Concorso del FAI per la scuola: Fratelli d’Italia

NUOVI CONCORSI PER LE SCUOLE

Anno scolastico 2010/2011
FRATELLI D’ITALIA

PER LA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I° GRADO

TORNEO DEL PAESAGGIO

Prima gara nazionale di cultura sul paesaggio

PER LA SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano presenta i due prossimi concorsi per l’anno scolastico 2010/2011:

Fratelli d’Italia”: il nuovo concorso per la scuola primaria e secondaria di I° grado per l’anno scolastico 2010/2011, anno in cui si celebrano i 150 anni dell’Unità d’Italia. Il concorso, che gode del patrocinio del Comitato Italia 150, è organizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che sostiene la Fondazione nei progetti a favore dell’ambiente e del paesaggio italiano, e con il sostegno di De Agostini Scuola e di Topolino.
“Torneo del paesaggio”: un nuovo importante progetto nazionale realizzato con la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM dedicato alla scuola secondaria di II grado. L’iniziativa gode del patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e del Comitato Italia 150° e si propone il sensibilizzare i giovani allo straordinario patrimonio italiano.

“Fratelli d’Italia” è un’iniziativa che sviluppa il messaggio lanciato dal censimento – promosso dal FAI e Intesa Sanpaolo – “I luoghi del cuore”, che quest’anno chiede di votare il luogo italiano da far conoscere affinché non venga dimenticato, ma protetto e tutelato.

Il concorso nasce con la finalità di avvicinare bambini, ragazzi e giovani al patrimonio d’arte e di natura, così da scoprire, studiare e prendersi cura delle bellezze di cui è costellato il paesaggio italiano, nella convinzione che l’educazione dei giovanissimi di oggi alla conoscenza del Bello, contribuisca alla formazione di adulti consapevoli e responsabili.

Obiettivo del concorso è riflettere sia sugli elementi che uniscono sia su quelli che differenziano un’Italia allo stesso tempo unica e molteplice e stabilire relazioni di scambio, conoscenza, confronto e amicizia tra classi situate nelle varie regioni affinché le diverse esperienze degli studenti diventino motivo di valorizzazione.

Le classi iscritte al concorso verranno gemellate dal FAI tra di loro, incrociando le regioni, in modo che tra i ragazzi si possa instaurare una corrispondenza per presentare – l’uno all’altro – il proprio territorio, i luoghi di arte e natura, gli usi e i costumi, e stabilire così un legame di reciproca conoscenza che sottolineerà le comuni radici nazionali pur nelle significative differenze.

La presentazione del proprio paese sarà redatta dagli alunni attraverso la creazione di un poster con diversi linguaggi espressivi – scrittura, fotografia, disegno, oggetto simbolico – e sarà accompagnata dalla descrizione delle motivazioni che hanno portato alla scelta degli elementi distintivi da comunicare.

Inoltre lo scambio tra le classi gemellate sarà rappresentato dalla realizzazione di un mini puzzle, le cui tessere testimonieranno le esperienze emerse dalla partecipazione al concorso.

Una giuria nazionale selezionerà i migliori tra i progetti delle classi gemellate, i cui insegnanti e alunni riceveranno in premio materiali e sussidi offerti da De Agostini Scuola. Anche quest’anno due premi speciali: Intesa Sanpaolo assegnerà un premio al gemellaggio più riuscito, invece il premio Topolino verrà assegnato al gemellaggio che meglio si presta a diventare una storia a fumetti.

A tutte le classi iscritte al concorso verrà inviato un manuale di istruzioni, un vero e proprio esempio di percorso didattico con indicazioni di contenuto e di metodologia.

***

“Torneo del paesaggio” è una gara di cultura a squadre formate da studenti delle scuole secondarie. Si svolge in tre momenti: prima a livello locale, quindi su scala regionale per poi arrivare, con le finali, alla fase nazionale. La gara prevede test di conoscenza del paesaggio italiano, prove progettuali e interventi pratici. Le prove saranno legate ai siti italiani riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ai luoghi rappresentativi del Risorgimento Italiano.

Il “Torneo del paesaggio”, che vuole diventare un appuntamento annuale “classico” nel panorama dei tornei studenteschi, nasce dalla forte convinzione di FAI e IULM che l’educazione alla conoscenza e alla tutela del paesaggio, la cui difesa è una priorità assoluta per entrambe le Istituzioni, sia di fondamentale importanza per i giovani.

Il torneo sarà una preziosa occasione per acquisire ulteriori dati per l’Osservatorio permanente FAI – IULM su “I giovani e il paesaggio”; infatti potrà fornire interessanti informazioni sul livello di cultura dei giovani sul paesaggio italiano.

Nella prima fase del Torneo – che si svolgerà direttamente nelle scuole coinvolte (le squadre possono essere composte da 2/3 studenti) – gli studenti dovranno rispondere a una serie di quesiti su tematiche legate al paesaggio e sui 44 siti italiani riconosciuti Patrimonio dell’Umanità, tra cui le Dolomiti, la Valle dei Templi di Agrigento, il centro storico di Siena, Villa d’Este a Tivoli (Roma)…Ogni scuola partecipante selezionerà una squadra vincitrice che accederà così alla fase successiva.

Nella seconda fase – che si svolgerà a livello regionale con la collaborazione delle Delegazioni FAI – le squadre semifinaliste si confronteranno su una selezione di siti legati al Risorgimento italiano e a luoghi di particolare interesse paesaggistico della propria Regione. Inoltre, dovranno affrontare il tema della gestione dei siti protetti dall’UNESCO. Ogni regione porterà alla fase finale tre squadre.

Nella terza e ultima fase – a livello nazionale – le squadre dovranno presentare un originale progetto di promozione di un luogo scelto nel proprio territorio, una sorta di “candidatura ideale UNESCO” che segua gli stessi criteri che la Commissione utilizza per la valutazione delle candidature italiane. I ragazzi infatti, si confronteranno sugli elementi che rendono un luogo così speciale da meritarsi l’appellativo di “Patrimonio dell’Umanità” e avranno la possibilità di cimentarsi in un progetto che li “avvicinerà” al lavoro che viene svolto dall’UNESCO, realtà poco conosciuta se non nella fase della proclamazione dei siti, ma di cui si ignora il complesso e appassionante iter che la precede.

Gli studenti vincitori e i loro insegnanti saranno premiati con strumenti tecnologici, partecipazione ad attività culturali e di svago.

La partnership tra il FAI e la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM prosegue per il quinto anno consecutivo per favorire la formazione dei giovani e in particolare la loro sensibilizzazione sulla tutela del patrimonio artistico e paesaggistico italiano. Numerosi i concorsi banditi negli anni passati dedicati alla scuola secondaria di II grado, che hanno chiesto ai ragazzi di attivarsi per studiare, difendere e comunicare con modalità differenti luoghi di importanza paesaggistica del loro territorio; in particolare: il concorso Itinerari di bellezza (proposto nel 2006/07) dove si richiedeva agli studenti di ideare percorsi alla scoperta di “tesori” magari anche poco conosciuti, illustrandoli con la realizzazione di materiale promozionale; il concorso Il Bello in piazza (2007/08) in cui gli studenti hanno progettato un evento finalizzato a valorizzare un bene presente nel loro territorio e ne hanno proposto la strategia di comunicazione; il concorso SOS Paesaggio (2008/09) dove i giovani sono stati chiamati a prendere coscienza e cura del paesaggio, proponendo interventi sull’ambiente che li circonda; il concorso ilnostropaesaggio.it (2009/2010) che ha proposto ai ragazzi di realizzare e raccontare delle azioni di miglioramento e valorizzazione di uno scorcio di paesaggio attraverso la gestione di un blog.

Per maggiori informazioni: www.faiscuola.it  e www.fondoambiente.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *