Mobilità professionale ATA

Svolgimento prova selettiva per la Mobilità professionale ATA
Con la nota del 7 maggio 2010 il MIUR fornisce istruzioni per l’organizzazione della prova selettiva che si svolgerà esclusivamente in un’unica sessione e potrà essere erogata anche in più giorni a decorrere dal 31 maggio 2010 comunque entro e non l’11 giugno 2010.
Come già comunicato la nota ribadisce l’avvio delle attività formative entro il primo luglio ed il completamento delle nomine con l’avvio del prossimo anno scolastico.

ECCO LA NOTA:

Prot. A00DGPERS 4872

 Roma, 7 maggio 2010
Ai Direttori Generali degli
Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
e, p.c.
All’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo
dell’Autonomia Scolastica
Via Michelangelo Buonarroti, 10
50122 – FIRENZE
Oggetto: Personale ATA – Contratto collettivo nazionale integrativo 3/12/2009 – Procedure
per i passaggi dall’area contrattuale inferiore all’area immediatamente superiore, ai sensi
dell’art. 1, comma 2, della sequenza contrattuale 25 luglio 2008 – Prova selettiva
Si fa seguito alla nota n. 979 del 28 gennaio 2010.
Il CCNI del 3 dicembre 2009, concernente l’attuazione dell’articolo 1, comma 2, della
sequenza contrattuale (ex art. 62 ccnl/2007) sottoscritta il 25 luglio 2008, all’art. 2 prevede che la
mobilità professionale avvenga previo superamento di un esame finale, da sostenere a seguito della
frequenza di uno specifico corso di formazione a cui accede il personale utilmente collocato in
apposita graduatoria formulata sulla base del punteggio ottenuto per il superamento di una prova
selettiva sommato a quello dei titoli di studio, di servizio e dei crediti professionali posseduti
dall’interessato.
Il personale richiedente la mobilità è ammesso con riserva a partecipare alle procedura
prevista, fermo restando che ne può essere disposta l’esclusione in ogni momento della procedura
stessa.
A seguito dell’acquisizione delle domande, codesti Uffici saranno in grado di conoscere
dettagliatamente, mediante la produzione degli appositi elenchi forniti dal Gestore del Sistema
Informativo distinti per provincia e per profilo professionale richiesto, la consistenza del numero e
l’esatta ubicazione degli aspiranti in servizio nella provincia anche al fine di consentire la migliore
programmazione della prevista prova che dovrà essere svolta nel lasso minore di tempo possibile e
in modo da limitare lo spostamento del personale interessato. I citati elenchi dovranno essere
opportunamente pubblicizzati.
La prova selettiva, che si svolgerà esclusivamente in un’unica sessione, potrà essere erogata
anche in più giorni a decorrere dal 31 maggio 2010 comunque entro e non oltre il giorno 11 giugno.
Si raccomanda di programmare le prove concentrandole nel minor numero di giorni possibile
garantendo la formazione di edizioni di prova per categoria omogenea di richiedenti.
Le prove sono realizzate con la collaborazione dell’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo
dell’Autonomia Scolastica (ANSAS) e sono organizzate, su base provinciale, dagli Uffici Scolastici
Regionali. Esse dovranno essere somministrate prioritariamente presso i laboratori scolastici già
individuati per lo svolgimento delle prove selettive connesse all’attribuzione della seconda
posizione economica.
Solo per l’effettuazione delle prove selettive in ogni laboratorio deve essere prevista la presenza di
un apposito Comitato di sorveglianza composto dal dirigente scolastico della scuola ospitante o da
un suo delegato, da un operatore esperto del laboratorio (docente o ATA) e da un rappresentante
dell’U.S.R. (o U.S.P.). L’operatore esperto potrà essere individuato anche tra gli assistenti tecnici
addetti al laboratorio sede di esame, purché non rientri tra i richiedenti la partecipazione alla
presente procedura di mobilità. Data l’importanza della prova in questione, il personale della scuola
interessato alle attività di sorveglianza è da considerare in servizio a tutti gli effetti. Qualora il
tempo dello svolgimento delle attività di sorveglianza dovesse eccedere il consueto orario di
servizio, le maggiori ore prestate dal personale potranno essere da ciascuno recuperate o retribuite
secondo quanto stabilito dal CCNL vigente e le modalità definite in sede di contrattazione di
istituto.
Per consentire l’organizzazione delle prove selettive, l’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo
dell’Autonomia Scolastica , a decorrere dalla data del 10 maggio 2010, metterà a disposizione degli
Uffici scolastici regionali e Provinciali un’apposita procedura al fine di costituire le sessioni di
prova a cui associare i nominativi di ciascun aspirante.
Ciò premesso, gli Uffici Scolastici Provinciali potranno accedere all’indirizzo
http://www.indire.it/ata/usp, utilizzando i codici di già in possesso degli Uffici stessi per l’iscrizione
del personale alle iniziative fino ad ora attivate. Dopo avere effettuato l’accesso gli Uffici potranno
