Bella ciao: vergognosa la censura della preside

E’ deplorevole la censura attuata dalla preside dell’istituto Gioacchino Belli contro gli studenti che hanno cantato Bella ciao alla presenza degli esponenti del Ministero dell’Istruzione. Bella ciao rappresenta i valori che stanno alla base della nostra Repubblica, ed appare sconcertante che la preside abbia inviato una lettera agli studenti accusandoli di mancanza di correttezza, rispetto e buon gusto.
Compito della scuola, e dei dirigenti scolastici in primis, dovrebbe essere quello di trasmettere i valori su cui si fonda la nostra società e non quello di mettere a tacere gli studenti che esprimono liberamente le proprie opinioni.

UNIONE DEGLI STUDENTI

One Reply to “Bella ciao: vergognosa la censura della preside”

  1. la sinistra si è arrogantemente appropriata dei valori della resistenza
    bella ciao è stata sempre rappresentata come una canzone della sinistra
    siccome la maggioranza degli italiani non è di sinistra se ne frega della resistenza e di bella ciao (fatta eccezione delle parole di circostanza dei politici di cui non frega niente a nessuno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *