Archivio mensile:marzo 2010

Scuola media Salò, Gelmini: “Fatti gravi, Ministero pronto ad adottare provvedimenti”

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini ha telefonato al Direttore dell’ufficio scolastico regionale della Lombardia per acquisire maggiori informazioni circa i fatti accaduti presso la scuola media del comune di Salò (BS) nello scorso febbraio, dove si sarebbe verificato un episodio di violenza sessuale nei confronti di una studentessa. Il ministro Gelmini ha immediatamente chiesto al Direttore regionale un rapporto dettagliato su quanto realmente accaduto. “Questo fatto, se confermato, – ha dichiarato il ministro Gelmini – è di una gravità inaudita ed è inaccettabile. Bisogna verificare subito le responsabilità ed andare a fondo della vicenda. Il Ministero è pronto a prendere i dovuti provvedimenti”.

Paneuropean Equalty Committee a Bruxelles

Nei giorni 17 e 18 marzo si è tenuto a Bruxelles il primo incontro del Comitato Paneuropeo Pari opportunità dell’Internazionale dell’Educazione, in carica per il triennio 2010-2012. In rappresentanza della UIL Scuola partecipa Rossella Benedetti.
Dopo l’insediamento del Comitato, si è proceduto alla nomina del Presidente, nella persona di Kounka Damianova del Sindacato degli Insegnanti Bulgari (SEB). Successivamente, sono state presentate le candidature per il Gruppo di lavoro ristretto (5 componenti), deputato a sostenere il Presidente nell’opera di definizione delle attività del comitato stesso. I delegati di UIL Scuola, FLC CGIL e CISL Scuola hanno presentato per l’Italia la candidatura della rappresentante della UIL Scuola, che è stata eletta dall’assemblea insieme ai colleghi di Spagna, Irlanda, Paesi Bassi e Svezia.
Approvata la relazione dell’incontro conclusivo del Comitato in carica nel triennio precedente, del Caucus delle donne svoltosi a Varsavia in concomitanza con l’Assemblea generale del CSEE e le raccomandazioni all’Internazionale dell’Educazione sulla politiche di pari opportunità, il Comitato, lavorando in gruppi, ha sviluppato una serie di argomenti, tutti centrali nella sua azione:
La parità nei sindacati
La violenza contro le donne
La conciliazione tra lavoro, sindacato e famiglia
Gli stereotipi a scuola e nelle classi
I diritti della categoria LGBT
L’impatto della crisi economica sulle donne e sulla parità
I suggerimenti scaturiti dal confronto saranno rielaborati in forma di raccomandazioni da integrare nell’attività della struttura paneuropea dell’Internazionale dell’Educazione.

1° Conferenza mondiale delle donne
Nel corso dell’incontro sono stati forniti aggiornamenti sull’organizzazione della prima Conferenza mondiale delle donne dell’Internazionale dell’Educazione, che si terrà a Bangkok dal 19 al 22 maggio p.v..
Per ulteriori informazioni basta andare sul sito della EI:
www.ei-ie.org/women2010

Campagna a supporto della parità salariale uomo-donna
Tra le altre iniziative dell’Internazionale è stata presentata la campagna mondiale per la parità salariale tra uomo e donna.
Un sito web ad hoc www.ei-ie.org/payequitynow  è disponibile per fornire dati e materiale da diffondere a sostegno del fondamentale diritto delle donne di essere pagate in qualsiasi parte del mondo come gli uomini.

Contributi volontari alle scuole detraibili al 19% in sede di dichiarazione dei redditi

L’USP per l’Emilia Romagna (ma la norma è valida in tutta Italia) con una nota afferma che “le persone che erogano contributi alle scuole, possono detrarre dall’imposta sul reddito il 19% del contributo elargito, a condizione che tale atto di liberalità sia destinato specificamente a: innovazione tecnologica, edilizia scolastica, amministrazione dell’offerta formativa.”
La nota e il modello di dichiarazione.

Esami conclusivi del primo ciclo

scuola secondaria di primo grado
Emanata la CM n. 35/20101 con le istruzioni concernenti: gli esami di idoneità a classi di scuola primaria e di scuola secondaria di primo grado (per candidati esterni); l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione (per candidati esterni); i trasferimenti, in corso d’anno scolastico, ad altra scuola (primo ciclo di istruzione);i dati da comunicare all’Invalsi per la prova nazionale.