individuare data e ora dello svolgimento della prova selettiva ed associare i richiedenti a ciascuna
sessione di prova.
Gli Uffici avranno cura di comunicare agli interessati non meno di cinque giorni prima della prova,
anche per il tramite dell’istituzione scolastica di servizio e/o titolarità, l’avvenuta assegnazione alla
determinata edizione, nonché la sede e gli orari di questa, con preghiera di assicurare la presenza
degli stessi almeno un’ora prima dello svolgimento della prova indicata per lo svolgimento delle
attività preliminari.
Di seguito verranno elencate alcune indicazioni utili all’individuazioni dei laboratori scolastici da
utilizzare come sedi di svolgimento della prova selettiva.
Ogni sede di erogazione di prova deve essere univocamente individuata tenendo conto che la sede
di esame può essere diversa da quella sede principale dell’Istituzione scolastica e che per ogni sede
scolastica potrebbero insistere più sedi di esame. Pertanto per ogni laboratorio dovranno essere
indicate le seguenti informazioni:
• Codice Meccanografico e Denominazione della scuola ove è presente il laboratorio;
• Identificativo descrittivo del laboratorio (es: lab. informatica, lab. multimediale …… )
• Nome del dirigente scolastico
• Nominativo dell’operatore esperto del laboratorio che assisterà allo svolgimento delle
operazioni in qualità di componente del Comitato di sorveglianza
• Indirizzo della scuola completo di telefono – fax – e-mail
• Numero di postazioni del laboratorio utili allo svolgimento delle prove selettive.
• Riferimenti completi della scuola sede principale se diversa da quella ove è ubicato il
laboratorio
I laboratori selezionati inoltre dovranno:
• rispondere ai requisiti delle norme riguardanti la sicurezza sui luoghi di lavoro;
• rispondere ai requisiti di accessibilità da parte di tutti i candidati;
• garantire l’adeguata separazione delle postazioni adibite alle prove.
I PC, in particolare, dovranno essere stabilmente distanziati fra i monitor di almeno un metro
oppure separati a mezzo di opportuni pannelli divisori . La prescritta distanza tra le postazioni deve
essere intesa come lo spazio libero che intercorre fra il fianco di un monitor ed il fianco del monitor
più vicino posto sulla medesima fila. Nel caso di impiego di divisori questi devono essere posti in
modo tale da garantire un confortevole svolgimento degli esami. Lo spazio libero a disposizione del
candidato fra una parete divisoria e l’altra non può essere inferiore a 80 cm. L’altezza dei divisori
dal piano del tavolo deve essere minimo uguale a quella del monitor.
Il laboratorio e la disposizione delle postazioni devono consentire le operazioni di sorveglianza cioè
non devono presentare ostacoli alla completa visibilità di tutti i PC dedicati agli esami dalla
postazione occupata dagli addetti alla sorveglianza.
I laboratori, che dovranno consentire un veloce ed affidabile collegamento alla rete internet delle
varie postazioni, dovranno essere muniti di PC dotati di:
• Sistema operativo Windows (98 o succ.);
• Browser in cui sia prevista la disattivazione del Blocco Popup (sono sicuramente supportati
Internet Explorer ver. 7 o superiore e Mozilla Firefox ver. 2 o superiore);
• Reader PDF (è sicuramente supportato Acrobat Reader ver. 6.0 o superiore);
• Monitor con risoluzione minima 1024×768;
• Inoltre su ogni PC dovranno essere disabilitati tutti gli eventuali blocchi pop-up.
Durante lo svolgimento della prova alle postazioni dei corsisti dovrà essere garantito il
collegamento al solo sito ubicato all’indirizzo che verrà successivamente comunicato.
Deve inoltre essere garantito che durante la prova di esame tutti i PC coinvolti mantengano costante
l’indirizzo pubblico IP. In caso di configurazioni particolari quali bilanciatori di carico, proxy, ecc,
queste dovranno essere segnalate all’ANSAS al fine di concordare gli interventi eventualmente
necessari.
Il laboratorio dovrà inoltre consentire la stampa di ogni prova di esame effettuata.
Durante lo svolgimento delle prove devono essere evitate utilizzazioni dei laboratori incompatibili
con l’attività di esame. In ogni caso l’aula d’esame non può costituire passaggio per l’accesso ad
altri locali.
Nel sottolineare la ristretta tempistica entro la quale devono essere portate a compimento le varie
fasi operative (che prevedono l’avvio delle attività formative entro il primo luglio ed il
completamento delle nomine con l’avvio del prossimo anno scolastico) si richiama l’attenzione
delle SS.LL. sull’estrema della delicatezza delle procedure in questione. Seguiranno successive note
per la definizione degli ulteriori aspetti della procedura, .
Si pregano, infine, le SS.LL. di voler diramare, con la massima urgenza, la presente nota a tutte le
istituzioni scolastiche. La stessa nota viene diffusa mediante apposita pubblicazione nelle news dei
siti Intranet ed Internet di questo Ministero.
Il Direttore Generale
– Luciano Chiappetta –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *