Finanziamenti alle scuole: incontro al Miur sui fondi contrattuali

L’incontro che si è svolto il 13 maggio, al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e delle Ricerca registra positivi riscontri alle nostre richieste, da tempo avanzate per imporre trasparenza dei dati, certezza delle risorse e finanziamenti extra Fis delle indennità fisse e delle ore eccedenti di cui abbiamo chiesto lo spostamento a carico del Mef. Si tratta in tutto e per tutto di spese assimilabili alle supplenze e come tali vanno garantite per assicurare il diritto all’istruzione.

L’informativa del Miur
Ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti. Il Miur ha chiarito, su nostra sollecitazione, che tali risorse (30 milioni di euro circa) sono specifiche, quindi, diverse rispetto a quelle del Fis, e che sulla base dei monitoraggi effettuati, procederà a breve al saldo dei residui attivi e passivi degli istituti contrattuali 2008/2009 (in particolare per ore eccedenti sostituzione colleghi assenti).

Incarichi specifici personale Ata. E’ già stata predisposta un’integrazione dei fondi, circa 240 euro per ogni unità di personale in organico di diritto non beneficiario della posizione economica ex art. 7. Il saldo, fino a raggiungere la quota (316 euro circa) prevista dalla pre intesa del 18 marzo, verrà accreditato solo dopo l’informativa completa da parte degli uffici scolastici regionali, tenuto conto che tuttora sono in corso le procedure per l’attribuzione della suddetta posizione economica.

Spese per le supplenze. Verrà assicurata la copertura integrale della spesa rilevata sulla base dei flussi finanziari con riferimento agli impegni.

Monitoraggi aperti:

•Indennità direzione al sostituto del Dsga
•Indennità di turno notturno e festivo nei convitti ed educandati
•Indennità di bilinguismo e trilinguismo
•supplenze brevi e saltuarie nei convitti ed educandati.
Le nostre richieste
Abbiamo chiesto, insieme agli altri sindacati, di conoscere gli esiti dei monitoraggi sulle risorse inviate dal Miur. Abbiamo poi chiesto di avviare quanto prima il monitoraggio sulle attività complementari di educazione fisica. Questo allo scopo di inviare quanto prima i fondi impegnati dalle scuole, sulla base dei progetti svolti, e successivamente distribuire eventuali economie residue sullo stanziamento nazionale che, lo ricordiamo, è di circa 60 milioni di euro.

L’esito dell’incontro
L’amministrazione si è impegnata a:

•informare il sindacato dell’invio e della composizione delle tranche
•avviare subito un confronto per pervenire in tempi rapidi alla definizione dei parametri per l’invio delle risorse contrattuali per il prossimo anno scolastico 2010-2011 (funzioni strumentali, incarichi specifici, educazione fisica, aree a rischio, ore eccedenti).
Il prossimo incontro è stato fissato per martedì prossimo.

Via: Flc Cgil

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *