USB Modena: adesione allo sciopero della scuola del 28 gennaio

Non si fermano gli attacchi contro i lavoratori e le lavoratrici del
pubblico e del privato. Sono milioni i lavoratori del privato che
hanno perso o stanno perdendo il posto di lavoro: governo e padronato
vogliono scaricare la crisi economica sulle spalle degli operai e
delle giovani generazioni. Cisl, Uil e Ugl, sindacati che ormai
svolgono il ruolo di quinta colonna del governo Berlusconi, stanno
sostenendo il peggior attacco alla classe lavoratrice dal dopoguerra
ad oggi: i diritti conquistati dai lavoratori in decenni di lotte
vengono oggi smantellati con un colpo di spugna, come dimostrano il
caso Fiat (il primo di una lunga serie) e lo smantellamento del
Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.

Per quanto riguarda il Pubblico Impiego, il ministro Brunetta ha
annunciato una riduzione del personale pari a 300 mila unità: il
decreto che porta il nome del ministro ha infatti recentemente
introdotto il “licenziamento” facile anche nel settore pubblico.
Grazie alla famigerata gerarchizzazione del personale, ogni
amministrazione pubblica potrà dare il benservito al 25% degli
impiegati. Tutto questo avviene mentre sono almeno 180 mila i precari
della Scuola che perderanno, in tre anni, il posto di lavoro: è in
discussione in Parlamento la legge “Pittoni”, che prevede la
definitiva regionalizzazione dell’istruzione pubblica. A tutto ciò
vanno aggiunti il blocco degli scatti stipendiali, la chiusura delle
finestre per le pensioni, il blocco delle assunzioni, la riduzione dei
finanziamenti agli Enti locali.

Di fronte a questo vero e proprio massacro sociale, la direzione della
Cgil si rifiuta di proclamare lo sciopero generale, a dimostrazione
che ha come unico interesse quello di ritornare al tavolo della
concertazione. E’ invece necessario oggi più che mai trasformare la
giornata del 28 gennaio, in occasione dello sciopero dei
metalmeccanici, in un grande sciopero generale che respinga al
mittente i tagli del governo e i licenziamenti. Usb Scuola Modena
aderisce allo sciopero generale indetto dai sindacati di base il 28
gennaio e chiama tutti i lavoratori della scuola a lottare al fianco
degli operai.

USB SCUOLA MODENA

Per contatti: usbscuolamodena@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *