, il luogo la libreria del fumetto Comic House, in via Gramsci 25/a, dove Emanuele Tenderini, presenterà l’albo che raccoglie le scellerate avventure di Braccio di Culo, edito da Dentiblù. Per l’occasione l’autore si intratterrà col pubblico e sarà a disposizione per dediche, autografi e sketches!

Nato sul web e definito il fumetto più politicamente scorretto dell’anno, arriva su carta dal 20 settembre 2012, grazie al “perfido genio” di Emanuele Tenderini, e da tanti altri disegnatori che negli anni si sono passati la matita.

Il fumetto, tra  il comico  e il surreale, racconta le vicissitudini del povero Braccio di Culo, nato con un sedere al posto della mano sinistra, e per questo deriso e maltrattato da tutti. Ovunque vada non c’è persona che perda l’occasione di umiliarlo, neanche i suoi stessi genitori e persino Bob, il suo amico immaginario. Gli eccessi, la volgarità portata all’estremo, spesso insensata e orgogliosamente fondata sul pregiudizio, la leggerezza e la cosciente incoscienza priva di ogni pretesa
morale, una violenza così assurda da diventare comica sono la formula vincente di questo fumetto, già amatissimo in rete. Definito dallo stesso Tenderini “cinico, aggressivo, violento, volgare, non adatto ad un pubblico di minori”, i toni delle vicende del povero giovane dai capelli rossicci, si spingono talmente in alto da rendere il tutto così surreale che è impossibile non ridere delle disgrazie di quel povero “sfigato”. Provare pietà o abbandonarlo al suo tragico destino? Inutile dire che
tutti hanno sempre propeso per la seconda alternativa.

Dentiblù è illustrazioni, disegno di fumetti, storyboard, character design, una fucina di idee creative, scrittura creativa, storie per fumetti, libri, progettazione di giocattoli e giochi, ma anche realizzazione di contenuti multimediali e per web. E’ una casa editrice giovane, innovativa, che si sta imponendo nello scenario dell’editoria a fumetti italiana, anche acquisendo diritti di pubblicazioni internazionali di successo. Tra le sue collane di fumetti, Zannablù, con le miniserie sulle
avventure di Zannablù, il cinghiale ingenuo dalle zanne blu e gli Zannini, horror collection, parodie a fumetti di terrificanti film horror che hanno fatto la storia del cinema. I fumetti sono ideati da Stefano Bonfanti e Barbara Barbieri.  www.dentiblu.it

ACCOLTI TUTTI I RICORSI TFA DI ADIDA E SULLA SUA SCIA SI ACCODANO TUTTI

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di ScuolaMagazineTwitter.

In data 26 settembre 2012 si è tenuta la prima udienza dinanzi al Tar del Lazio (Sezione Terza Bis) per confermare i ricorsi proposti da coloro che erano stati esclusi dal test per l’accesso al Tfa. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, presieduto dal Presidente Franco Bianchi con l’intervento i Magistrati Ines Simona Immacolata Pisano e Paolo Restaino, ha accolto tutti i ricorsi confermando i decreti cautelari con ordinanza motivata.
“Le ordinanze sono state accolte per tutte le università” riferisce Barbara Borriero, coordinatrice Adida, e aggiunge “E’ una vittoria storica, un vero spartiacque nella giurisprudenza amministrativa tracciata dal duro lavoro dei nostri Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia”. I due avvocati sono al fianco dei precari della scuola da ormai diversi anni e patrocinatori di migliaia di insegnanti e dell’Associazione ADIDA contro il Decreto Gelmini istitutivo del T.F.A. Sono convinti che il futuro di migliaia di famiglie non possa essere deciso dal risultato di un test di sessanta domande dove anche venticinque erano errate, per confessione dello stesso Ministero.
Aggiunge la Borriero: “Ora il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca sarà costretto a rivedere le proprie posizioni e ad ammettere in sovrannumero tutti coloro che ci daranno mandato per predisporre con noi il ricorso”.
“Ora Adida punta a impugnare il concorsone con un maxi ricorso. È impensabile che non si riconosca il dovuto a tanti precari che da anni e anni prestano servizio e che hanno fatto il servizio pubblico scolastico italiano” tuona la coordinatrice Adida.
Adida ha già in cantiere un mega ricorso contro il c.d. “concorsone” per tutti i precari che da anni lavorano nella scuola e ingiustamente sono lesi da questo concorso che non riconosce i loro titoli e il servizio prestato per anni e anni nelle scuole della Repubblica.


III concorso nazionale di poesia “Strada facendo”

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di ScuolaMagazineTwitter.

III CONCORSO NAZIONALE DI POESIA
STRADA FACENDO…
“Il giovane cammina più veloce dell’anziano ma l’anziano conosce la strada” (proverbio africano)
in occasione
della Giornata Mondiale della Filosofia proclamata dall’UNESCO e
dell’Anno Europeo dell’Invecchiamento attivo e della Solidarietà tra le generazioni

Il concorso, giunto al suo terzo anno, rientra nel ricco programma di eventi che Nuova Acropoli propone in tutte le città in cui è presente in occasione della Giornata mondiale della Filosofia proclamata dall’UNESCO.
Il titolo scelto per l’edizione 2012 è ispirato alle tematiche suggerite dall’Anno europeo dell’Invecchiamento attivo e della Solidarietà tra le generazioni.

COMITATO ORGANIZZATIVO

L’Associazione di cultura e volontariato “Nuova Acropoli”- filiale di Pescara, via Trieste n° 125 – 65122 Pescara, bandisce la III edizione del Concorso Nazionale di Poesia:

STRADA FACENDO…
“Il giovane cammina più veloce dell’anziano ma l’anziano conosce la strada” (proverbio africano)

Tutte le informazioni, il bando e la scheda di partecipazione possono essere richieste all’indirizzo: pescara@nuovaacropoli.it.

REGOLAMENTO

del concorso nazionale di poesia proposto da Nuova Acropoli – Pescara
in occasione della XI Giornata Mondiale della Filosofia – UNESCO

STRADA FACENDO…
“Il giovane cammina più veloce dell’anziano ma l’anziano conosce la strada” (proverbio africano)

Art. 1
Il concorso è gratuito ed è articolato in un’unica sezione. Possono partecipare tutti i cittadini italiani e stranieri che abbiano compiuto 16 anni di età all’atto dell’iscrizione.
Per i minorenni occorre l’autorizzazione firmata di chi esercita la patria potestà sulla scheda di partecipazione allegata.
Art. 2
Ogni partecipante può concorrere con una sola poesia inedita, mai pubblicata o comunque mai premiata o segnalata in altri concorsi, in lingua italiana. Sono accettati anche elaborati collettivi.
Art. 3
La poesia non ha limiti di versi né di stile. L’unica indicazione è che il componimento sia coerente con il tema del concorso.
Art. 4
Ogni elaborato deve essere redatto con carattere “Times New Roman”, dimensione 12, interlinea 1,0, pena esclusione dal concorso.


Art. 5
Gli elaborati devono pervenire esclusivamente in formato .doc, , via e-mail entro il termine improrogabile di giovedì 8 novembre 2012, farà fede la data della mail, al seguente indirizzo: pescara@nuovaacropoli.it, con oggetto “concorso poesia”. Oltre tale data gli invii saranno ritenuti nulli. Si consiglia di richiedere la conferma della ricezione della e-mail.
La mail deve contenere in allegato la sotto indicata documentazione, in due file separati:
Il file della propria poesia, senza firma e senza alcun riferimento a dati personali, per essere valutata in maniera anonima dalla Commissione esaminatrice.
La scheda di partecipazione, (allegata al presente bando) debitamente compilata e firmata, inclusa la parte relativa al trattamento dei dati personali per gli scopi inerenti lo svolgimento dell’evento e la liberatoria alla diffusione delle fotografie e riprese audio-video, che verranno effettuate nella cerimonia pubblica di premiazione (in caso di minori si richiede la firma di un genitore od esercente la patria potestà).
Art. 6
La Giuria valuterà tutti gli elaborati, a suo inappellabile e insindacabile giudizio, senza essere a conoscenza delle generalità dei partecipanti. A seguito di tale giudizio saranno resi noti i nomi della Commissione, di cui uno sarà un rappresentante dell’Associazione organizzatrice.
Art.7
Non sono previsti premi in denaro. Verranno premiate le tre migliori poesie. La giuria si riserva la possibilità di assegnare premi speciali e segnalazioni di merito alle opere ritenute particolarmente significative. Al risultato del Premio sarà dato ampio risalto attraverso la pubblicazione sul sito www.nuovaacropoli.it e la stampa cartacea e on line.
Art. 8
La premiazione con la proclamazione ufficiale dei vincitori avrà luogo sabato 1 dicembre 2012 alle ore 16.30 presso il Museo d’Arte moderna “Vittoria Colonna”, Pescara con la lettura delle poesie vincitrici e di alcune tra le migliori opere. Saranno invitate personalità del mondo istituzionale, della cultura e dell’associazionismo. Data, Luogo e Orario potrebbero subire variazioni, in tal caso ne verrà data comunicazione via mail.
Tutti i partecipanti sono invitati alla cerimonia conclusiva. Solo gli autori finalisti riceveranno comunicazione tramite e-mail entro 7 giorni dalla data della premiazione.
I premi dovranno essere ritirati personalmente o, nel caso di impossibilità, tramite delega scritta via e-mail, che dovrà pervenire presso la segreteria del premio all’indirizzo pescara@nuovaacropoli.it
I premi non ritirati non verranno spediti.
In nessun caso l’organizzazione si farà carico di eventuali costi di viaggio, vitto e alloggio sostenuti dai concorrenti per la partecipazione alla cerimonia.
Art.9
Tutti i partecipanti potranno conoscere gli esiti finali del concorso visitando il sito www.nuovaacropoli.it o inviando una mail a pescara@nuovaacropoli.it.
Art. 10
Delle opere presentate Nuova Acropoli si riserva la possibilità di pubblicazione – senza scopo di lucro – sotto qualunque forma.
Art. 11 La direzione del concorso si riserva di escludere le poesie che veicolino messaggi offensivi, lesivi della sensibilità pubblica, o che richiamino temi di tipo politico o religioso.
Art. 12
La partecipazione al concorso comporta l’accettazione e la piena osservanza del presente regolamento in tutti i suoi punti.

Per informazioni:
Nuova Acropoli – Pescara
Via Trieste n° 125 – 65122 Pescara (dal lunedì al venerdì dalle 18.00 alle 21.00)
tel. e fax 085.21.21.176
pescara@nuovaacropoli.it

www.nuovaacropoli.it

STUDENTI IN PIAZZA CON I PRECARI DELLA SCUOLA

Le studentesse e gli studenti dell’Unione degli Studenti saranno oggi in piazza, a Roma, al fianco dei tanti precari della scuola che stanno lottando in questi giorni contro il concorso truffa del ministro, in occasione della manifestazione nazionale indetta dai Comitati Precari della Scuola.

Nelle settimane passate siamo stati a fianco dei precari della conoscenza nei presidi al Ministero dell’Istruzione, nelle assemblee pubbliche verso la mobilitazione nazionale di oggi, e in molte città di Italia, nell’ottica di costruire un percorso di mobilitazione comune che parta dalla data di oggi, e arrivi alla prima data di mobilitazione nazionale studentesca, lanciata dall’Unione degli Studenti, il 12 Ottobre.

“Saremo in piazza con i docenti precari – dichiara Roberto Campanelli, coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti – per ribadire che il progetto che sta dietro al cosìdetto concorsone non piace neanche agli studenti, che non ci va giù che si continui ad usare la retorica dei giovani per mascherare un progetto ben diverso da quello dell’assorbimento dei precari. Il progetto di smantellamento della scuola pubblica , cominciato anni fa e accellerato durante l’ultimo governo Berlusconi, passa dalla riproposizione della Legge 953, il PDL Aprea 2 – la vendetta, attraverso il quale si intende cancellare la rappresentanza studentesca e i diritti degli studenti, e si permette l’ingresso a pieno titolo dei privati nelle scuole, e fa tappa per il vergognoso sistema di reclutamento proposto dalla stessa On. Aprea alla regione Lombardia”

“Non permetteremo che la scuola venga distrutta sotto gli occhi di studenti e insegnanti – continua Campanelli – per questo scenderemo in piazza, da oggi verso il 12 ottobre, e sicuramente oltre quella data. Non ci faremo ipnotizzare dalla falsa scuola 2.0, nè tanto meno dalle continue riforme fatte a nome dei giovani e continueremo la nostra lotta per una scuola pubblica, di qualità e che viva di partecipazione studentesca dalla base”.

UNIONE DEGLI STUDENTI

DAL 20 OTTOBRE 3800 SCUOLE SENZA INTERNET

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di

ScuolaMagazineTwitter.

Con la nota prot. 4173 del 12 settembre 2012 il MIUR comunica che dal 20 ottobre 2012 saranno dismesse tutte le linee ministeriali Fastweb del progetto SPC per le 3800 scuole interessate. Il progetto interessava 3800 scuole presenti nelle zone di digital divide del paese e questo garantiva la connessione ad internet agli istituti coinvolti. Per ripristinare i nuovi collegamenti non è previsto alcun finanziamento sostitutivo.

“Altro che digitalizzazione e scuola 2.0 – dichiara l’Unione degli Studenti – è uno scandalo che dall’inizio dell’anno scolastico il Ministero proclami l’arrivo della scuola dell’innovazione, mentre nel concreto proseguono i tagli alle scuole. Attraverso queste scelte, ben 3800 scuole del paese saranno tagliate fuori dall’utilizzo di internet, ovvero quello che anche l’ONU ha dichiarato un diritto inviolabile”


“Pretendiamo subito che il Ministero garantisca alle scuole l’utilizzo di internet, e queste spese non vadano scaricate sugli studenti con l’aumento dei contributi volontari. E’ necessario invertire immediatamente la rotta e passare dalle politiche di compressione della spesa, al rifinanziamento della spesa in istruzione.”

UNIONE DEGLI STUDENTI

Oggi a Roma i COBAS in piazza con i precari della scuola

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di

ScuolaMagazineTwitter.

Il 22 settembre i COBAS in piazza con i precari della scuola

No al concorso-truffa, no alla deportazione dei docenti “inidonei”, no alla scuola-miseria.

I COBAS partecipano alla manifestazione nazionale (Roma, P.Esquilino, ore 14.30) indetta dai Precari uniti contro i tagli e il concorso-truffa voluto dal ministro Profumo. Oltre al ritiro immediato del concorso, i COBAS scendono in piazza per chiedere l’immissione in ruolo su tutti i posti vacanti e disponibili (eliminando la strumentale divisione tra organico di fatto e di diritto); la parità di trattamento contrattuale tra personale a tempo determinato e indeterminato; il ritiro dei tagli a posti di lavoro, scuole, materie, orari; l’apertura di una trattativa sul reclutamento, che escluda l’assunzione diretta da parte dei presidi e garantisca un percorso abilitante qualificato per chi vuole insegnare; il mantenimento degli “inidonei” nel loro ruolo e luogo di lavoro e la restituzione dei posti ai precari ATA. In tutta Italia le nostre sedi sono mobilitate per raccogliere le richieste dei precari che vogliono essere a Roma domani per manifestare, organizzando il viaggio in pullman, treni, auto. Per favorire la partecipazione i COBAS hanno anche organizzato a Roma un Convegno CESP per la mattina di sabato 22 (inizio ore 9.30) al Centro Congressi di V.Cavour 50. Facciamo appello a tutto il personale della scuola, docente ed ATA, precario o stabile, perchè garantisca la massima partecipazione al corteo che si svolgerà nel centro cittadino, concludendosi a Bocca della Verità.

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS