Scuola, precari e tagli. Quello che succede a Reggio Calabria…

 

Questo blog si occupa fra gli altri temi di scuola, riforma gelmini, personale ata, graduatorie, csa, supplenze. Consulta i nostri blog sul lavoro contenenti notizie su offerte roma lavoro , lavoro comunicazione e stage lavoro.

 

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Quello che succede a Reggio Calabria…

Tutti gli approfondimenti su cpsrc.wordpress.com

15 settembre 2009, disturbata la Festa patronale della città di Reggio Calabria
Nella giornata del 15 settembre, in occasione della conclusione della storica festa patronale (Madonna della Consolazione) della città di Reggio Calabria, una rappresentanza del Comitato si è ritrovata per un sit-in itinerante in tre luoghi strategici della città ( Duomo, Teatro Comunale, Piazza del Popolo). Tre luoghi e tre momenti della giornata importantissimi per la città allo scopo di attirare la solidarietà della popolazione, dell’opinione pubblica e dei governanti. La festa più amata dai reggini è stata contrastata da un messaggio ben preciso e senza precedenti e cioè che i Precari della Scuola non vanno dimenticati neppure dalla Madonna della Consolazione.

Il Sindaco di Reggio Calabria, riceve i precari della scuola
Il 18 settembre vi è stato un incontro a Palazzo San Giorgio tra il sindaco e i precari della scuola per discutere sulla questione dell’irrazionale Decreto Gelmini che discrimina soprattutto il sud Italia. Il sindaco Scopelliti è favorevole alla proposta del Comitato Precari per redigere insieme una lettera alla Regione e al Ministero della Pubblica Istruzione per sensibilizzare i vertici. Sempre più compatto il gruppo dei precari.
Leggi la Lettera al sindaco di RC pro precari

Patto dei Precari un compromesso storico.
Il Comitato si è riunito lunedì 21 settembre 2009 alle ore 16.00 presso il Liceo Artistico “Mattia Preti” via Frangipane a Reggio Calabria. Sono emersi buona volontà, intelligenza e capacità di trasmettere i messaggi. Pronte lettere a sindaci e presidi per non sottrarsi al proprio dovere e denunciare la violazione delle norme di sicurezza delle scuole reggine. Le riflessioni sulle attività del Comitato Precari della Scuola di Reggio Calabria… sempre più compatto.
Leggi la Richiesta intervento sindaco pro precari

Un ministro a Reggio Calabria.
Il 24 settembre alle 16:30 , presso l’è Hotel di Reggio (Vicino Lido Comunale) si terrà il seminario conclusivo della scuola di formazione politica e la consegna degli attestati di partecipazione,valevoli 2 cfu per gli studenti della Facoltà di Giurisprudenza. Sono previste le presenze del ministro Meloni, il parlamentare del Partito Democratico Roberto Giachetti e dell’assessore regionale al bilancio della Regione Calabria Demetrio Naccari Carlizzi. Sarà una buona occasione per fare una manifestazione pacifica, come è avvenuto nel giorno 15 settembre con il Sindaco Giuseppe Scopelliti, e attirare l’attenzione dei mass-media locali…

Tutti a Cosenza il 25 settembre 2009. L’dea di docentinmutande.blogspot.com è stata accolta.
Tutti di fronte la sede Rai Regionale per ribadire ancora una volta di bloccare immediatamente la “riforma Gelmini”, che colpisce i lavoratori scolastici e riduce i servizi agli studenti. I precari non vogliono assolutamente “gli ammortizzatori sociali”. La manifestazione coinvolgerà tutti i comitati precari e avverrà contemporaneamente in tutta Italia di fronte le sedi Rai Regionali. La provocazione sarà quella di trasmettere il messaggio che “la scuola pubblica è morta” e quindi bisognerà vestirsi a lutto indossando, chi se la sente, dei mutandoni al posto dei calzoni e abbigliamento d’altri tempi… quelli dei nonni. Il comitato reggino, per l’occasione realizzerà uno striscione contro la Rai ( la televisione pubblica che non pubblica ), come protesta per aver girato le telecamere verso altri argomenti.


Tutti gli approfondimenti su cpsrc.wordpress.com

Scrivi la tua opinione sul nostro sito. Sarà utile a tutti. Grazie.

Comitato Precari Scuola – Reggio Calabria


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *