Un appello anche da Cobas Scuola Abruzzo: manifestazione a Lanciano per il 28 gennaio

Come saprete il 28 Gennaio i cobas hanno deciso di estendere lo sciopero generale proclamato dalla FIOM per i metalmeccanici a tutti i settori produttivi ,tranne il TPL, scuola compresa. E’ facile affermare che si tratta di una scadenza importantissima , sia per i metalmeccanici, che per tutti coloro che non ne possono più del massacro della scuola pubblica. Questo e’ il
motivo per cui i Cobas hanno deciso di trasformare un appuntamento di settore (metalmeccanici) ,in un primo momento di risposta ad un governo che è sempre più delegittimato a chiedere sacrifici ai lavoratori per pagare la crisi di cui non sono responsabili. La differenza di prospettiva tra i Cobas e la FIOM-CGIL non ci ha impedito di far convergere le manifestazioni che organizziamo in tutta Italia nella stessa data. Abbiamo per questo deciso di manifestare a Lanciano e in un orario diverso dal corteo FIOM, per permettere a coloro che lo
vogliano di parteciparvi. Ma riteniamo che la diversa prospettiva debba
emergere ,anche perché nel prossimo futuro la FIOM stessa rischia di restare “bloccata” dalla sua confederazione di appartenenza (la CGIL) , mentre riteniamo sia il momento di cominciare a costruire una piattaforma di progetto per voltare pagina in questo paese, ma anche in questa regione. Questo è il motivo per cui ci riuniremo in assemblea aperta ,a partire dalle ore 10.00.
Sono previsti interventi dalle fabbriche, scuole, poste, trasporti e altri.

L’esecutivo interprovinciale Cobas Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *