Cortei studenti: report dalle principali piazze

Video di lancio della giornata di mobilitazione studentesca dell’8 ottobre in Friuli Venezia Giulia. Condividi e diffondi!

REPORT DALLE PRINCIPALI PIAZZE ITALIANE DA PARTE DELL’UNIONE DEGLI STUDENTI E DI LINK-Cordinamento Universitario

TORINO

Più di 30 mila studenti sono scesi in piazza oggi a Torino, per dire no alla politica di questo governo. Qui gli studenti di Laps-uds travestiti da Clouwn hanno distribuito buste vuote con scritto “borse di studio” davanti alle sedi della Regione e della Rai, rappresentando simbolicamente il secondo taglio ai finanziamenti per il Diritto allo studio.

MILANO

Molto partecipato il corteo della città di Milano, circa 20 studenti stanno manifestando per le strade.
Insieme agli studenti medi ed universitari si registra anche la parteciopazione di diversi lavoratori.

ROMA

Imponente il corteo che sta attraversando le strade della capitale per raggiungere il Ministero dell’istruzione, a sfilare circa 35 mila tra studenti medi, universitari ed anche precari e genitori della scuola.

LECCE
Il corteo provinciale aperto dallo striscione “Cambiare ora con l’Altrariforma”, registra la partecipazione di quattro mila studenti, al termine si terrà un assemblea assieme a tutte le sigle che hanno organizzato la mobilitazionecon rappresentanze di dottorandi, ricercatori, precari. Ha aderito il Circolo ARCI Lecce e la l’FLC parteciperà con una delegazione.

NAPOLI
Davanti l’università Federico II una decina di studenti travestiti da carcerati recano lo striscione “chi apre una scuola chiude una galera; Gli studenti hanno lanciato rotoli di cartaigienica a simboleggiare “la scuola pubblica a rotoli”.
Il corteo aperto dallo striscione “Io Lotto l’otto ottobre”, registra la parteciopazione di 35 mila studenti, il percorso che finirà sotto palazzo S. Lucia, palazzo della regione.
“Nel primo pomeriggio – informa Andrea pelliccia dell’UdS Napoli” – faremo un’assemblea con le scuole coinvolte in casi di mancanza di aule, il Liceo Urbani” di S. Giorgio a Cremano e l’istituto Siani di Casalnuovo di Napoli e il Liceo Torricelli di Somma Vesuviana.

PALERMO

A Palermo due diversi cortei di studenti medi e universitari circa otto mila, partiti rispettivamente da piazza Politeama e da Viale delle Scienze, si sono uniti per raggiungere la Prefettura.

BARI
Corteo molto partecipato, più di 10 mila studenti si sono raduti piazza Umberto I di fronte l’ateneo, adesso sta attraversando le vie del centro è previsto un dibattito davanti al palazzo del consiglio regionale pugliese sul futuro della scuola pubblica, sulla necessità dei finanziamenti alla nuova legge regionale sul diritto allo studio e sulla mobilità. Saranno presenti al dibattito la segreteria dell’FLC provinciale, l’assessore regionale al diritto allo studio Alba Sasso e l’assessore Minervini della regione Puglia che si confronteranno con gli studenti di UdS e Link che da mesi hanno avviato una vertenza per maggiori agevolazioni per i trasporti.

GORIZIA
“Raccogliere democrazia seminando cultura: pensa al futuro con la scuola-spazzatura!”: con questo slogan gli studenti della Provincia di Gorizia hanno iniziato il corteo nel piazzale della stazione alle 8:30, per poi partire alla volta dei Giardini Pubblici.
Alle 10:30 inizieranno due workshop, uno sul razzismo nella scuola e uno sullo statuto degli studenti in stage, e un laboratorio creativo sull’Altrariforma. Interverranno anche la Tenda della Pace sul tema del CIE di Gradisca e i volontari di giustizia del Friuli Venezia Giulia che, allestendo una cella detentiva, parleranno della condizione sociale delle carceri.
La giornata si concluderà con la riunione dell’Unione degli Studenti, alle 18:00 nel Punto Giovani di Via Vittorio Veneto 7.

UDINE
A Udine il corteo “per il diritto allo studio e un futuro lavorativo”, promosso dal Movimento Studentesco e dagli Studenti Medi Organizzati, è partito da Piazzale Cavedalis alle 8:00 e da Piazza Primo Maggio alle 8:30.

TRIESTE
“Gli studenti di Trieste scendono in piazza per dire no a un Governo che pensa che distruggere il futuro del Paese non abbia prezzo” dichiara Riccardo Laterza dell’UdS Trieste. http://www.youtube.com/watch?v=rE-8kXjD-F8
Partito da Piazza Goldoni alle ore 9:00, il corteo si snoderà fino a Piazza Unità dove dalle 11:30 partirà l’Assemblea Pubblica sull’Altrariforma, intervallata da un processo pubblico del popolo studentesco al Ministro Gelmini.
Nel frattempo verranno allestiti dei pannelli informativi sulle principali tematiche dell’Altrariforma.
Dalle 12:30 Free Jam Session dal titolo “la musica deve cambiare”, per ribadire che i giovani triestini hanno bisogno di più spazi libertà in città. Al termine della giornata è prevista la riunione UdS, alle 18:00 in Via Valdirivo 30.

SALERNO
Partiti da piazza Ferrovia dove i ragazzi si raduneranno con i loro striscioni dietro a quello principale dell’Unione degli Studenti Salerno e dietro al camioncino.
Verso le 10 il camioncino partirà con la musica e procederà lentamente verso piazza Portanova dove intorno alle 12.30,fine del corteo,si terrà un sit-in.
Durante la manifestazione, e poi continuando nell’assemblea finale, dal camioncino partiranno interventi su tematiche come Diritto allo Studio,questione dei Trasporti e l’Altrariforma!

SIRACUSA
Gli studenti si sono dati appuntamento al campo scuola “Pippo di Natale” da dove il corteo è partito muovendosi alla volta della sede della Provincia. “Al termine del corteo – dichiara Luca dell’UdS Siracusa” – chiederemo di essere ricevuti dalla provincia per farsentire la voce degli studenti e chiedere soluzione ai problemi di edilizia scolastica che documenteremo con foto e relazioni”.

FOGGIA
Alle 8 e mezza sono partiti dei cortei spontanei dalle scuole Marconi e dal Volta che si sono incontrati presso il Parco Volontari della pace per proseguire su piazza Roma e in piazzale Italia dove si sono uniti gli studenti del liceo Lanza e delle altre scuole vicine. Da lì il corteo sta proseguendo su via 4 Novembre per sostare presso la villa comunale dove si svolge un’assmeblea publica con interventi da parte di rappresentanti di UdS e Link, studenti, docenti, precari e studenti universitari.
In fine il corteo proseguirà verso piazza Giordano per girare su corso Cairoli e terminerà davanti al Comune di Foggia. Sono presenti al corteo anche numerosi studenti delle scuole di San Severo,Torremaggiore, Manfredonia,Lucera.

BRINDISI
Oltre 15 pullmann di studenti sono arrivati questa mattina a Brindisi dalla provincia per partecipare e ogni scuola di Brindisi ha raggiunto in corteo Piazza Stazione.
Sfilano nelle strade studenti travestiti da carcerati con magliette a strisce e manette ai polsi con cartelli che recitano”Colpevole di Voler sapere”, Io sono colpevole di .. Volere una scuola che non mi crolli addosso”.
“Al termine della manifestazione – annuncia Martina dell’UdS Brindisi” – in Piazza Vittoria saranno organizzati stand per sensibilizzare studenti ed opinione pubblica ai problemi della scuola e lanciare la nostra Altrariforma”

RAGUSA
Da Piazza Zama il corteo si sta dirigendo a Piazza San Giovanni dove si terrà un dibattito tra gli studenti.
Vogliamo promuovere un’Altrariforma, – fanno sapere gli studenti dell’UdS Ragusa – in grado di innovare la scuola italiana dal punto di vista non solo didattico-culturale, ma soprattutto umano, spronando la società verso un rispetto e una cura reciproca dei diritti inviolabili di ciascuno, quali il lavoro e lo studio.

ENNA
“In provincia di Enna subiamo sulla nostra pelle gli effetti nefasti di questa contro-riforma – afferma paolo Grimaldi dell’UdS ennese – ci ritroviamo ad avere diversi istituti in provincia con un soprannumero di studenti per classe, effetto anche questo degli 87.000 docenti licenziati in tutta Italia e dei circa 350 in provincia di Enna, ciò rende le classi delle vere trappole per topi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *