Archivio mensile:aprile 2012

Studiare inglese non è mai stato così facile

Il vostro sogno è quello di studiare inglese ma non sapete a chi rivolgervi per avere un ottima guida? È importante selezionare le scuole più conosciute per avere il massimo della professionalità a portata di mano.

Avete mai sentito parlare di English Studio? Si tratta di una scuola dedicata a tutte le persone che desiderano seguire un corso d’inglese professionale, sicuro e che offre il massimo sotto ogni punto di vista. All’interno del territorio italiano sono tantissime le scuole di inglese disponibili, ma quante offrono un servizio sicuro e chiaro per i genitori?
La English Studio è una scuola famosa in tutto il mondo, la scuola di inglese a Londra, pronta ad offrire corsi di alta qualità a prezzi davvero contenuti. Le persone che si trovano a Londra per lavoro, sicuramente avranno bisogno di un sostegno per vivere al meglio in questa grande metropoli.
Scegliendo di seguire un corso di inglese, potrete contare sull’attenzione e il supporto di professionisti all’interno di un ambiente rassicurante e stimolante. Imparare l’inglese grazie alla tecniche di studio offerte sarà un divertimento, inoltre studiare inglese a Londra, significa anche avere la possibilità di girare per la città alla scoperta di tradizioni diverse e originali.
Pensate alla possibilità di conoscere Londra e allo stesso tempo studiare per il vostro futuro, una sorta di vacanza-studio che vi aiuterà anche nel futuro lavorativa. La The Enghlish Studio si trova a due passi dal famoso Convent Garden e due distretti sono situati nel quartiere di Notthing Hill.
Visitando il portale avrete addirittura la possibilità di vivere all’interno di alloggi dedicati agli studenti, i prezzi variano da 18 £ al giorno per i London Home Stay, per i residence 21£ al giorno, Hostel a partire da 10£ al giorno e Hotels da 45£ al giorno.
Un’avventura straordinaria che vi permetterà di vivere grandi emozioni e di imparare l’inglese madrelingua senza problemi.

Gite scolastiche: mete insolite nella nostra penisola

Se chiedete a uno studente cosa aspetta durante l’anno scolastico, la risposta è: il viaggio. Il momento della gita è sicuramente la parte dell’anno scolastico che gli studenti, di qualsiasi scuola e di qualsiasi grado, attendono con maggiore ansia. Se si pensa alle gite scolastiche, vengono, però, in mente delle mete abbastanza classiche. Perché non pensare, quindi, a delle mete insolite? Proviamo a fare qualche ipotesi: la riviera romagnola, ad esempio. Trovare un hotel a Rimini, o in qualche altra località interessante, è davvero facile, perché il web così come le agenzie turistiche ci offrono non poche soluzioni cercando sui motori di ricerca Rimini hotel. Inoltre, la riviera romagnola è sicuramente il top per quanto concerne il divertimento di ogni tipo. Discoteche, ma anche parchi divertimento, arte e cultura, belle spiagge e molto altro ancora: tutte queste sono le caratteristiche racchiuse in questa parte d’Italia che, quindi, potrebbe essere la meta perfetta per una gita scolastica che, si sa, deve mescolare in maniera equilibrata sia il divertimento che l’apprendimento. Di solito, poi, le gite scolastiche si fanno con l’arrivo della bella stagione e per questo motivo una bella meta di mare è davvero l’ideale per far ritemprare I ragazzi dopo un intero anno scolastico. È per questo motivo che chi vuole scegliere una meta del Sud potrebbe scegliere anche la Campania con le sue molte meraviglie. Tra I posti più belli da visitare, ci sono sicuramente Napoli, ma anche Capri o, perché no, Ischia. Si tratta di perle davvero rare, capaci di coniugare bellezza paesaggistica e apprendimento, perché ricche di storia. Anche in questo caso, trovare alberghi a Ischia piuttosto che in un’altra località marittima, è cosa abbastanza semplice. Basta cercare la soluzione ideale con I vari motori di ricerca e il gioco è fatto. In questo modo, gli studenti, ma non solo, potranno godere di un’esperienza davvero molto interessante e anche alternativa. Basta, quindi, con le solite mete a cui si è abituati. Variare fa sempre bene, soprattutto perché porta una ventata di rinnovamento che non fa mai male, soprattutto per I più giovani. Organizzare una gita con una meta insolita è una bella idea, perché si possono coniugare tante cose: la novità, la cultura, la bellezza paesaggistica, la cultura e, perché no, lo sport e l’immancabile divertimento che è una delle parti fondamentali di un viaggio d’istruzione. Provate a immaginare una gita senza divertimento e solo d’apprendimento. I ragazzi sicuramente non ne sarebbero contenti. Scegliendo, invece, una meta alternativa, magari a basso costo, si fanno contenti tutti e si unisce davvero l’utile al dilettevole, come è giusto che sia.

Epson e la scuola: il MIUR invita, Epson risponde

Epson partecipa all’iniziativa Impres@scuola avviata dal MIUR, offrendo supporto tecnologico nella realizzazione di 30 progetti sui 68 presentati da 29 scuole italiane.

Epson partecipa al progetto Impres@scuola avviato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) per favorire l’informatizzazione delle scuole in termini di infrastruttura, rete internet, sistemi di insegnamento.
In particolare Epson offrirà un supporto tecnologico a ben 30 progetti, selezionati tra i 68 presentati a Epson Italia da 29 scuole di tutta la Penisola.

Nell’ambito del progetto Impres@scuola, la risposta delle scuole all’invito di Epson si è sviluppata con progetti di grande concretezza e creatività: 16 quelli presentati da scuole del Sud sui 68 totali, 10 da scuole del Centro e 42 da scuole del Nord.

Per selezionare i 30 progetti da supportare, Epson ha svolto un approfondito lavoro di analisi, creando una commissione interna composta da tre specialisti di prodotto. La commissione ha valutato le singole proposte sulla base di quattro criteri pesati: creatività, integrazione, interpretazione ed economicità, stabilendo di supportare tutti i progetti con punteggio uguale o superiore a 7,4/10.

“Per permettere una crescente adozione di tecnologie innovative nelle scuole – afferma Carla Conca, Business Manager Visual Instruments di Epson Italia – è necessario mettere a disposizione degli insegnanti soluzioni flessibili e soprattutto semplici da usare. Per questo abbiamo deciso di supportare i migliori progetti con i nostri videoproiettori, stampanti e scanner, studiati per rispondere alle esigenze di robustezza e facilità d’uso del settore, trasformando l’apprendimento in un’esperienza coinvolgente e interattiva.”

Tra i progetti presentati, alcuni hanno rivelato particolare creatività come ad esempio, la proposta di creare, all’interno di una scuola dell’infanzia, un tavolo interattivo in retroproiezione a misura dei piccoli utilizzatori. Oppure, in unaltro progetto, l’idea di realizzare CD e DVD contenenti il filmato della festa di fine anno con, in allegato, la cartellina digitale dei lavori cartacei eseguiti dal bambino nel corso dell’attività didattica.
Grande interesse ha riscosso la Document Camera, con quasi un terzo dei progetti presentati che ne hanno previsto l’utilizzo: si tratta di una fotocamera digitale montata su un braccio snodabile che permette di riprendere o fare filmati anche di azioni molto lente (come, ad esempio, lo sbocciare di un fiore) o, collegata a un microscopio ottico, di vedere proiettato in grande il contenuto del vetrino, di fotografarlo e filmarlo. Infine, per i 15 progetti incentrati sui videoproiettori interattivi, merita una segnalazione il fatto che 4 di essi chiedono l’interfaccia di rete wifi con la quale collegare i tablet direttamente al videoproiettore, segnale di una scuola che si sta allineando sempre più a un dialogo multimediale con gli studenti.

Tra i primi classificati, fra i progetti presentati, si segnalano:

– Le scuole IC Ferraris di Cigliano (VC) e IC Sant’Antonino di Susa (TO) con un Progetto per la produzione di CD e DVD con la finalità di fare il portfolio con i materiali degli studenti e il filmato della festa scolastica di fine anno.

– Le scuole IC Novelli di Ancona, IC Porcu Satta di Quartu (CA) ed il Liceo Scientifico Casiraghi di Cinisello B. (MI) tutti con un Progetto per la visualizzazione con Document Camera collegata alla LIM o al proiettore interattivo allo scopo di proiettare oggetti reali o immagini dal microscopio ottico sulla lavagna multimediale.

– Le scuole ITS Fabiani di Tieste, IC San Giorgio di San Giorgio di Mantova e IC San Pietro in Casale (BO) con progetti che prevedono l’utilizzo di un videoproiettore interattivo, in parte con interfaccia wifi per collegarsi al videoproiettore con i tablet.

La consegna e l’installazione dei prodotti assegnati alle scuole vengono effettuate da un team specializzato e, compatibilmente con le disponibilità delle scuole, l’obiettivo è di concludere le installazioni prima della fine dell’anno scolastico in corso. Contestualmente ad ogni installazione, Epson ha in programma un corso rivolto ai docenti per fornire le istruzioni necessarie ad usare al meglio i prodotti che vengono forniti.

Un tablet specifico per la scuola primaria (e un aiuto per la dislessia)

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Digitally Different – una startup italiana – presenta sul mercato un tablet innovativo appositamente disegnato per la scuola primaria.

EDI Touch è stato pensato per incoraggiare i bambini ad approfondire i propri interessi e a comprendere meglio gli argomenti visti a scuola .
La sua interfaccia indirizza l’attenzione degli studenti e riduce le possibili distrazioni.

Nel progettare il nostro tablet ci siamo avvalsi della consulenza e dei contributi di logopedisti e ricercatori universitari nell’ambito dei disturbi dell’apprendimento.

Inoltre su EDI Touch abbiamo preinstallato tutti gli strumenti utili ai bambini dislessici

Pur essendo commercializzato ad un prezzo estremamente vantaggioso, EDI Touch possiede delle caratteristiche tecniche che lo collocano in una fascia medio alta:

Lo schermo capacitivo ad alta definizione (IPS) è stato scelto per garantire una ottima lettura ed un rispetto dei colori da qualsiasi angolazione.
Il formato da 9.7 pollici è stato ritenuto il più adatto in quanto ricorda la dimensione dei quaderni che i bambini sono soliti usare fin dai primi anni della scuola primaria.

La potente CPU (Cortex A9 da 1 GhZ) consente di fruire di qualisasi applicativo e contenuto multimediale.

Le due videocamere (fronte e retro) consentono di acquisire documenti e perfino effettuare delle videoconferenze.

Come sistema operativo è stato scelto Android per la possibilità di customizzare l’interfaccia (grazie alla disponibilità dei sorgenti) e la ricca offerta di programmi disponibili sul market (accessibile solo dopo l’autorizzazione dell’insegnante)

Per finire EDI Touch è dotato anche di uscita mini HDMI e supporto Bluetooth che gli consentono di collegarsi a televisori o proiettori e di utilizzare anche tastiere esterne, utili in ambito scolastico.

Attualmente EDI Touch è disponibile in beta test per un gruppo ristretto di utenti (principalmente operatori, insegnanti e/o genitori con esperienza diretta nell’ambito della dislessia) al fine di recepire eventuali spunti e migliorie da una comunità più allargata; la vendita sarà aperta al pubblico a partire dalla metà di maggio a 349 euro IVA inclusa.

Maggiori informazioni sono disponibili su
www.tabletascuola.net


Scuola: 200 LIM SMART Board nella Provincia di Lucca

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca negli ultimi due anni ha investito oltre 700 mila euro in tecnologie a supporto della didattica per le scuole della Provincia. In questo interessante progetto è stata coinvolta anche SMART Technologies che ha fornito alle scuole circa 200 lavagne interattive SMART Board.

Alla dotazione delle attrezzature – distribuite un po’ in tutte le scuole della provincia – ha fatto seguito l’organizzazione di corsi di formazione sulle nuove tecnologie didattiche, che si sono tenuti in San Micheletto e ai quali hanno partecipato numerosi docenti.

La scelta della Fondazione è stata dunque quella di aiutare il sistema scolastico locale a crescere e svilupparsi, utilizzando le tecnologie informatiche, in modo da portarsi al livello dei Paesi europei più evoluti. Ciò al fine di consentire un cambiamento innovativo nell’approccio didattico e di apprendimento, che ancora ricalca schemi tradizionali, poco adatti all’evoluzione del sapere e delle esigenze della società moderna.


SMART Technologies è una delle aziende leader nella didattica collaborativa e per la creazione di ambienti multimediali interattivi indirizzati alle scuole. SMART ha creato la prima lavagna interattiva al mondo, introducendo nel 1991 la SMART Board ed è da sempre leader nel mercato delle lavagne interattive, avendo venduto oltre 2,3 milioni di lavagne in totale. Le lavagne SMART sono utilizzate ogni giorno da più di 1,9 milioni di classi (tra scuole primarie e secondarie) e da oltre 40 milioni di studenti e insegnanti in tutto il mondo.

Lavagna interattiva in palio per le scuole della provincia di Venezia

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Anche quest’anno a tutte le scuole della Provincia di Venezia viene offerta la possibilità di vincere una Lavagna Interattiva Multimediale da 77” SMART completa di proiettore o unaDocument Camera: è partita la nuova edizione del concorso “Fare Scuola con la Lim”!

Partecipare è semplice: crea una lezione e dimostra come utilizzi una LIM con la tua classe.

Alla pagina www.scuolalim.it trovi tutto ciò che serve per inviare il tuo progetto.

I materiali devono essere inviati entro il 22 Giugno 2012

Il concorso è organizzato da D&C – Design and Consulting e l’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia. Patrocinato dalla Provincia di Venezia e dell’ANSAS Veneto.