Negoziato per il rinnovo contrattuale

La Uil: tempi brevi e certezza di risorse finanziarie specifiche per il personale della scuola

Il ministro Gelmini, dopo tante dichiarazioni, definisca rapidamente l’entità delle risorse per aprire la trattativa

E’ importante ed urgente avviare il negoziato per il rinnovo contrattuale del personale della scuola secondo le modalità previste dal nuovo modello triennale – è quanto sottolinea la Uil Scuola nel dare notizia che il ministero delle Finanze ha predisposto il pagamento dell’indennità di vacanza contrattuale da aprile 2010 (il dettaglio in basso).

La vacanza contrattuale risponde a quanto previsto dal vecchio accordo del 1993, e viene erogata in base all’inflazione programmata, definita unilateralmente dal Governo.

Si tratta di un modello superato – spiega il segretario generale della Uil Scuola – bisogna passare, nei tempi più rapidi, all’applicazione del nuovo modello triennale 2010 – 2012 e definire temi e contenuti del nuovo contratto.

In riferimento al nuovo contratto il ministro della Funzione Pubblica ha firmato la direttiva all’Aran per la definizione dei comparti contrattuali; entro il mese di maggio, è previsto l’avvio della contrattazione per il CCNL 2010-2012.

Chiara su questo punto la posizione della Uil Scuola:
va aperto e rapidamente concluso il negoziato riconoscendo la specificità della scuola.
occorre giungere ad un accordo sugli incrementi retributivi in base al nuovo modello triennale
vanno definite ‘nero su bianco’ le risorse finanziarie specifiche (30% dei risparmi) da destinare alla valorizzazione delle professionalità.

Il ministro Gelmini, dopo tante dichiarazioni – continua Massimo Di Menna – definisca rapidamente l’entità delle risorse per aprire la trattativa.

——————————————————————————–

(*) Come previsto dalla legge finanziaria 2009, il MEF ha disposto che con lo stipendio di aprile venga corrisposta ai dipendenti statali i cui contratti non sono stati rinnovati, l’Indennità di Vacanza Contrattuale (IVC), fermo restando il carattere provvisorio dell’emolumento e il riassorbimento nei benefici economici che saranno riconosciuti in sede di rinnovo dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro.
L’importo di tale assegno corrisponde, per i primi tre mesi, dal 1° aprile 2010 al 30 giugno 2010, al 30% del tasso di inflazione programmata per l’anno 2010 pari al 1,5% e, dal 1° luglio 2010, al 50% del suddetto tasso di inflazione programmata.
Tale procedura e il riferimento all’inflazione programmata (definita unilateralmente dal Governo) sono determinati dagli accordi del 1993 che, come noto, per i prossimi contratti sono superati dall’accordo per il nuovo modello contrattuale del gennaio 2009, che regolamenterà il prossimo contratto 2010-2012.

Approvare subito il piano d’azione per l’infanzia e l’adolescenza: l’iniziativa di “Batti il cinque”

Il Governo dopo finti annunci e false promesse continua a negare il piano di azione nazionale e le risorse per attuarlo. La FLC Cgil invita le lavoratrici e i lavoratori dei comparti della conoscenza a spedire tante cartoline per dare voce ai diritti di tutti i bambini.

Dopo la Conferenza nazionale sull’infanzia e l’adolescenza dello scorso novembre, il Governo – nonostante le assicurazioni circa l’emanazione del nuovo piano nazionale d’azione (scaduto nel 2005) – non ha dato seguito a nessuno degli impegni presi. I promotori di “Batti il cinque”, dopo il documento presentato proprio durante i lavori della Conferenza nazionale di Napoli, per denunciare il rifiuto del Governo del lavoro svolto dall’Osservatorio nazionale sull’infanzia e l’adolescenza sulle linee guida del nuovo piano di azione, hanno promosso una nuova iniziativa per sollecitare il piano e le risorse necessarie per attuarlo. L’invito a spedire la cartolina di sollecito
al Governo è rivolto a tutti coloro che hanno a cuore la difesa dei diritti di tutti i bambini, a partire dalla non discriminazione e dalla partecipazione come sancito – vent’anni fa – dalla Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Salvare la cartolina sul desktop e spedire per e-mail ai seguenti indirizzi:
On. Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio: centromessaggi@governo.it
Sen. Maurizio Sacconi, Ministro Lavoro e politiche sociali: segreteriaMinistroSacconi@lavoro.gov.it
Sen. Carlo Giovanardi, Sottosegretario alle politiche per la famiglia: segreteria.giovanardi@palazzochigi.it
e per conoscenza a CNCA (Coordinamento Nazionale delle Comunità d’Accoglienza): segreteria.coordinamento@cnca.it