Convocato dai COBAS lo sciopero degli scrutini il 14 e 15 giugno

CONFERENZA STAMPA
Giovedì 5 maggio ore 17,30
Sede Cobas- Via Rocco Cocchia,6 Salerno

Sta per concludersi un altro anno scolastico disastroso, ma il prossimo, con gli ulteriori tagli degli organici annunciati, vedrà le scuole salernitane allo
sbando totale: 432 cattedre in meno, ulteriori tagli al sostegno e 300 posti
Ata eliminati , sono solo i primi numeri della devastazione.
Per giunta, il MIUR vuole far svolgere nelle scuole tra il 10 e il 13 maggio i quiz Invalsi con i quali, si intenderebbe “premiare e punire”, con l’utilizzo
anche del decreto Brunetta, docenti e scuole.
I quiz Invalsi sono un insulto alla scuola pubblica, alla didattica di
qualità, alla professionalità dei docenti, ad ogni forma seria di apprendimento degli studenti. Trasformiamo i giorni dei quiz in Giorni dell’Indignazione
contro l’Invalsi da parte di docenti, genitori e studenti. Facciamo appello ad
essi perché impediscano l’interruzione della didattica e lo svolgimento dei
quiz Invalsi nelle scuole, perché non vi partecipino e dissuadano tutti/e dal
farlo.
Continuiamo la lotta e a manifestare la nostra indignazione con i due giorni
di sciopero degli scrutini il 14 e 15 giugno. Vogliamo la cancellazione dei
tagli degli organici, l’apertura a settembre della trattativa per il contratto
bloccato, l’inserimento nella Finanziaria d’autunno delle somme per gli scatti
di anzianità scippati a docenti ed Ata, l’assunzione dei precari su tutti i
posti vacanti e disponibili, la fine della pratica illegale di svolgimento dei
quiz Invalsi nelle scuole durante l’orario di lezione.

COBAS SCUOLA SALERNO
Comitato insegnanti e ata precari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *