La facoltà di medicina e i test di accesso

L’Italia sta diventando un paese composto prevalentemente da anziani. Si stima, infatti, che entro il 2030 più di un quarto della popolazione potrebbe avere più di 65 anni. Se consideriamo, poi, che il numero degli ottuagenari è incrementato del 150% negli ultimi 20 anni, possiamo anche comprendere perché, in un tale sistema, il supporto dei servizi medici vedrà, con sempre maggiore evidenza, un mutamento per incontrare le esigenze di questa fetta crescente della popolazione.

La prevenzione e l’assistenza diretta sul territorio, quindi decentralizzata rispetto a quella ospedalocentrica, diventeranno i cardini del nuovo modello sanitario del nostro paese.

Tralasciando il problema, peraltro importante, del calo delle nascite, risulta evidente che la sanità dovrà far fronte al maggior peso economico di soggetti che sono longevi (la speranza di vita media è di 77 anni per gli uomini e 83 anni per le donne), ma spesso afflitti da al Leggi tutto

SICUREZZA SCOLASTICA E MONOPOLI ATTRAVERSO LA VISURA CAMERALE

Dalla pagina relativa all’edilizia scolastica del Ministero della Pubblica Istruzione si apprende che :

“La prima fase del Piano per l’edilizia scolastica del governo ha preso il via. Tre i filoni che lo compongono: scuolebelle, scuolesicure, scuolenuove. Solo nella sua prima fase il Piano coinvolgerà 4 milioni di studenti italiani e una scuola su due con oltre un miliardo (1.094.000.000) di risorse stanziate. Il capitolo scuolebelle comprende tutti gli interventi di piccola manutenzione. Nelle scuolesicure sono in programma opere di messa a norma e messa in sicurezza. Rifacimento o costruzione di nuovi plessi, infine, riguardano il filone scuolenuove.”

 

La speranza è che gli istituti scolastici interessati possano essere veramente sicuri, belli e nuovi, visto quanto è successo nel dicembre scorso in un comune ligure, secondo un’inchiesta r Leggi tutto

La crescita: passaggio dal Liceo all’Università

Nella nostra vita sono molto le tappe che reputiamo essenziali, ma probabilmente quella che ci entusiasma di più è sicuramente l’arrivo alla maturità, cioè l’avere diciotto anni.

Questa data non è importante solamente perché si entra nell’età adulta con la concessione del voto o la possibilità di prendere la patente; ma perché finisce quel periodo che va sotto il nome di scuola.

Per molti questa rappresenta una liberazione, con l’opportunità di entrare nel mondo del lavoro; per altri invece rappresenta un passaggio di maturità scolastica, cioè entrare nel mondo universitario.

Tuttavia l’approdo all’università non è semplice, anzi è un percorso tortuoso che inizia molto prima dell’ingresso ad una facoltà.

Ogni ragazzo/a arriva ad un momento cruciale durante l’ultimo periodo del 5° l Leggi tutto